Xi dice a Kim che la Cina vuole lavorare con la Corea del Nord per la pace: KCNA | Notizie Xi Jinping

Xi invia un messaggio a Kim nel mezzo di un numero senza precedenti di test missilistici da parte della Corea del Nord.

Il presidente cinese Xi Jinping ha detto al leader nordcoreano Kim Jong Un che Pechino è pronta a lavorare con Pyongyang per la pace e la stabilità globali, secondo la Korean Central News Agency (KCNA) ufficiale.

Il rapporto di sabato è arrivato pochi giorni dopo che la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico intercontinentale (ICBM) in uno dei suoi test più potenti, annunciando che avrebbe contrastato le minacce nucleari percepite dagli Stati Uniti con le proprie armi nucleari.

La Corea del Nord ha effettuato un numero record di lanci missilistici nelle ultime settimane e sono aumentate le preoccupazioni che stia conducendo il suo settimo test nucleare, il primo dal 2017.

Nella sua lettera a Kim, Xi ha affermato che Pechino è pronta a lavorare insieme per “la pace, la stabilità, lo sviluppo e la prosperità nella regione e nel mondo”, ha riferito KCNA.

Xi si è detto pronto a collaborare con Pyongyang perché “i cambiamenti nel mondo, nei tempi e nella storia stanno avvenendo in modi senza precedenti”, ha riferito la KCNA, citando il messaggio che ha affermato di aver ricevuto in risposta alle congratulazioni post-CPC di Kim. Il mese scorso il Congresso ha concesso a Xi un terzo mandato.

Giorni prima del lancio del missile balistico intercontinentale della Corea del Nord, Xi ha incontrato a margine del vertice del G20 a Bali il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha espresso la fiducia che Pechino non voglia vedere un’altra escalation da parte di Pyongyang.

READ  La Russia scatena la "Battaglia del Donbass" nell'Ucraina orientale, l'Occidente promette più sostegno a Kiev

Washington ha detto che vuole che la Cina, il più importante alleato e sostenitore economico di Pyongyang, usi la sua influenza per aiutare a tenere a freno la Corea del Nord.

Il lancio del missile il 18 novembre sembra essere l’ultimo missile balistico intercontinentale di Pyongyang con una portata potenziale per colpire la terraferma degli Stati Uniti.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha tenuto una riunione aperta sul lancio con Stati Uniti, Regno Unito, Francia e India tra 14 paesi per condannare “fortemente” le azioni di Pyongyang.

Ma un diplomatico occidentale ha detto all’AFP che la Cina e la Russia hanno scelto di non essere nominate in una dichiarazione di lunedì.

All’inizio di questo mese, gli Stati Uniti hanno accusato Pechino e Mosca di proteggere Pyongyang da ulteriori punizioni.

A maggio, Cina e Russia hanno posto il veto agli sforzi guidati dagli Stati Uniti per inasprire le sanzioni contro la Corea del Nord in risposta ai lanci passati.

Pyongyang è già soggetta a molteplici serie di sanzioni internazionali per i suoi programmi nucleari e di missili balistici, e la Cina rappresenta oltre il 90% del commercio bilaterale del paese impoverito.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply