Sono state scoperte nuove specie di dinosauri con armi leggere come il T. rex

Un fossile di Meraxes gigas, come è stato chiamato il nuovo dinosauro, è stato trovato in quella che oggi è la Patagonia settentrionale dell’Argentina, rivelando che la creatura Era lungo 11 metri (36 piedi) e pesava più di quattro tonnellate, secondo A Uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology Giovedì.

All’epoca l’area era calda e umida con abbondanza di corsi d’acqua e vegetazione tra cui grandi alberi, ha detto alla Galileus Web Juan Canal, capo progetto del Museo di Paleontologia Ernesto Bachmann a Neuquen, in Argentina.

Questo animale carnivoro appartiene al gruppo di dinosauri Carcharodontosauridae, che visse nel periodo Cretaceo, da 145 a 66 milioni di anni fa, secondo lo studio.

Un gruppo di fossili di Carcharodontosauridae è stato trovato negli ultimi 30 anni, ma si sa poco del loro cranio, degli avambracci o dei piedi.

Ciò è cambiato con la scoperta di M. gigas, grazie al fossile straordinariamente completo.

“Per la prima volta conosciamo, in modo così dettagliato, alcune parti dell’anatomia di questi giganteschi dinosauri carnivori”, ha detto Kanal.

I ricercatori hanno trovato un arto anteriore quasi completo, consentendo loro di concludere che M. gigas avesse le braccia piccole di un dinosauro così grande, una caratteristica fisica condivisa con T. rex che ha a lungo confuso i paleontologi.

Hanno anche trovato un cranio e un piede quasi completi, che hanno permesso loro di far luce su come si è evoluto questo gruppo di dinosauri, ha detto Kanal, spiegando che c’era una tendenza verso dimensioni corporee più grandi, teschi più grandi e braccia più piccole in proporzione al corpo.

“C’è stata una specie di corsa agli armamenti”

Il fossile è stato trovato nella Formazione Huincul, dove lo studio ha affermato che i resti di uno dei più grandi animali terrestri conosciuti di tutti i tempi, l’Argentinosaurus huinculensis, sono stati trovati nello stesso periodo del fossile di M. gigas.

READ  Gli scienziati affermano che l'universo potrebbe iniziare a ridursi "in modo significativo" presto

L’area è nota anche per aver ospitato altri carnivori, anche se più piccoli dei dinosauri M. gigas, così come altri tipi di erbivori dal collo lungo.

Gli scienziati hanno scoperto i resti di uno dei più grandi dinosauri predatori in Europa

In genere è molto difficile determinare cosa mangiavano i dinosauri, ha detto Kanal, ma sono stati trovati denti sciolti in siti di scavo dove sono stati scoperti fossili di dinosauri erbivori insieme a dinosauri carnivori.

Questo, ha aggiunto, significa che possiamo dire che M. gigas avrebbe predato, almeno in parte, questi erbivori dal collo lungo come l’Argentinosaurus huinculensis.

“Non è un caso che dinosauri erbivori giganti e dinosauri carnivori giganti vivessero negli stessi ambienti”, ha detto Kanal, che ha spiegato che poiché gli erbivori hanno sviluppato corpi più grandi come forma di difesa, anche i carnivori lo hanno fatto per poterli predare.

“C’è stata una specie di corsa agli armamenti”, ha detto.

“Nessuna relazione diretta” con T. rex

Ma il team dice che M. gigas si è evoluto separatamente in T. rex e si è estinto circa 20 milioni di anni prima che il T. rex camminasse sulla Terra.

Kanal ha detto che sebbene entrambi i dinosauri avessero teste grandi e braccia piccole, i loro scheletri erano molto diversi.

“Non esiste una relazione diretta”, ha detto Kanal.

Kanal ha detto che gli antenati di M. gigas avevano braccia più lunghe e teste più piccole e le loro braccia erano importanti nella caccia, ma questo è cambiato nel tempo.

Ricerche precedenti hanno scoperto che specie di dinosauri come M. gigas e T. rex sviluppavano braccia più piccole quando le loro teste diventavano più grandi.

Kanal ha detto che questo indica che le armi non erano usate per la caccia, e invece usavano le loro teste per uccidere la loro preda.

READ  Allineamento telescopio Webb Consente all'immagine di mostrare una stella

“Quello che penso è che in forme più avanzate… le attività legate alla predazione, come catturare o trasportare prede, avrebbero potuto essere svolte immediatamente con la testa”, ha detto.

Tuttavia, il fossile mostra che sebbene le braccia fossero corte, erano muscolose e i muscoli del torace erano ben sviluppati, ha detto Kanall.

“Questo non corrisponde a un arto che non ha funzione”, ha detto, aggiungendo che avrebbe potuto essere usato per aiutare ad alzarsi da terra o come supporto per la femmina durante l’accoppiamento. I ricercatori non sanno se questo fossile appartenesse a un dinosauro maschio o femmina.

Il team ha anche scoperto che M. gigas aveva decorazioni come creste, scanalature, sporgenze e minuscoli garofani sul cranio, che erano probabilmente usati per attirare potenziali compagni.

Kanal ha detto che c’è ancora molto lavoro da fare su M. gigas e un collega del museo sta scrivendo un trattato sui suoi piedi e sulle sue braccia.

Inoltre, ci sono molti fossili che devono ancora essere scavati nella zona, così come impronte di dinosauri per l’analisi, ha detto.

“Abbiamo molto lavoro da fare”, ha aggiunto Kanal.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply