Zelensky avverte del “brutto” attacco russo prima del Giorno dell’Indipendenza

  • L’Ucraina avverte che la Russia potrebbe fare qualcosa di “particolarmente brutto”
  • Zelensky sottolinea la battaglia contro la disperazione e la paura
  • L’evento del 24 agosto segna sei mesi dall’invasione della Russia
  • Nuovi attentati in Crimea; Ferite da missili vicino alla centrale nucleare 12

Kiev, agosto 21 (Reuters) – Il presidente Volodymyr Zelensky ha esortato gli ucraini a rimanere vigili in vista delle celebrazioni di mercoledì per i 31 anni dall’indipendenza dal dominio sovietico.

Gli ucraini non dovrebbero permettere a Mosca di “diffondere frustrazione e paura” prima degli eventi del 24 agosto, che avverranno sei mesi dopo che la Russia ha lanciato un’invasione su vasta scala dell’Ucraina, ha detto Zelenskiy sabato.

“Dovremmo essere tutti consapevoli che questa settimana la Russia potrebbe provare a fare qualcosa di particolarmente brutto, particolarmente malvagio”, ha detto Zelensky in un video delle osservazioni della notte.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il coprifuoco nella seconda città più grande dell’Ucraina, Kharkiv, sarà prorogato fino a mercoledì, ha affermato il governatore regionale Oleh Sinheb. Il coprifuoco è solitamente in vigore tra le 22:00 e le 6:00 nella città nord-orientale, che è stata colpita dai frequenti bombardamenti russi.

“Resta a casa e ascolta gli avvertimenti!” Synehub ha scritto ai residenti sull’app di messaggistica di Telegram.

Sabato, un missile russo ha colpito una zona residenziale di una città dell’Ucraina meridionale non lontano da una centrale nucleare, ferendo 14 civili, hanno detto funzionari russi e ucraini.

Un attacco alla centrale nucleare di Pivdennoukrainsk (Ucraina meridionale) e un nuovo bombardamento vicino alla centrale più grande d’Europa a Zaporizhia hanno rinnovato i timori di un incidente nucleare, hanno affermato i funzionari ucraini.

READ  La Russia partecipa alla riunione del G20 dominata dal conflitto in Ucraina

Nel suo discorso, Zelensky ha anche fatto obliquo riferimento a una recente serie di esplosioni in Crimea, territorio ucraino annesso alla Russia nel 2014.

L’Ucraina non ha rivendicato la responsabilità degli attacchi, ma gli analisti hanno attribuito almeno alcuni di essi alle nuove attrezzature utilizzate dalle sue forze.

“Puoi davvero sentire la Crimea nell’aria quest’anno, l’occupazione è temporanea e l’Ucraina sta tornando”, ha detto Zelensky.

Nell’ultimo attacco in Crimea, il governatore nominato dalla Russia, che non è riconosciuto dall’Occidente, ha affermato che un drone ha colpito un edificio vicino al quartier generale della flotta russa del Mar Nero sabato mattina.

“Un drone ha sorvolato il tetto. Volava basso”, ha detto Mikhail Rasvojev su Telegram. “È caduto sopra il quartier generale della marina. È caduto sul tetto e ha preso fuoco. L’attacco è fallito.”

Razvozhayev ha detto che il sistema antiaereo della regione è tornato in azione e ha chiesto ai residenti di interrompere le riprese e di spargere la voce su come funziona.

I media ucraini hanno riferito di esplosioni nelle città vicine, comprese le località di Yevpatoria, Olenivka e Zayoornoi.

Tra i feriti c’erano i bambini

In seguito allo sciopero vicino a una centrale elettrica nell’Ucraina meridionale, quattro bambini sono rimasti feriti, ha detto in un telegramma il governatore della regione di Mykolaiv, Vitaly Kim.

Case private e un condominio di cinque piani sono stati danneggiati a Voznesensk, a 30 km (20 miglia) dal secondo stabilimento più grande dell’Ucraina.

Aggiornando un conteggio, i funzionari del distretto meridionale dell’esercito ucraino hanno affermato che 14 civili sono rimasti feriti.

La società statale Energoatom, che gestisce i quattro generatori di energia nucleare dell’Ucraina, ha affermato che l’attacco a Voznesensk è stato “un altro atto di terrorismo nucleare russo”.

READ  La Cina espande le esercitazioni militari, aumenta le minacce contro Taiwan

“Il missile potrebbe aver preso di mira specificamente l’impianto di Pivdennoukrainsk, che l’esercito russo ha cercato di riconquistare all’inizio di marzo”, si legge in una nota.

La Russia non ha risposto immediatamente all’accusa. La Reuters non ha potuto verificare la situazione a Voznesensk. Non ci sono state segnalazioni di danni all’impianto dell’Ucraina meridionale.

Russia e Ucraina si sono scambiate nuove accuse di bombardamenti intorno alla stazione Zaporizhzhia gestita dai russi da marzo.

Vladimir Rokov, un funzionario nominato dalla Russia nella vicina città di Enerhodar, ha affermato che le forze ucraine hanno lanciato almeno quattro attacchi all’impianto.

Yevhen Yetushenko, sindaco di Nikopol, controllata dall’Ucraina, sulla sponda opposta del fiume Dnipro, ha affermato che le forze russe hanno ripetutamente bombardato la città.

I negoziati per una visita all’impianto di Zaporizhzhia da parte dell’Agenzia delle Nazioni Unite per l’energia atomica sono durati più di una settimana. Funzionari ucraini hanno esortato le Nazioni Unite e altri organismi mondiali a costringere le forze russe a lasciare lo stabilimento. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reportage di Ron Popeski e Natalia Zinets; di Simon Lewis e Clarence Fernandez; Montaggio di Cynthia Osterman e William Mallard

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply