un attacco di droni russi abbatte l’approvvigionamento energetico di Kiev; Il rublo sta crollando

L’Unione Europea si impegna a misurare il tetto massimo del prezzo del gas naturale nel tentativo di combattere la crisi energetica

I ministri dell’energia dell’Unione europea hanno approvato lunedì un tetto “dinamico” per i prezzi del gas naturale dopo due mesi di intensi negoziati.

Il tetto dei prezzi del gas è stato controverso per i funzionari europei. Mentre molti Stati membri dell’UE hanno sostenuto che la misura è necessaria per ridurre i costi energetici proibitivi per i consumatori, altri sono preoccupati per il potenziale. Implicazioni di mercato di questa politica.

“Abbiamo fatto il nostro lavoro, abbiamo l’accordo. Un’altra missione impossibile compiuta”, ha detto in una conferenza stampa Josef Sekela, ministro dell’Industria della Repubblica Ceca, che detiene la presidenza del Consiglio dell’Unione Europea.

I ministri dell’energia hanno superato le divergenze e hanno concordato quello che chiamano un meccanismo di correzione del mercato. Verrà attivato automaticamente a due condizioni: se i contratti del gas nel primo mese superano € 180 ($ 191) per megawattora presso l’impianto di conversione Royal Dutch, il principale punto di riferimento per i prezzi del gas naturale in Europa, per tre giorni lavorativi consecutivi; Il prezzo è superiore di 35 euro rispetto al prezzo di riferimento del gas naturale liquido sui mercati internazionali per lo stesso periodo.

La misura sarà applicata dal 15 febbraio. Una volta applicato, verrà fissato un “limite di offerta dinamica” sulle transazioni future sul gas naturale per un periodo di 20 giorni lavorativi.

Leggi la storia completa qui.

– Jenny Reed

Azionisti della società energetica Uniper una chiara via alla nazionalizzazione tedesca

Robert Habeck, ministro tedesco dell’Economia e del clima, a sinistra, Olaf Scholz, cancelliere tedesco e Christian Lindner, ministro delle finanze tedesco, sul molo durante l’inaugurazione dell’unità galleggiante di rigassificazione del gas di stoccaggio di Hoegh Esperanza LNG (FSRU) presso il terminal GNL di Wilhelmshaven, gestito da sniper SE , a Wilhelmshaven, in Germania, sabato 17 dicembre 2022. La Germania ha aperto la sua prima nave a gas naturale liquefatto (GNL) noleggiata dallo stato come il più grande sprint economico europeo per sostituire il gas russo in mezzo a una crisi energetica e temperature gelide. Fotografo: Liesa Johannssen/Bloomberg tramite Getty Images

LisaJohansson | fioreberg | Immagini Getty

Gli azionisti della società energetica tedesca Uniper hanno approvato un pacchetto di salvataggio per il fornitore di gas, aprendo la strada alla sua nazionalizzazione.

READ  2.500 foche trovate morte nel Mar Caspio lungo la costa russa | Russia

Il governo ha annunciato il suo piano per nazionalizzare Uniper a settembre, ampliando l’intervento statale nel settore energetico per prevenire le carenze energetiche derivanti dalla guerra della Russia in Ucraina. L’accordo si basa su un pacchetto di salvataggio iniziale concordato a luglio e include un aumento di capitale di 8 miliardi di euro (8,5 miliardi di dollari) che sarà finanziato dalla Germania.

Come parte dell’accordo, il governo acquisirà circa il 99% del fornitore di energia, precedentemente controllato dalla finlandese Fortum. Il governo finlandese detiene la quota di maggioranza di Fortum.

Uniper ha dichiarato che i suoi azionisti “hanno approvato a larga maggioranza le misure di capitale proposte” in un’assemblea generale straordinaria lunedì.

Ha aggiunto che l’approvazione da parte della Commissione europea ai sensi della legge sugli aiuti di Stato era “prevista nel prossimo futuro”.

– Agenzia di stampa

Putin arriva in Bielorussia per colloqui con Lukashenko

MINSK, BIELORUSSIA – 19 DICEMBRE: (Esci dalla Russia) il presidente russo Vladimir Putin (L) e il presidente bielorusso Alexander Lukashenko (R) durante una cerimonia di benvenuto al Palazzo dell’Indipendenza il 19 dicembre 2022, a Minsk, Bielorussia.

collaboratore | Getty Images Notizie | Immagini Getty

I media statali russi hanno riferito lunedì pomeriggio che il presidente russo Vladimir Putin è arrivato a Minsk per colloqui con il presidente bielorusso Alexander Lukashenko.

L’incontro, il primo di Putin nella capitale bielorussa dal 2019, arriva tra le crescenti preoccupazioni che Mosca possa spingere il suo alleato ad aumentare il suo coinvolgimento militare nella guerra.

Parlando alle agenzie di stampa russe lunedì scorso, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha definito la Bielorussia “l’alleato numero uno” della Russia, ma ha detto che i suggerimenti secondo cui Mosca voleva fare pressioni su Minsk affinché si unisse al conflitto erano “invenzioni stupide e prive di fondamento”.

Karen Gilchrist

Rishi Sunak del Regno Unito è in Lettonia per incontrare gli alleati per discutere dell’Ucraina

Il primo ministro britannico Rishi Sunak è nella capitale lettone Riga per incontrare altri membri della Joint Expeditionary Force (JEF), una coalizione guidata dal Regno Unito di forze armate europee che condividono conoscenze tattiche e conducono esercitazioni congiunte per aumentare l’interoperabilità.

È pronto ad annunciare un nuovo pacchetto di artiglieria per l’Ucraina e sollecitare gli altri Stati membri a continuare a sostenere l’Ucraina. Incontrerà le forze britanniche nella vicina Estonia nel corso della giornata.

Prima della visita, Sunak ha dichiarato in una dichiarazione: “Dal circolo polare artico all’isola di Wight, il Regno Unito e i nostri alleati europei sono stati a pieno ritmo nella nostra risposta all’invasione di Ucrainae rimaniamo fermi nella nostra aspirazione per la pace in Europa ancora una volta… So che questo Summit del Joint Expeditionary Force confermerà solo le nostre strette amicizie e il nostro incrollabile sostegno all’Ucraina”.

JEF comprende Regno Unito, Danimarca, Estonia, Finlandia, Islanda, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia.

– Natasha Turak

Il Cremlino ha smentito le notizie secondo cui la Bielorussia si sarebbe unita al conflitto

Lunedì il Cremlino ha respinto i suggerimenti secondo cui la visita del presidente Vladimir Putin in Bielorussia indicava un coinvolgimento sempre più profondo di Minsk nella guerra.

Il presidente russo Vladimir Putin presiede un incontro con i membri del governo tramite collegamento video presso la residenza del governo di Novo-Ogaryovo fuori Mosca, Russia, 14 dicembre 2022.

Sputnik | Reuters

L’agenzia di stampa russa RIA Novosti ha citato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov dicendo che i rapporti erano “privi di fondamento” e “stupidi” poche ore prima che Putin arrivasse nella capitale bielorussa.

La visita di lunedì pomeriggio di Putin è la prima nell’ex alleato sovietico in più di tre anni e arriva quando il ministero della Difesa bielorusso ha dichiarato di aver terminato una serie di ispezioni sulla prontezza militare delle sue forze armate.

Karen Gilchrist

Zelenskyj chiede a West dei sistemi d’arma

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky lunedì ha invitato i leader occidentali a incontrarsi in Lettonia per presentare un’ampia gamma di sistemi d’arma nella guerra in corso di Kiev con la Russia, ha riferito Reuters.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è mostrato su uno schermo mentre parla tramite collegamento video durante una sessione plenaria del Joint Expeditionary Force (JEF) a Riga, Lettonia, 19 dicembre 2022.

Henry Nichols | Afp | Immagini Getty

“Vi chiedo di aumentare la possibilità di fornire sistemi di difesa aerea al nostro Paese, per contribuire ad accelerare le decisioni rilevanti dei nostri partner”, ha chiesto Zelensky durante il suo discorso in collegamento video alla riunione dei leader a Riga.

READ  Il personale del consolato cinese a Manchester attacca un manifestante filo-Hong Kong

Gli alleati occidentali, tra cui Danimarca, Estonia, Finlandia, Islanda, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia, si stanno radunando nel paese del Mar Baltico per l’incontro guidato dagli inglesi lunedì.

Karen Gilchrist

La Bielorussia afferma che le ispezioni militari sono state completate prima della visita di Putin

Il ministero della Difesa bielorusso ha dichiarato lunedì di aver completato una serie di ispezioni sulla prontezza militare delle sue forze armate, segnalando un possibile passaggio a un ruolo più attivo nel conflitto.

Bielorussia, alleata della Russia, che è servita da punto di partenza per Mosca per lanciare la sua invasione Ucraina A febbraio, nelle ultime settimane, si sono svolte una serie di manovre militari.

Arriva mentre il presidente russo Vladimir Putin si dirige a Minsk lunedì, aggiungendo ai timori che possa fare pressioni sul suo ex alleato sovietico affinché si unisca a un nuovo assalto all’Ucraina.

Karen Gilchrist

Il rublo russo è sceso al livello più basso in sei mesi

Il rublo russo Lunedì è sceso al minimo di oltre sei mesi rispetto al dollaro, poiché i prezzi del petrolio più bassi e i crescenti timori di sanzioni hanno minacciato di danneggiare i proventi delle esportazioni del paese.

Il rublo è stato del 2,4% più debole rispetto al dollaro, scambiato a 66,22 alle 9:00 GMT di lunedì. Il calo ha segnato il livello più basso per il rublo dal 30 maggio.

Karen Gilchrist

Danni piuttosto gravi causati da un attacco di droni russi

Questa immagine mostra un oggetto infrastrutturale energetico vitale mentre brucia dopo un attacco di droni a Kiev, durante l’invasione russa dell’Ucraina.

Sergej Sobinsky | AFP | Immagini Getty

Il governatore Oleksiy Kobyla ha dichiarato, secondo Reuters, che lunedì un attacco di droni russi ha causato danni “abbastanza gravi” nella regione di Kiev.

Tre distretti della regione sono rimasti senza forniture elettriche, ha detto il governatore, dopo che la Russia ha lanciato 35 droni “kamikaze” sull’Ucraina nelle prime ore di lunedì mattina.

Reuters ha riferito che l’attacco, che ha distrutto infrastrutture vitali, ha segnato il terzo attacco aereo di Mosca contro la capitale ucraina in sei giorni.

Karen Gilchrist

Leggi la precedente copertura in diretta della CNBC qui:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply