“Sotto la luce della “Madonna del parto” 

| Il Piero della Francesca più bello del mondo |

0
3250
Madonna del parto di Piero della Francesca

di Francesco Castellini

pubblicato il 02 settembre 2017 17:37:03

A soli due chilometri da Citerna, a Monterchi, si trova la “Madonna del Parto” di Piero della Francesca (1455-56 circa), uno dei capolavori della storia dell’arte mondiale, oggetto di devozione fin dall’antichità, la cui bellezza va oltre il visibile.

Un capolavoro così famoso che perfino il cinema l’ha fatto oggetto di culto e di citazioni.
Una delle più famose è quella che si trova nella pellicola “Trappola d’amore”, un film drammatico del 1994 con Sharon Stone e Richard Gere, ambientato in Canada, a Vancouver, nel quale, ad un certo punto un personaggio, un architetto afferma: «Con i figli all’università io e mia moglie volevamo visitare tutti i musei del mondo. In un paesino vicino Arezzo c’è il Piero della Francesca più bello del mondo». Quel paesino è Monterchi, quel Piero è la celeberrima “Madonna del parto”.

La visione è nota: all’interno di una tenda aperta da due angeli, appare la giovane Madonna dal viso luminoso, che mostra il grembo rigonfio.
Poco distante, a circa dieci chilometri, c’è Anghiari, il cui nome è legato alla celebre battaglia dipinta da Leonardo da Vinci in Palazzo Vecchio a Firenze, dove nel Museo Statale di Palazzo Taglieschi è visibile la Madonna col Bambino in legno policromo di Jacopo della Quercia, del 1420 circa.
Altre tappe sono Città di Castello e San Sepolcro.