Tagliatelle al Ragù di cinghiale

Ricetta della nonna e della tradizione umbra e toscana

0
5255

Redazione Umbria Libera

pubblicato il

13 gennaio 2017 11:41:27

E’ una delle ricette più tipiche della cucina umbra e toscana.
Varie sono i modi di preparazione per il ragù al cinghiale io vi propongo quella che mi è stata tramandata dalla mia nonna. Erano i tipici piatti della tradizione contadina che si mangiavano in modo particolare nei giorni di festa.

Sul nostro territorio

pappardelle al ragù di cinghiale

sono molte le trattorie, i ristoranti e gli agriturismi che le cucinano, ottime sono quelle che si possono gustare all’Antico Casale Urbani in località Scheggino in provincia di Perugia. E’ un procedimento che richiede alcuni giorni di lavoro ma vi assicuro che il risultato è eccezionale.

E’ fondamentale tagliare la carne di cinghiale a pezzi non troppo piccoli e farla marinare per almeno 12 o 24 ore in un litro di vino a cui si deve aggiungere la carota, il sedano, la cipolla, bacche di ginepro, alcuni chiodi di garofano, salvia, alloro. Passato il tempo della marinatura si butta il vino con tutti gli odori e si procede con la preparazione del ragù.

INGREDIENTI
500 grammi di tagliatelle, 300 grammi di polpa di cinghiale, 1 carota, 1 cipolla bianca, 1 costa di sedano, 3 foglie di salvia, alloro, bacche di ginepro, 1 litro di passata di pomodoro, 1/2 bicchiere di vino rosso corposo, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

PREPARAZIONE
Preparare il trito di carota, sedano e cipolla a dadini piccoli, mettere il tutto in un tegame, perfetto è quello di coccio, con un filo di olio. Aggiungere dopo qualche minuto sale, pepe , bacche di ginepro a chi piace anche del peperoncino e continuare la rosolatura. A questo punto unire la polpa di cinghiale tagliata a pezzetti, unire poi la salvia. Quando il cinghiale sarà rosolato per bene, aggiungere il vino e far sfumare; unire la passata di pomodoro. Cuocere a fuoco lento per circa un’ora e mezza. Mettere a bollore le tagliatelle in acqua salata, una volta cotte scolarle direttamente nel tegame con il sugo, far saltare il tutto e servire con un’abbondante spolverata di formaggio grattugiato.