Serena Williams non mostra gentilezza a Emma Radukan a Cincinnati | Serena Williams

Di fronte alla grandezza di tutti i tempi e alla longevità senza precedenti che copre 27 anni straordinari, il tempo non è sconfitto e alla fine raggiungerà tutti noi. Ogni giorno che passa, la fine della carriera di tennista professionista di Serena Williams si avvicina pericolosamente e le possibilità di un finale spettacolare svaniscono.

Nella finale della sua migliore carriera, la Williams è uscita dal Western e dal Southern Open con una scarsa prestazione nel suo round di apertura. Emma Raduganu Uno che non mette piede regolarmente.

“È fantastico essere onesti. Non riesco a credere di interpretare Serena Williams”, ha detto Raducanu in seguito.

Dopo uno sgradito ritardo di un giorno, Williams e Raducanu sono finalmente arrivati ​​​​martedì sera con una folla fitta in fila sul campo, che sbirciava dallo Stadium Court che si affacciava per guardare i grandi americani prima della sua partita. Quando la Williams è arrivata in campo, la folla le ha rivolto una standing ovation.

È stata una guerra di generazioni lontane, con 21 anni che separavano Williams, 40 anni, da Raduganu, 19. Ma dopo una carriera caratterizzata da innumerevoli ricadute, l’assenza della Williams dal tour per un anno dopo il Wimbledon dell’anno scorso si è rivelata troppo lunga per lei per ritrovare la sua forma migliore.

Williams ha aperto la partita con una terribile partita di servizio di apertura, segnando quattro errori di fila e perdendo i primi cinque punti della partita quando è caduta prontamente in un contropiede. Ha dato il tono a una prestazione scadente verso la fine, poiché ancora una volta ha lottato per stabilirsi in qualsiasi momento sul suo terreno, e la sua mobilità è stata notevolmente ridotta, il che significa che era una papera seduta ogni volta che Radukanu prendeva il controllo.

Dopo un anno sotto i riflettori dopo il suo trionfo agli US Open, è stata una rara opportunità per Raduganu, ancora una volta, avere tutte le telecamere e gli occhi puntati sul suo avversario.

Senza aspettative o inibizioni, Radukanu ha offerto una performance impeccabile. Ha assorbito i primi colpi della Williams, ha pazientemente testato la resistenza del tiro del suo avversario negli scambi prolungati e ha attaccato senza esitazione ogni volta che la palla non riusciva, rivelando la mobilità estremamente limitata della Williams. Ha concluso la partita con 14 vincitori e un errore non forzato.

“[This] Questa potrebbe essere una delle mie ultime possibilità di recitare con lui”, ha detto. “Devi amare questo momento, avrai questo ricordo per il resto della tua vita. Sto solo cercando di sfruttare al meglio ogni punto là fuori e regalarmi i ricordi più belli di quando ho giocato con Serena una volta .”

Emma Raduganu ammira Serena Williams fuori dal campo del Lindner Family Tennis Center. Foto: Robert Branch/Getty Images

Nonostante la sua gioia, Raducanu ha risposto alla sua vittoria con molta meno esultanza, senza nemmeno stringere un pugno quando il diritto di Williams è volato lungo. “Ad essere onesti, ero in soggezione. Penso ‘vieni’ al torneo, mi sono detto perché la rispetto così tanto come atleta, come tennista, come persona”, ha detto.

La scorsa settimana a Toronto, un giorno dopo che la Williams aveva annunciato l’inizio del conto alla rovescia per la fine della sua carriera, è stata sconfitta in due set da Belinda Bencic. Dopo la sconfitta, è rimasto per un raro colloquio in tribunale per un perdente e ha soffocato le lacrime mentre salutava il Canada.

Questa volta, non c’è stata alcuna cerimonia o foglio d’argento, anche se gli organizzatori hanno fatto sfilare champagne attraverso la corte. Williams fece le valigie e se ne andò in un lampo, la sua delusione evidente. Da allora non ha più partecipato alla conferenza stampa post-partita.

Alla Williams è rimasta solo una partita nella sua carriera, ed è ben lontana da come immaginava il risultato. Ora andrà agli US Open e, avendo vinto solo una delle sue tre partite di singolare, la sua ultima partita sarà un’attesa esasperante.

“Penso che dovremmo tutti onorare Serena e la sua straordinaria carriera”, ha detto Raducanu. “Sono così grato per questa esperienza giocando con lei e oltre le nostre carriere. Tutto ciò che ha realizzato è stimolante ed è un vero onore condividere il campo con lei.

Per Raduganu, l’improbabile opportunità di affrontare una giocatrice già famosa prima che la sua esistenza si rivelasse un sogno diventato realtà. Poteva sempre dire di essere andata via con una vittoria dopo aver fissato Serena Williams in campo.

Per i suoi sforzi, Raducanu affronta un altro dei giocatori di maggior successo del prossimo decennio al secondo turno, mentre l’ex numero 1 Victoria Azarenka attende. Radukanu affronta una svolta crudele mentre i due si affrontano nella seconda partita al Centre Court, nonostante l’ultima decisione di Radukanu poiché mercoledì ha anche giocato in doppio con Elena Rybakina.

“Ovviamente nell’ultimo anno ho avuto una grande visibilità su questi grandi giocatori e ogni volta che li giochi, impari da loro e quello che stanno facendo li ha aiutati nella loro carriera”, ha detto. “Sì, sarà una partita difficile domani, di sicuro.”

READ  Uber collabora con le compagnie di taxi gialle a New York

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply