Uragano Fiona: la tempesta potrebbe essere un “evento meteorologico estremo” mentre si dirige verso il Canada orientale, avvertono i meteorologi



CNN

Uragano killer Fiona Si è leggermente indebolito fino a diventare una tempesta di categoria 3, ma continua a tenere forti venti di 125 mph mentre si dirige verso la costa atlantica del Canada.

Si prevede che le condizioni dell’uragano porteranno nell’area venerdì sera il National Hurricane Center Egli ha detto.

I meteorologi del Canadian Hurricane Center hanno avvertito venerdì pomeriggio che era sulla buona strada per essere un “evento meteorologico estremo” nel Canada orientale, minacciando forti venti, tempeste pericolose e pioggia per circa due mesi. È probabile che alcune parti, come la Canadian Maritimes, inizieranno a risentire degli effetti venerdì sera, ha affermato il centro.

“Questo potrebbe essere un evento storico per il Canada in termini di intensità del ciclone tropicale”, ha affermato Chris Fogarty, direttore del Canadian Hurricane Center, e potrebbe diventare la versione canadese della Superstorm Sandy. L’uragano Sandy ha colpito 24 stati e tutta la costa orientale, causando danni stimati per 78,7 miliardi di dollari.

Funzionari della Nuova Scozia e dell’Isola del Principe Edoardo canadesi hanno esortato coloro che si trovano sulla traiettoria della tempesta a rimanere in allerta e prepararsi all’impatto dell’uragano, che ha già ucciso almeno cinque persone e tagliato l’elettricità a milioni di persone questa settimana. Colpisci molte isole dei Caraibi.

Fiona si è rafforzata fino a diventare una tempesta di categoria 4 all’inizio di mercoledì sull’Atlantico dopo aver superato le isole Turks e Caicos, ed è rimasta tale fino a venerdì pomeriggio.

La tempesta si è leggermente indebolita, ma stava ancora colpendo forti venti di uragano a più di 100 miglia dal suo centro e venti di tempesta tropicale che si estendevano per oltre 300 miglia, ha affermato il National Hurricane Center nel suo avviso delle 20:00 EDT.

Il suo epicentro era a circa 215 miglia a sud-est di Halifax venerdì notte.

“Sebbene sia previsto un graduale indebolimento nei prossimi due giorni, si prevede che Fiona sarà un forte uragano con la forza di un uragano mentre si muove attraverso il Canada atlantico”, il Centro Egli ha detto.

In Canada, gli allarmi di uragano in Nuova Scozia provenivano da Hubbards a Brule ea Terranova da Parson Pond a Francois. Anche l’Isola del Principe Edoardo e l’Isola della Madeleine sono sotto avviso.

“È potenzialmente molto pericoloso”, ha affermato John Loehr, il ministro responsabile dell’Ufficio per la gestione delle emergenze. FO la Nuova Scozia. “Gli effetti dovrebbero farsi sentire in tutta la provincia. Ogni cittadino della Nuova Scozia dovrebbe prepararsi oggi”. Durante un aggiornamento ufficiale Giovedì.

Loehr ha affermato che i residenti dovrebbero prepararsi a venti dannosi, onde alte, tempeste costiere e piogge torrenziali, che potrebbero portare a interruzioni di corrente prolungate. I funzionari dell’emergenza hanno incoraggiato le persone a proteggere i materiali all’aperto, tagliare gli alberi, caricare i telefoni cellulari e allestire un kit di emergenza di 72 ore.

L’area non ha subito una tempesta di tale intensità in quasi 50 anni, secondo Chris Fogarty, direttore del Canadian Hurricane Center.

“Per favore, prendilo sul serio perché nelle nostre mappe meteorologiche vediamo numeri meteorologici che raramente si vedono qui”, ha detto Fogarty.

La società di servizi pubblici Nova Scotia Power ha attivato venerdì mattina un Centro operativo di emergenza (EOC) che fungerà da area di coordinamento centrale per il ripristino e la risposta alle interruzioni, secondo un comunicato stampa.

L’azienda lavorerà anche a stretto contatto con l’Ufficio per la gestione delle emergenze della Nuova Scozia.

“Stiamo prendendo ogni precauzione e saremo pronti a rispondere all’uragano Fiona nel modo più sicuro ed efficiente possibile”, ha affermato nella dichiarazione Sean Borden, coordinatore del comando di Power Storm della Nuova Scozia.

Andy Francis, un pescatore nel sud-ovest di Terranova, si stava preparando per la tempesta questa settimana, portando una barca fuori dall’acqua e ormeggiando un’altra a un molo vicino.

“Questa volta sembra che tutti abbiano lo stesso consenso sul fatto che andrà male”, ha detto. Notizie CBC. Ha detto alla stazione che anche tutti gli altri nella zona si stavano preparando ad aiutare a “ridurre al minimo i danni”.

“Sarà una cosa diversa”, ha detto Francis alla CBC.

Attraverso il Canada atlantico, i venti potrebbero essere di circa 100 mph (160 km / h) poiché si prevede che Fiona si indebolirà leggermente prima di approdare in Nuova Scozia, Rob Shackelford e Taylor Ward, hanno affermato i meteorologi della CNN.

I funzionari dell’Isola del Principe Edoardo hanno chiesto ai residenti di prepararsi al peggio con l’avvicinarsi della tempesta.

Tania Mullally, che ricopre il ruolo di capo della gestione delle emergenze della contea, ha affermato che una delle preoccupazioni più urgenti per Fiona è la tempesta storica che dovrebbe scatenarla.

“L’ondata di tempesta sarà sicuramente significativa. Le inondazioni non le abbiamo viste e non possiamo misurarle”, ha detto Mulally giovedì. durante l’aggiornamento.

Bob Rubishod, un meteorologo del centro, afferma che la modellazione del centro dell’uragano canadese indica che l’altitudine “a seconda della regione, potrebbe essere compresa tra 1,8 e 2,4 metri (6-8 piedi)”.

Molly ha affermato che la parte settentrionale dell’isola sosterrà il peso maggiore della tempesta a causa della direzione dei venti, che potrebbero potenzialmente causare danni alla proprietà e inondazioni costiere.

L’Ufficio per la gestione delle emergenze della Nuova Scozia ha dichiarato che tutti i campeggi regionali, le spiagge e i parchi diurni, nonché lo Shubenacadie Wildlife Park, sono chiusi venerdì.

All’inizio di questa settimana, Fiona ha danneggiato case e ribaltato infrastrutture critiche per l’energia e l’acqua per milioni di persone in tutto Porto Rico, Repubblica Dominicana e Turks e Caicos.

Giorni dopo che Porto Rico ha subito un blackout in tutta l’isola con l’approdo di Fiona domenica, solo il 41% dei clienti ha ripreso l’energia venerdì, secondo i dati dell’operatore della rete elettrica. Loma Energia postato su Sistema cancello di emergenza dell’isola.

Il blackout di massa si sta verificando perché la maggior parte di Porto Rico sta vivendo un caldo soffocante, facendo salire le temperature a 112 gradi giovedì, secondo il National Weather Service. Le temperature sono rimaste negli anni ’80 e ’90 venerdì, secondo Taylor Ward, un meteorologo della CNN.

Daniel Hernandez, direttore dei progetti di energia rinnovabile presso LUMA, ha spiegato che i luoghi critici, inclusi gli ospedali, avranno la priorità prima che inizino le riparazioni a livello individuale.

“Questo è un processo naturale. L’importante è che tutti siano calmi… e stiamo lavorando per garantire che il 100% dei clienti riceva un servizio il più rapidamente possibile”, ha affermato Hernandez.

E più di un quarto dei clienti dell’isola non ha il servizio idrico o ha un servizio intermittente, secondo il sistema dei varchi di emergenza.

Nancy Gallarza ripercorre i danni causati dall'uragano Fiona alla sua comunità, rimasta isolata quattro giorni dopo che la tempesta ha colpito la comunità rurale di San Salvador a Caguas, Porto Rico, giovedì.

Nella Repubblica Dominicana, Fiona ha colpito più di 800 famiglie Hanno distrutto 2.262 case, secondo il capo delle operazioni di emergenza del paese, il generale Juan Mendez Garcia.

Ha detto che più di 210.000 case e negozi erano ancora al buio giovedì mattina e altri 725.246 clienti erano senza acqua corrente.

“Era una cosa incredibile che non avevamo mai visto prima”, ha detto alla CNN en Español questa settimana Ramona Santana a Higuay, nella Repubblica Dominicana. “Siamo nelle strade senza niente, niente cibo, niente scarpe, niente vestiti, solo quello che hai addosso… Non abbiamo niente. Abbiamo Dio e la speranza verrà in aiuto”.

Martedì Fiona ha anche minacciato parti delle Isole Turks e Caicos e aree del territorio britannico sono rimaste senza potere all’inizio di questa settimana, in particolare a Grand Turk, South Caicos, Salt Cay, North Caicos e Central Caicos, secondo Anya Williams, governatore ad interim del territorio. . carote.

READ  I modelli di monete per il re Carlo III furono emessi dalla Royal Mint del Regno Unito

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply