San Valentino. Festa degli innamorati

In amore è meglio sapere o non sapere?

0
534
Terni. Maratona di San Valentino

San Valentino, la festa degli innamorati e dell’amicizia è molto antica.

Papa Gelasio I, nel 496 la sostituisce alla festa pagana della fertilità, detta Lupercalia che si teneva il 14 e il 15 febbraio.
Il Papa fissa la data del 14 per la celebrazione del santo Valentino, martire, nato a Interamna (Terni) nel 176.

Protettore degli innamorati, incoraggiava ad avere figli. La leggenda lo descrive anche come guaritore degli epilettici e difensore delle storie d’amore, soprattutto se infelici.

E’ famoso l’episodio in cui avrebbe riportato la pace tra due innamorati, regalando loro una rosa.

E’ celebrato in Europa, in altre parti del mondo, ma con date diverse.

Il merito della sua diffusione nella modernità, dovrebbe andare a Geoffrey Chaucer, l’autore dei Racconti di Canterbury.

Il quale alla fine del Trecento scrisse, in onore delle nozze tra Riccardo II e Anna di Boemia, The Parliament of Fowls, cioè Il Parlamento degli Uccelli.

Un poema in 700 versi che associa Cupido a San Valentino.

Questa tesi sembra accreditabile in quanto, verso la metà di febbraio, la natura comincia a risvegliarsi e gli uccelli ad accoppiarsi.

A Parigi, il 14 febbraio del 1400, nasce l’Alto tribunale dell’amore che si ispira all’amor cortese.

Aveva il compito di dirimere le controversie sui contratti d’amore, i tradimenti, e la violenza contro le donne.

I giudici venivano selezionati sulla base della loro familiarità con la poesia d’amore.

Nasce anche lo scambio di Valentine, bigliettini d’amore a forma di cuore o colombe, con l’immagine di Cupido nell’atto di scoccare la freccia.

La più antica Valentina risale al XV secolo, e fu scritta da Carlo d’Orléans, all’epoca detenuto nella Torre di Londra dopo la sconfitta alla battaglia di Agincourt 1415.
Carlo si rivolge a sua moglie con le parole: “Je suis desja d’amour tanné, ma tres doulce Valentinée”.

Dall’Ottocento è diventata una festa anche commerciale con la produzione di bigliettini augurali su vasta scala. Al proposito la Greeting Card Association ha stimato che ogni anno vengano spediti il 14 febbraio, circa un miliardo di biglietti d’auguri, performance che si colloca al secondo posto, subito dopo il Natale.

Il 15 febbraio, San Faustino, data in cui culminavano le antiche feste pagane, è diventata nel Novecento la festa dei single che cercano l’anima gemella.
E Sanfaustino è anche una frazione della conca ternana.

La commercializzazione della festa si è allargata ai doni in mazzi di fiori, in gioielli e cioccolatini, si pensi ai Baci Perugina con dentro il bigliettino d’amore.

di Stella Carnevali