Sanzioni alla Russia: la Commissione europea suggerisce che la soluzione di pagamento del gas di Mosca potrebbe funzionare con le società dell’UE

Il Commissione europea Avvisare le aziende che Mosca Proposta di soluzione da completare pagamenti gas Le sanzioni imposte a causa dell’invasione dell’Ucraina non saranno violate.

“Le imprese dell’UE possono richiedere alle loro controparti russe di adempiere ai propri obblighi contrattuali nello stesso modo in cui lo erano prima dell’adozione del decreto, ovvero depositando l’importo dovuto in euro o dollari”, si legge in un documento diffuso giovedì dalla Commissione europea .

La Russia invade l’Ucraina: aggiornamenti in tempo reale

Mosca Minacciato di staccare la spina sulle forniture di gas in Europa a meno che le aziende non effettuino pagamenti in rubli. Il Cremlino ha collaborato con la compagnia russa del gas Gazprombank per creare un sistema che consenta alle aziende di depositare valuta estera in un conto mentre Gazprom completa le transazioni in rubli.

“Se questi pagamenti non vengono effettuati, considereremo un inadempimento da parte dell’acquirente ai propri obblighi, con tutte le conseguenze che ne conseguono”, ha detto Putin il mese scorso quando il problema è apparso per la prima volta.

READ  Onu condanna il divieto finanziario ai media francesi | notizie sulla libertà di stampa

La commissione inizialmente ha affermato che il programma potrebbe violare le sanzioni, ma questa settimana ha indicato che la proposta non violava necessariamente le sanzioni.

Danni materiali in Ucraina nell’ordine di 60 miliardi di dollari, stima la Banca mondiale

“È auspicabile ottenere dalla parte russa la conferma che questa procedura è possibile secondo le regole del decreto”, afferma il documento, rilevando che le aziende devono dichiarare chiaramente che ritengono che gli obblighi contrattuali siano completati al momento del deposito.

Tutti i pagamenti devono essere effettuati nella valuta originariamente concordata, che sarà quasi tutta in dollari o euro. Bruxelles ha affermato nel documento che ci sono opzioni che potrebbero consentire alle aziende di continuare a pagare legalmente il gas, ma le procedure per garantire le esenzioni non sono ancora chiare.

Il consiglio non è giuridicamente vincolante ma illustra le complessità causate dalle sanzioni contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina.

La Russia potrebbe essere inadempiente per la prima volta in 100 anni: Moody’s

Economia russa Continua a soffrire il dolore delle sanzioni, che rischiano di intensificarsi nei prossimi mesi. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno tagliato tutte le importazioni di energia russe e la Polonia sta lavorando per revocare i propri impegni.

Altri paesi europei, come la Germania, stanno cercando di seguire l’esempio, ma hanno difficoltà a ridurre la dipendenza dalla loro principale fonte di energia. Le compagnie europee hanno firmato contratti per pagare petrolio e gas in dollari o euro, due valute che non hanno valore per la Russia mentre restano in vigore le sanzioni occidentali.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

READ  documento

“Quali sono i suoi pensieri su come ciò potrebbe accadere è ciò che ora esamineremo da vicino”, ha detto Schulz ai giornalisti a Berlino in seguito alla proposta originale per la soluzione di Mosca. “Ma comunque, quello che vale per le aziende è che vogliono e potranno pagare in euro”.

Le aziende hanno ancora la possibilità di aprire conti e discutere le opzioni con Gazprombank, secondo la commissione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply