Wagner: lo chef di Putin Yevgeny Prigozhin ha ammesso di aver creato un’uniforme da mercenario nel 2014



CNN

Yevgeny Prigozhin, uno degli oligarchi più sfuggenti della Russia, ora ammette di aver fondato la compagnia militare privata nota come Wagner nel 2014, riflettendo anni di smentite sul suo legame con il misterioso gruppo.

Prigozhin è molto vicino al Cremlino Conosciuto come lo “chef” del presidente russo Vladimir Putin.

Lunedì sui social media, Prigozhin ha rilasciato una dichiarazione tramite la sua società Concord Catering, che iniziava dicendo: “Andiamo brevemente alle risorse”.

In una dichiarazione lunga e vivace, ha continuato affermando che i movimenti separatisti sostenuti dalla Russia nel 2014 nel Donbass, nell’Ucraina orientale, sono stati il ​​catalizzatore della sua fondazione.

Prigozhin ha affermato di aver personalmente “pulito vecchie armi, scoperto giubbotti antiproiettile per me stesso e trovato specialisti che potevano aiutarmi in questa materia. Da quel momento, dal 1 maggio 2014, è nato un gruppo di patrioti”.

La CNN ha Mercenari Wagner Trackers nella Repubblica Centrafricana, SudanLibia, Mozambico, Ucraina e Siria. Nel corso degli anni hanno acquisito una reputazione particolarmente orribile e sono stati collegati a numerose violazioni dei diritti umani.

Nel 2019, il team della CNN ha ottenuto l’accesso a un file Base di addestramento Wagner in macchina. Due anni dopo, la CNN Esporre gravi violazioni dei diritti umani È stato commesso da combattenti russi nel paese. Le comunicazioni intercettate condivise con la CNN nel 2020 hanno mostrato un’operazione da parte di agenti russi di Monitoraggio e monitoraggio dei giornalisti della CNN Hanno anche riferito delle operazioni di Wagner nella Repubblica Centrafricana l’anno precedente.

Recentemente, il gruppo ha eretto in Malidove gruppi per i diritti umani affermano di essere stato implicato in un’orribile serie di omicidi.

Gli Stati Uniti hanno sanzionato Prigozhin nel 2019 per il suo ruolo nella gestione di una fabbrica di Troll online, accusato di aver tentato di minare le elezioni presidenziali statunitensi del 2016.

Gli osservatori affermano che Wagner ha spesso agito come un braccio informale della politica estera russa, anche se l’attività mercenaria è tecnicamente illegale in Russia.

Per anni, Prigozhin ha costantemente negato di avere legami con il gruppo Wagner. Ha intentato causa contro i media russi che lo hanno indagato e ha sminuito i giornalisti che lo hanno interrogato.

Ma il suo annuncio di lunedì sembra essere stato il culmine di una graduale emersione dall’ombra nelle ultime settimane e potrebbe riflettere il mutevole equilibrio di potere in Russia mentre la campagna di Putin in Ucraina vacilla.

All’inizio di settembre, è apparso su Internet un video di un uomo calvo e obeso che sembrava essere Prigozhin che prometteva l’amnistia ai prigionieri russi per sei mesi di servizio militare. Un altro ha mostrato quello che sembrava essere lo stesso uomo che parlava con i leader militari.

Nel video che mostrava quella che sembrava essere Prigogine con i detenuti, ha detto: “Sono un rappresentante di una compagnia militare privata. Potresti aver sentito parlare di noi, PMC Wagner”.

E aggiunge: “I primi prigionieri che hanno combattuto con me, hanno preso parte il 1 giugno durante l’assalto alla centrale di Voglidar. Quaranta uomini andarono nelle trincee nemiche e le tagliarono con i coltelli».

Nei giorni successivi alla comparsa del video su Internet, la società di Prigozhin Concorde ha rilasciato una bizzarra dichiarazione, né confermando né smentindo l’identità della persona apparsa nel video. “In effetti, possiamo confermare che la persona nel video è molto simile a Yevgeny Viktorovich [Prigozhin]”, ha detto. “Inoltre, il discorso della persona nel video è molto ben pronunciato, proprio come il discorso di Evgeny Viktorovich. [Prigozhin]. E qualcuno che assomiglia a Yevgeny Viktorovich [Prigozhin] Spiega chiaramente cose semplici e comprensibili alla gente comune”.

Di recente, lo stesso uomo è apparso al funerale di uno dei combattenti Wagner. È stato visto (nel video) indossare abiti color cachi stringere la mano e confortare la famiglia riunita attorno alla bara del figlio.

Poi, pochi giorni fa, il presunto “chef” timido con la telecamera è apparso in video sui social media che lo mostrano mentre scendeva da un elicottero per un incontro a tarda notte con i suoi consiglieri.

C’è un’altra accettazione. L’arrivo di un gran numero di reclute è imminente. Si può sentire Prigozhin dire: “Stiamo per avere un grande afflusso di coloro che, francamente, vogliono svolgere compiti speciali, andare in guerra”.

Una voce chiede se possono far trapelare il video. “Sfugge via”, ha risposto Prigozhin, “quindi sanno che non ci stiamo solo stuzzicando il naso qui”.

Quando gli è stato chiesto lunedì in un post sui social media perché ora ha smesso di negare il suo coinvolgimento con il gruppo Wagner, Prigozhin ha detto: “Ho evitato a lungo i colpi di molti avversari con un obiettivo principale: per non ferire questi ragazzi. [fighters]che sono la base del patriottismo russo.

Con l'”operazione militare speciale” di Mosca che vacillava in Ucraina, la ricerca per la rigenerazione dei ranghi esausti e umiliati ha preso una brutta piega.

Un’indagine della CNN ad agosto ha scoperto prove di reclute Wagner in tournée nelle colonie penali russe alla ricerca di reclute per unirsi ai loro ranghi. La loro ricompensa: sei mesi di lavoro per uno stipendio sanitario e, se sopravvivono, la libertà. Se muoiono, ci sarà una somma forfettaria per le loro famiglie.

Quando Putin ha annunciato la scorsa settimana una mobilitazione parziale del paese, dopo gli ampi guadagni sul campo di battaglia dell’Ucraina, la mossa ha suscitato proteste, rabbia e un esodo di massa di maschi in età da servizio in Russia.

Marina Myron, del Dipartimento di studi sulla difesa del King’s College di Londra, ha suggerito di chiamare e utilizzare mercenari Wagner in Ucraina con sorpresa perché i loro combattenti hanno uno scopo speciale.

Non è una deviazione dal solito modo di lavorare. Ha detto, riferendosi alle atrocità dei mercenari Wagner che hanno combattuto per il controllo La città siriana di PalmiraCosì come il loro ruolo in Libia e Ucraina.

L’elenco sempre crescente di fallimenti sul campo di battaglia ha portato i blogger militari russi ad andare ancora oltre, suggerendo in post su piattaforme come Telegram che un uomo nuovo ha bisogno di assumere il controllo dello sforzo bellico. Molti credono che quest’uomo debba essere Prigozhin.

Questi fattori possono in qualche modo portare a descrivere il suo improvviso amore per la telecamera e il primo riconoscimento del suo ruolo di Wagner.

“Negli ultimi due mesi, ha cercato di ottenere più credito e riconoscimento pubblico e diventare un improbabile eroe per i militanti, anche altri soldati che sono insoddisfatti dell’incompetenza dei loro capi militari e adorano la posizione molto aggressiva di YP”, Christo Grosev di Bellingcat, un gruppo investigativo online, ha detto alla Galileus Web. In un’intervista condotta prima dell’annuncio di Prigozhin.

Ma Grosev ha aggiunto che le ambizioni di Prigozhin potrebbero non essere limitate alle sole relazioni pubbliche.

Giorni fa ha inviato un caloroso saluto a un Capo di Stato africano. Ha anche elogiato le virtù di società chiuse come la Cina e la Corea del Nord. Quindi viene da chiedersi se abbia delle ambizioni politiche.

È chiaro che Prigozhin sta tirando fuori se stesso e Wagner dall’ombra. L’annuncio della sua proprietà segna un nuovo capitolo nella presenza ormai pubblica di Wagner.

Questa mossa solleva anche la questione, gli errori della Russia sul campo di battaglia hanno spinto Prigozhin e la sua temibile brigata di combattenti nella sfera pubblica, e vuole un compenso politico per questo?

READ  Incendio in una discoteca in Thailandia: 14 persone sono morte in un incendio che ha avvolto un edificio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply