Ryanair costringe i sudafricani a dimostrare la cittadinanza attraverso un test afrikaans

  • Ryanair afferma che si sta muovendo per frenare l’ingresso di titolari di passaporti fraudolenti
  • L’afrikaans è parlato solo dal 12% dei sudafricani
  • Il governo sudafricano reprime i documenti falsi

DUBLINO/JOHANNESBURG, 6 giu. (Reuters) – Ryanair (RYA.I) I viaggiatori sudafricani sono tenuti a dimostrare la loro cittadinanza prima di viaggiare completando un test in afrikaans, una lingua usata solo dal 12% della popolazione identificata da tempo come apartheid e minoranza bianca.

La più grande compagnia aerea europea per numero di passeggeri, che non opera voli da e per il Sud Africa, ha affermato che chiede a qualsiasi passeggero diretto nel Regno Unito dal paese di compilare un “semplice questionario” a causa di quella che ha descritto come un’elevata prevalenza del sud Frode al passaporto africano.

Un portavoce della compagnia aerea irlandese ha dichiarato: “Se non sono in grado di completare questo sondaggio, il loro viaggio verrà rifiutato e verrà emesso un rimborso completo”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il Ministero dell’Interno sudafricano, che ha messo in guardia contro i sindacati che vendono passaporti falsi, ha dichiarato che rilascerà una dichiarazione sul test di Ryanair.

L’Alta Commissione britannica in Sud Africa ha dichiarato su Twitter che il test di Ryanair non era un requisito del governo britannico per entrare nel Regno Unito. L’Alta Commissione irlandese non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Il vettore low cost ha affermato che il test si applicherebbe a qualsiasi titolare di passaporto sudafricano che si rechi in Gran Bretagna da un’altra parte d’Europa con il vettore. La compagnia aerea non ha risposto immediatamente a una domanda sul motivo per cui si applicherebbe a quelle rotte, dato che la Gran Bretagna afferma che non è un requisito.

READ  Nazanin e Ashouri arrivano in Gran Bretagna dopo il calvario della prigione iraniana

Zinhle Novazi, un avvocato sudafricano, ha affrontato la prova viaggiando su Ryanair da Ibiza, in Spagna, a Londra il 29 maggio.

Alcune delle domande includono la denominazione della montagna più alta del Sud Africa, la sua città più grande e un’unica festa nazionale.

“Sono stato in grado di rispondere alle domande”, ha detto Nowazi, che ha imparato l’afrikaans a scuola ma non è madrelingua. Poi le è stato permesso di salire sull’aereo.

Novazi ha scritto al Dipartimento sudafricano per le relazioni internazionali e la cooperazione il 1 giugno ma non ha ricevuto risposta.

Il dipartimento non ha risposto a una richiesta di commento.

Il test ha scatenato una reazione dal Sud Africa a Johannesburg.

“È molto discriminatorio per un intero gruppo di sudafricani che non parlano afrikaans”, ha detto a Reuters Siviwe Jwala.

“Stanno usando questo (il test) in un modo completamente ridicolo”, ha affermato Konrad Steenkamp, ​​​​CEO dell’Afrikaans Language Council.

L’afrikaans è la terza delle 11 lingue ufficiali più parlate in Sud Africa, ed è usata dal 12% dei 58 milioni di persone del Paese. È sempre stato identificato con l’ideologia dell’apartheid ed è stato considerato la lingua ufficiale fino alla fine dell’apartheid nel 1994.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Padric Halpin a Dublino e Promet Mukherjee e Nkopil Dludla a Johannesburg; Montaggio di Alison Williams e James Macharia Chigi

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Le navi russe che trasportavano grano ucraino rubato si sono allontanate dai porti del Mediterraneo, ma non solo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply