Novembre 27, 2021

Umbrialibera

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Umbrialibera

Salute mentale precedentemente scadente associata ad alti tassi di studi coperti

Numerosi studi dimostrano che l’epidemia ha devastato la popolazione Salute mentale E ha influenzato altre condizioni mentali, ma un nuovo studio ha esaminato le cose da una prospettiva diversa.
Indagato dalla Yale School of Public Health e pubblicato Giornale americano di medicina preventiva, Per stabilire che le persone con problemi di salute mentale prima dell’infezione hanno maggiori probabilità di avere uno sviluppo, gli Stati Uniti hanno esaminato le condizioni di salute mentale a livello nazionale. Infezione del governo 19.

Tra il 2010 e il 2019 un totale di 2.172 distretti (77%) ha registrato aumenti significativi del numero di medie di scarsa salute mentale, con i ricercatori che hanno utilizzato i dati integrati di un’indagine su 2.839 distretti che includevano depressione, stress e problemi emotivi.

Ulteriori ricerche hanno rivelato che più giorni di cattiva salute mentale nel 2019 erano fortemente correlati al tasso di infezioni da COVID-19 nel 2020. I principali ricercatori ritengono che l’epidemia non abbia causato nuovi problemi di salute mentale, ma piuttosto abbia rivelato complicazioni precedentemente trascurate.

READ  La Gran Bretagna dice alla Francia: ritiratevi tra 48 ore o saremo duri

L’analisi ha rivelato che alcuni stati, come Arizona, Montana e Nevada, sono guidati da giorni mentali poveri e tassi di covit.

Salute mentale [illustrative] Pixabay

Yusuf Ransom, il ricercatore capo, ha affermato di sperare che lo studio incoraggi il dialogo sull’urgenza della cura della salute mentale.

“Chiediamo politiche che rafforzino i sistemi di monitoraggio per catturare meglio i diversi effetti sulla salute mentale della popolazione, per affrontare le disuguaglianze sociali che portano a una cattiva salute mentale e [increase] Finanziamenti per creare, sostenere e distribuire uniformemente le risorse per la salute mentale, compresi i centri sanitari nelle comunità americane”, ha affermato.

Ransome ha aggiunto che l’idea dello studio è stata ispirata dal picco dell’epidemia.

“Solo una manciata di studi che esaminano piccole frazioni della popolazione hanno considerato la possibilità di contribuire a un carico di infezione maggiore rispetto all’opposto di una cattiva salute mentale”, ha affermato. “Volevamo esplorare se anche queste relazioni sono di dominio pubblico, per affrontare la mancanza di studi incentrati sull’ambiente e creare prove per rafforzare le richieste di intervento”.