Il Teatro Danilo Riccini di Ponte Felcino torna a rispledere

Domenica 28 gennaio verrà svelato un “Albo d’Oro” che conterrà tutti i nominativi dei benefattori

0
951
Un momento della inaugurazione del Teatro Danilo Riccini

Ponte Felcino si riappropria di un suo prezioso gioiello. Il Teatro oratorio “Danilo Riccini” si prepara a vivere, domenica 28 gennaio un momento indimenticabile e denso di significati. Protagonisti del pomeriggio teatrale saranno le decine di privati cittadini, aziende ed associazioni di volontariato che, in questi anni, si sono prodigati per reperire gli ingenti fondi necessari a realizzare l’opera.
Non a caso verrà svelato un “Albo d’Oro” che conterrà tutti i nominativi dei benefattori e che, a imperitura memoria, rimarrà stabilmente collocato all’interno della struttura, consultabile da tutti. Altri momenti suggestivi avverranno con la intitolazione di alcuni spazi a personaggi che hanno segnato la storia di Ponte Felcino e Villa Pitignano: una delle sale laterali e la galleria verranno intitolate rispettivamente a Jolanda Farabbi e Lucia Nataloni Belia, che sia in vita che attraverso disposizioni testamentarie, hanno destinato sostanziose risorse per la ristrutturazione dello storico “teatrino”, tanto amato dalla popolazione locale.
Un’altra sala laterale sarà, invece, dedicata a Paolo Salari, che a titolo di volontariato si è sempre impegnato con abnegazione in tutte le iniziative finalizzate al bene comune e la cui giovane vita è stata spezzata da un fatale incidente sul lavoro. Nel corso del pomeriggio verranno proiettati alcuni video che ripercorreranno le interessanti fasi del recupero strutturale, mentre il duo “Sara Belia & Michele Rosati” presenteranno i loro brani musicali. Un buffet offerto a tutti i presenti concluderà in bellezza questo evento così importante per le comunità di Ponte Felcino e Villa Pitignano. L’ingresso è naturalmente libero e tutti sono invitati a partecipare.