Risultati della NASCAR Cup Series ad Atlanta: Chase Elliott domina Quaker State 400 per la terza vittoria del 2022

Sono passati quasi 30 anni dall’ultima volta che i fan delle corse hanno visto un pilota nato in Georgia, in particolare uno di una certa famiglia di corse di Dawsonville, all’Atlanta Motor Speedway. In un’altra drammatica gara di Atlanta che ha tenuto tutti a indovinare fino alla fine, la bandiera a scacchi è finalmente andata a un’altra Georgia.

Dopo aver condotto due giri in un finale frenetico, Chase Elliott ha vinto il Quaker State 400 bloccando Corey Lajoie per guadagnare la sua terza vittoria della stagione 2022 e la sua prima all’Atlanta Motor Speedway. È stata la prima vittoria di Elliott per un pilota nato in Georgia all’Atlanta Motor Speedway da quando il padre di Chase, Bill Elliott, ha vinto l’ultima gara della stagione 1992.

Dopo che cinque diversi piloti hanno vinto due gare in questa stagione, le tre vittorie di Elliott sono le più alte di qualsiasi pilota quest’anno, portandolo al campionato della stagione regolare e in cima alla classifica dei playoff.

Quaker State 400 risultati non ufficiali

  1. #9 – Insegui Elliott
  2. #1 – Ross Chastain
  3. #2 – Austin Cindric (R)
  4. #43 – Eric Jones
  5. #12 – Ryan Blaney
  6. #99 – Daniel Suarez
  7. #31 – Justin Haley
  8. #10 – Aric Almirola
  9. #19 – Martin Truex Jr.
  10. #4 – Kevin Harvick

Come ci si potrebbe aspettare, la vittoria di Chase Elliott è stata molto popolare tra il pubblico di Atlanta, che ha chiarito la propria approvazione mentre Elliott ha festeggiato in testa dopo aver fatto una mossa aggressiva per proteggere il suo vantaggio alla curva 1 all’ultimo giro.

“Ovviamente so che avrà una grande corsa”, ha detto Elliott a NBC Sports. “Non volevo davvero dargli il fondo, ho solo cercato di dargli un blocco vero, buono, aggressivo. Mi sentivo come se avessi abbastanza spazio per dare il secondo, e lui era proprio lì. Il lato destro di il mio paraurti posteriore Quindi la parte posteriore del paraurti è stata sufficiente per spingermi in avanti.

“Odio fare a pezzi alcune macchine, ma non so cosa fai. O vai per la vittoria o no. Scelgo l’opzione ogni giorno della settimana”.

READ  Incidente in miniera in Russia: il bilancio delle vittime in un incidente in una miniera di carbone siberiana ha superato i 50.

Ecco di più dai risultati delle movimentate 400 miglia:

Corey chiama il suo colpo

Fino ad oggi, Corey Lajoie ha costruito credibilità come pilota della Cup Series perché il suo team Spire Motorsports non ha i fondi o le risorse per competere settimana dopo settimana. I tracciati di drafting sono l’occasione per Lajoie di competere e, dopo aver terminato il miglior quinto in carriera in primavera, ha chiarito quale approccio sta adottando ad Atlanta.

“Se è una super speedway, dobbiamo passare all’offensiva, lanciare un’Ave Maria ed essere in grado di rubarne una”, ha detto LaJoie. Durante una conferenza stampa tenutasi martedì.

Quello che è successo domenica è stato il sogno febbrile degli ultimi 50 giri di Lajoie: ha corso tra i primi cinque durante gli ultimi giri della gara, conducendo più volte per un totale di 19 giri e mettendosi in condizione di vincere con un grande lancio. Riparte con otto giri. Lajoie ha guidato l’ultima ripartenza a tre giri dalla fine, ha perso il comando a favore di Elliott a due dalla fine, ma è entrato alla curva 1 nell’ultimo giro e ha lavorato per impostare la mossa vincente.

Per fare una corsa a Elliott, Lajoie ha guardato fuori da Elliott e ha tirato. Ma Elliott è stato in grado di lanciare la barriera su Lajoie, e Lajoie è finito sul muro esterno, girando all’interno e portando con sé Kurt Busch, finendo 21esimo e diventando uno dei sconvolgimenti più scioccanti nella recente storia della NASCAR. Invece uno dei più grandi spezzacuori.

“È stato bello mandarlo in onda per una volta”, ha detto LaJoie a NBC Sports. “Ho fatto una mossa e non ha funzionato, ha fatto un buon blocco e purtroppo la sirena è suonata a Dawsonville… Vorrei che l’auto n. 7 fosse in Victory Lane. Ma se continuiamo a correre così. Continuate così , quel momento verrà”.

Rose Chastain contro il mondo

Dopo essere arrivato secondo, Pierpont sulla parte anteriore dell’auto di Ross Chastain ha raccontato bene la storia della sua giornata: il paraurti di Chastain è stato utilizzato, gli incidenti sono continuati e molti piloti erano arrabbiati con Ross Chastain.

READ  Morto a 90 anni l'eroe anti-apartheid Desmond Tutu, premio Nobel

In primo luogo, Chastain è salito sul retro di Martin Truex Jr. e lo ha fatto girare a metà gruppo, innescando un tamponamento di nove auto e mandando Austin Dillon contro il muro, lasciandolo terrorizzato dalla guida di Chastain. Più tardi, Aric Almirola era così irritato dalla guida di Chastain che osservò con rabbia che “spero di non vederlo al Food Lion” più tardi quella settimana.

Poi, verso la fine della gara, Chastain ha perso il naso alle curve 3 e 4 ma è rimasto sull’acceleratore, spingendo Denny Hamlin contro il pannello laterale posteriore sinistro di Hamlin, facendo girare Hamlin e rinnovando la rabbia di Chastain contro Gateway il mese scorso.

Sebbene Hamlin non si sia vendicato di Chastain – è stato catturato in un altro incidente poco dopo e non ha avuto alcuna possibilità – ha offerto più parole di cautela dopo la gara.

“Ognuno ha diversi livelli di tolleranza e, naturalmente, ho raggiunto il mio picco,” Hamlin ha detto ai giornalisti dopo la gara. “Tutto si risolve da solo alla fine.”

Spiegando l’esito del suo incidente con Hamlin, Chastain ha detto di aver sopravvalutato la velocità con cui poteva andare a metà curva a causa dei danni alla sua auto prima di perdere il muso e stava cercando di spiegarlo ad Hamlin.

“Sai se mi fossi imbattuto in lui mi sarei preso la piena responsabilità. Ma ero troppo danneggiato ed ero troppo stretto”, ha detto Chastain ai giornalisti. “Abbiamo fatto molto per liberare la macchina, ma era molto stretta e non riuscivo a tenere l’acceleratore come prima.

“Ne ho presi altri, ma non abbastanza. Non lo metto da nessuna parte vicino agli altri incidenti.”

Riepilogo dei risultati della gara

  • La serie di vittorie consecutive di Austin Cindric nella top ten continua quando è arrivato terzo per il suo miglior piazzamento da quando ha vinto la Daytona 500 a febbraio. Cindric ha ora avuto quattro primi 10 di fila, due dei quali tra i primi cinque.
  • Con il suo quarto posto, Eric Jones ha ottenuto il suo secondo posto tra i primi cinque della stagione e il suo sesto tra i primi dieci. Dal momento che Arik Almirola ha disputato tre piste nel 2017, è un numero minore. La 43 ha ottenuto un piazzamento tra i primi cinque, così come il pilota, e ha eguagliato Jones. Le 10 migliori uscite del 2021
  • Quando Cole Custer è passato e ha preso parte all’incidente nell’ultimo giro, sembrava che gli dei delle corse gli si fossero rivolti di nuovo contro. E poi, finalmente, un po’ di fortuna: Custer ha continuato a girare e mantenere il suo ritmo, che ha portato al suo nono posto e, infine, al suo primo posto nella top-10 della stagione.
  • Un altro grande giorno per Harrison Burton. Burton ha condotto due volte il record di nove giri in carriera e ha concluso 10 ° per il primo posto tra i primi 10 della sua carriera in Coppa.
  • Bubba Wallace è stato un non-fattore in una gara di speedway per la prima volta da un po’ di tempo, con un’auto che non si comportava a suo piacimento e alcuni danni dopo un incidente raccolto a metà gara. Ma non è stato affatto male, dato che Wallace ha tenuto pulito il naso durante gli ultimi giri per finire 14°, il suo quinto-quindicesimo posto dell’anno.
  • Michael McDowell inizialmente correva tra i primi 10, ma i danni causati da un incidente di nove auto alla curva 2 lo hanno portato a far cadere una gomma ea tre giri di svantaggio. Ma McDowell è rimasto in gara, riguadagnando il giro di testa e tornando a casa 15°.
  • Christopher Bell è stato un fattore determinante tutto il giorno fino a un auto-giro alla fine. Sebbene l’incidente di Bell sia stato solo un’innocua scivolata sull’erba interna, l’attenzione al pit stop che è seguita ha immediatamente causato la caduta dell’auto di Bell dalla sua vettura perché la ruota posteriore destra non era sufficientemente stretta. Bell è arrivato 19°.
READ  Classifica del torneo commemorativo 2022: Billy Horschel è passato al terzo round con un vantaggio di cinque colpi di 65 punti.

Prossima gara

La NASCAR Cup Series rallenta leggermente la prossima settimana, mentre domenica prossima alle 15:00 ET si dirigeranno verso il Magic Mile of Northeast e il New Hampshire Motor Speedway per l’Amper 301.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply