Russia e Occidente litigano sui pagamenti del gas in rubli

Le valvole sono fotografate presso la stazione di compressione Atamanskaya, parte del progetto Gazprom Power of Siberia fuori dalla città dell’estremo oriente di Svobodny, nella regione dell’Amur, Russia, il 29 novembre 2019. REUTERS/Maxim Shemetov.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • La Russia deciderà il meccanismo di pagamento del gas entro giovedì
  • I paesi dell’UE sono ancora in disaccordo su come pagare in rubli
  • I paesi del G7 si rifiutano di pagare il gas russo in rubli

(Reuters) – La Russia ha dichiarato lunedì che non fornirà gas gratuitamente all’Europa mentre lavorava per trovare il modo di accettare pagamenti per le sue esportazioni di gas in rubli, ma i paesi del G7 hanno respinto la richiesta.

In una riunione dei leader dell’UE venerdì, non è emersa alcuna posizione comune sulla richiesta della Russia la scorsa settimana che i paesi “ostili” dovrebbero pagare in rubli, non in euro, per il suo gas sulla scia della cooperazione degli Stati Uniti e dei suoi alleati europei in una serie di sanzioni contro la Russia. Per saperne di più

Le preoccupazioni per la sicurezza degli approvvigionamenti aumentano dopo la domanda, poiché le aziende e i paesi dell’Unione europea si affrettano a comprendere le ricadute.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La Banca centrale russa, il governo e Gazprom (GAZP.MM)che rappresenta il 40% delle importazioni europee di gas, entro il 31 marzo deve presentare al presidente Vladimir Putin le sue proposte per il pagamento del gas rublo.

“Non forniremo gas gratuitamente, questo è chiaro”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in una teleconferenza. “Nella nostra situazione, non è possibile e appropriato impegnarsi in cause di beneficenza (con clienti europei).”

READ  L'Australia vuole una "indagine completa" sull'incidente del laser cinese - Morrison

In un’intervista trasmessa più tardi lunedì con la radio pubblica statunitense PBS, quando gli è stato chiesto se il gas sarebbe stato spento per i non paganti, Peskov ha risposto: “Nessun pagamento – niente gas”.

Ma ha aggiunto che la Russia non ha ancora preso una decisione definitiva su come rispondere se i paesi europei si rifiutano di pagare in valuta russa.

Nel frattempo, i ministri dell’energia del Gruppo dei Sette nazioni industrializzate hanno respinto le richieste di pagamento in rubli, ha affermato il ministro tedesco dell’Economia e della protezione del clima Robert Habeck dopo i colloqui con le sue controparti. Per saperne di più

“Tutti i ministri del G7 hanno convenuto che si tratta di una chiara e unilaterale violazione dei contratti esistenti”, ha detto ai giornalisti dopo una conferenza virtuale con i ministri dell’Energia del G7.

Ha detto che i ministri “hanno sottolineato ancora una volta che i contratti conclusi sono validi e le aziende devono rispettarli… Non è accettabile pagare in rubli e invitiamo le aziende coinvolte a non assecondare la richiesta di Putin”.

Sicurezza energetica

Lunedì i prezzi del gas all’ingrosso nei Paesi Bassi e in Gran Bretagna sono aumentati fino al 20% a causa delle preoccupazioni per le forniture di gas russe.

L’Unione europea mira a ridurre di due terzi la propria dipendenza dal gas russo quest’anno e a porre fine alle importazioni di combustibili fossili russi entro il 2027. L’anno scorso le esportazioni di gas russo nell’Unione europea sono state di circa 155 miliardi di metri cubi.

Venerdì, gli Stati Uniti hanno dichiarato che forniranno 15 miliardi di metri cubi di gas naturale liquefatto all’Unione europea quest’anno. Per saperne di più

READ  Gli Usa impongono sanzioni alle figlie di Putin, più banche russe

Gli impianti di GNL statunitensi stanno producendo a pieno regime e gli analisti affermano che la maggior parte di qualsiasi gas aggiuntivo statunitense inviato in Europa dovrebbe provenire da esportazioni che altrimenti andrebbero altrove.

Il deputato russo Ivan Abramov ha affermato che il rifiuto del G7 di pagare il gas russo in rubli porterebbe a un’apparente interruzione delle forniture, secondo l’agenzia di stampa RIA.

Abramov è membro della commissione per la politica economica del Consiglio della Federazione, la camera alta del parlamento russo.

Habeck, il presidente della Germania, ha definito la Russia un “fornitore di energia inaffidabile”.

In risposta a una domanda su cosa accadrà se la Russia interromperà le consegne di gas, ha aggiunto: “Siamo pronti per tutti gli scenari, non solo da ieri”.

Tuttavia, gli esperti hanno affermato che l’UE lotterà per sostituire tutte le esportazioni di gas russe in un breve periodo di tempo. Per saperne di più

I dati degli operatori hanno mostrato che le spedizioni di gas russo in Europa attraverso tre principali gasdotti sono stabili lunedì, con il gasdotto Yamal-Europa che continua a fluire verso est dalla Germania alla Polonia. Per saperne di più

Gazprom russo (GAZP.MM) Ha affermato che continua a fornire gas naturale all’Europa attraverso l’Ucraina in linea con le richieste dei consumatori europei.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Reuters. Scritto da Nina Chestney; Montaggio di David Evans e Stephen Coates

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply