Roman Abramovich: Morte e distruzione in Ucraina oscurano l’eredità dell’oligarchia russa a Chelsea

Il sanguinoso conflitto in Ucraina e l’indignazione internazionale per l’invasione russa hanno portato a una rinnovata attenzione su Abramovich e sulla sua proprietà del Chelsea.

È un focus che ha messo in evidenza l’attrito conflittuale tra sport e politica: il proprietario del calcio da sogno Abramovich – così adorato da molti tifosi del Chelsea – contro l’oligarca russo Abramovich.

Dopo l’inizio della guerra, quando l’Occidente ha risposto con sanzioni contro la Russia e i suoi oligarchi, i beni di Abramovich – incluso il Chelsea – sembravano sempre più vulnerabili a un ambiente finanziario più punitivo e ha rapidamente annunciato i suoi piani per vendere il club.

Sarà il Chelsea alquanto protetto Dalle sanzioni, è consentito continuare a completare le sue installazioni con una licenza speciale. Ma questo significa che il club non è in grado di vendere merce o biglietti per le prossime partite, impegnarsi nel mercato dei trasferimenti o emettere nuovi contratti ai giocatori sotto la proprietà di Abramovich.
Il mese scorso, il legislatore britannico Chris Bryant Abramovich ha chiesto la perdita della proprietà del Chelsea dopo aver visto un documento trapelato del Ministero degli Interni del Regno Unito del 2019 che citava preoccupazioni sul fatto che il 55enne avesse “collegamenti con lo stato russo e associazione pubblica con attività e pratiche corrotte” . disse il vice Parlamento.
secondo ReutersNegli ultimi anni, Abramovich ha ottenuto la cittadinanza portoghese e israeliana.

“Certo, il signor Abramovich non dovrebbe essere in grado di possedere una squadra di calcio in questo paese?” ha detto Bryant.

Il rappresentante di Abramovich non ha risposto alla richiesta della CNN di commentare la punizione dell’oligarca.

Spinto dal massiccio investimento finanziario di Abramovich – oltre $ 1,99 miliardi secondo un prestigioso blog di affari di calcio. Svizzero Ramble Il Chelsea ha goduto di un periodo di successi senza precedenti dall’acquisizione del club da 233 milioni di dollari nel giugno 2003.
“Non voglio sbarazzarmi dei miei soldi”, Abramovich Ha detto alla BBC Dopo l’acquisizione, “Ma è davvero una questione di divertimento e questo significa successo e premi”.

Durante i 19 anni sotto Abramovich, il club ha accumulato ben 21 trofei, secondo il Chelsea. Dopo aver vinto il FIFA Club World Cup ad Abu Dhabi il mese scorso, il Chelsea ha ufficialmente vinto un importante trofeo a disposizione del club.

Grazie, signor Abramovich.

È la gratitudine per questa epoca d’oro che ha alimentato un’ondata di adulazione per i pochi quando ha annunciato la sua imminente vendita del club, tra i fan e tra gli ex giocatori.

“The Best”, l’ex capitano John Terry cinguettareaccompagnato da una foto di lui e Abramovich che celebrano un’altra vittoria in Premier League nel 2017.

Una dichiarazione del consiglio di amministrazione del Chelsea Supporters Trust (CST) ha riassunto la più ampia effusione di emozioni tra i fan del club sui social media, ringraziando Abramovich per la sua “passione, passione e dedizione” durante un periodo che è stato “un successo senza precedenti”.

“I tifosi del Chelsea non dimenticheranno mai tutto ciò che ha fatto per il nostro club. Grazie Mr. Abramovich,” affermazione Pubblicato prima che il governo del Regno Unito annunciasse le sanzioni.

Secondo Richard Weeks, uno dei fondatori del gruppo di fan del Chelsea We Are The Shed, l'”Impero Romano” ha contribuito a realizzare i sogni più sfrenati dei fan.

READ  Rice acquisisce Garrett Clevenger dai Dodgers

“Gli ultimi 20 anni hanno permesso ai tifosi del Chelsea di vivere le loro vite migliori”, ha detto Wakes alla CNN prima che Abramovich fosse penalizzato.

“Viaggiare per il mondo per vincere e celebrare i più grandi trofei del calcio, semplicemente non si può chiedere di più, e per questo motivo Roman resterà per sempre nel cuore di tutti i tifosi del Chelsea.

La fine dell’Impero Romano con il Chelsea come ‘campione del mondo’ non avrebbe potuto essere una conclusione più adatta a questo capitolo della nostra storia”.

‘aria che brucia’

Se gli ultimi 19 anni sono stati pieni di ricordi d’oro e premi dopo la Coppa, i giorni e i mesi a venire sembrano ancora più misteriosi.

Alla luce delle sanzioni imposte ad Abramovich e dell’impatto sul Chelsea, il club ha emesso a affermazione Sottolineando che cercherà “il permesso di modificare la licenza al fine di consentire al club di operare il più normalmente possibile”.

In mezzo a questo tumulto, la commissione per la scienza e la tecnologia ha chiesto che le voci dei suoi sostenitori siano ascoltate.

“I fan dovrebbero impegnarsi in qualsiasi conversazione riguardo agli effetti continui sul club e sulla sua base globale di fan”, ha affermato il gruppo in una nota. Twitter.

“La commissione per la scienza e la tecnologia fa appello al governo affinché un processo rapido riduca l’incertezza sul futuro del Chelsea e affinché i tifosi e i tifosi ricevano una quota d’oro come parte della vendita del club”.

Le sanzioni impediscono anche la vendita del club fino al rilascio di apposita licenza.

Nella sua dichiarazione iniziale, pubblicata sul sito web del club prima della punizione, Abramovich ha affermato che il ricavato netto della vendita sarebbe stato devoluto a una fondazione istituita “a beneficio di tutte le vittime della guerra in Ucraina”.

READ  Josh Allen di Bills sarà attivo e dovrebbe iniziare al fianco di Vikings

Questa affermazione era chiaramente ambigua su chi potesse essere specificamente una vittima; I critici di Abramovich hanno notato che la formulazione potrebbe anche consentire alla sua nuova fondazione di sostenere le famiglie dei soldati russi.

“Roman Abramovich è molto sensibile a ciò che sta accadendo ora”, ha detto alla Galileus Web Mikhail Khodorkovsky, un oligarca in esilio e critico di Putin prima dell’annuncio delle ultime sanzioni.

Non ho informazioni, ma non riesco a immaginare che abbia preso una decisione senza prima consultare Putin.

“In ogni caso, ciò significa che c’è un soffio di aria bruciata all’orizzonte. Quello che sente è un fuoco che brucia sotto il presidente Putin”, ha detto Khodorkovsky, riferendosi ai piani di Abramovich di vendere il Chelsea.

Nel 2018, il Tesoro degli Stati Uniti ha rilasciato i nomi di 210 importanti personalità russe, dal nome La lista di Putin.

All’amministrazione è stato chiesto di nominare le società e gli individui e valutare se sanzionarli in base alla legislazione volta a punire la Russia per la sua ingerenza nelle elezioni statunitensi del 2016, nonché per le sue violazioni dei diritti umani, l’annessione della Crimea e le operazioni militari in corso nell’est Ucraina. .

Il senatore russo Konstantin Kosachev ha detto in un post su Facebook all’epoca che l’elenco, che include Abramovich, era letto come se gli Stati Uniti avessero “semplicemente riscritto l’elenco telefonico del Cremlino”.

Ma se l’attuale ricchezza e l’apparente sicurezza di Abramovich in Russia riflettono un’affinità con Putin, questo potrebbe essere ciò che lo ha messo a rischio con il governo del Regno Unito.

Lo ha detto il governo del Regno Unito in una lettera affermazione Giovedi. Da allora, anche il Canada ha sanzionato Abramovich.
Abramovich Ha fatto fortuna con l’acciaio e gli investimentiapprofittando della privatizzazione di massa che ha caratterizzato la premiership di Boris Eltsin all’indomani della caduta dell’Unione Sovietica.
La fortuna di Abramovich, del valore di $ 14,5 miliardi nel 2022 da Forbesha avuto un’influenza all’interno dei circoli politici russi quando è stato eletto per la prima volta alla Duma di Stato e poi nominato governatore della Chukotka dal 2000 al 2008.

recettore neurale

Mentre Wikes ha ammesso che lo status del prossimo proprietario come un oligarca ha giocato nella sua mente nel 2003, ha aggiunto che i fan avrebbero poco potere per invertire l’acquisizione indipendentemente dai loro sentimenti.

Wikes ha detto: “I fan del Chelsea non hanno scelto di essere acquistati, ed è improbabile che qualsiasi ritorno sui propri passi possa cambiare la decisione in quel momento se avessimo smesso di pensare alla morale dietro di essa.

READ  Il portale di trasferimento sta per diventare ancora più brutale quando la NCAA consente ai giocatori di trasferire più volte

“Le persone oggi sono più disposte a guardare le cose un po’ più a fondo, a capire il bene dal male e, in termini di squadra di calcio, vogliono sapere che chiunque rappresenti la loro squadra si adatta alle loro ideologie e convinzioni. Questa è una buona cosa.

“Solo il tempo ci dirà se il modo in cui ci sentiamo riguardo al suo personaggio cambierà, ma per ora non si può negare la felicità che ha portato ai fan del Chelsea durante la sua permanenza qui e gliene siamo grati”.

Questa divisione tra apprezzamento e critica è stata dimostrata nelle partite di campionato del Chelsea al Burnley il 5 marzo e al Norwich City il 10 marzo.

Dove hanno applaudito per un minuto in onore dell’Ucraina prima della partita di Burnley, Auguri ad Abramovich può essere ascoltato Sky Sport Trasmesso prima di essere fischiato dagli spalti.

I canti hanno attirato le critiche dell’allenatore del Chelsea Thomas Tuchel dopo la partita.

“Se mostriamo solidarietà, siamo solidali e dobbiamo farlo insieme. Ci inginocchiamo insieme, se una persona importante di altri club o del nostro club purtroppo muore, mostriamo un minuto di rispetto”, ha detto Tuchel ai giornalisti dopo la partita. Che il Chelsea ha vinto 4-0.

“Non è il momento di dare altri messaggi, è un momento per mostrare rispetto. Lo stiamo facendo perché è quello che siamo anche come club, mostrare rispetto come club. Abbiamo bisogno che i nostri tifosi si impegnino per questo momento di applausi a il momento.

“Lo stiamo facendo per l’Ucraina, non c’è una seconda opinione sulla situazione lì. Hanno le nostre idee e il nostro sostegno, e dobbiamo stare insieme come club”.

Giocatori, funzionari e tifosi si sono uniti per un minuto di applausi per segnalare pace e simpatia per l'Ucraina in vista dello scontro di Burnley con il Chelsea.

Dietro questo mix di sentimenti tra i fan c’è un altrettanto forte senso di ansia. Le voci sui potenziali acquirenti continuano a circolare, ma resta da vedere quando verrà chiarito il futuro del club.

Chi sarà il nuovo proprietario? Saranno in grado o disposti a investire gli stessi soldi di Abramovich? Cercheranno di tenere il Chelsea lontano da Stamford Bridge?

Dopo quasi due decenni di attesa solo per il successo, queste e altre domande sono nella mente di Wikeez.

“Alla fine, Roman ha chiarito che possedere il Chelsea non è mai stato un guadagno economico, il nuovo proprietario sarebbe caduto in questo modo?

“Questo è preoccupante, perché alla fine potrebbero essere i tifosi a pagarne il prezzo”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply