“Una vita di libri” di Carlo Ponti 

| All'Hotel Kursaal per l'Isola del libro |

0
2948
Anton Carlo Ponti

di Stella Carnevali

pubblicato il 19 agosto 2017 10:51:37

Una vita di libri di Anton Carlo Ponti, curato da Gianluca Prosperi e Mario Centini, edizioni il Formichiere.

La presentazione dell’opera all’hotel Kursaal, per l’Isola del libro sul lago Trasimeno. Domenica 27 agosto alle 17.30.
Insieme ai curatori e al direttore del Corriere dell’Umbria Anna Mossuto.

Il titolo, ortodosso com’è l’autore, è di sicuro uno dei suoi tanti viaggi nei saperi scritti di diversi generi.

Ponti è tutto quello che la “parola” può far diventare una memoria senza fine. Partendo dal talento con cui è nato, è ovvio.

Si laurea in giurisprudenza a Perugia, fonda il Corriere dell’Umbria, fa il critico d’arte con doti quasi ineguagliabili, è un poeta prolifico, anche in vernacolo, scrittore. Tra i titoli preferisce che si citi che è di Bevagna.

Il libro Argo precede quest’ultima fatica, una storia italiana edito da Murena. Un romanzo storico dell’eroe Argo vissuto tra il 1895 e il 1942.
Fondatore degli Arditi, popolo che contrastava lo squadrismo sfrenato dell’epoca.
Appartenente alle storiche famiglie dei Mattoli e dei Secondari, dinastie di medici e di avvocati fin dal Settecento, Argo è un martire delle idee e dell’azione, un personaggio che s’impone nelle pagine severe, lucide a spesso auliche della scrittura alta dell’Autore, una italiana che non tradisce la tradizione, eppure modernissima, mai schiava di sciatteria e di banalità.

Le solide fondamenta dell’erudizione classica gli fanno preferire lo stile delle metafore al verismo crudo.

A me ha insegnato, da grande, a riconsultare il vocabolario, come quella volta che scrisse in un testo la parola “acribia” che non conoscevo. Grazie, leggerò anche questo, ma aspetto il prossimo.