Rafael Nadal subisce un infortunio al piede ricorrente in vista degli Open di Francia

Il Campione del Grande Slam 21 volte Ha saltato gran parte della scorsa stagione a causa di un infortunio e dice che sta ancora imparando a vivere e giocare attraverso il dolore.
Lo spagnolo sembrava soffrire molto alla fine della sua ultima partita di giovedì, venendo sconfitto Denis Shapovalov nell’Open d’Italia.

“Sono un giocatore che vive con un infortunio”, ha detto Nadal ai giornalisti dopo la partita. “Non è una novità, è qualcosa che esiste”.

“Purtroppo, il mio lavoro quotidiano è duro, francamente. Anche così, ci sto provando davvero duramente… Può essere frustrante perché molti giorni non riesco ad allenarmi nel modo corretto”.

All’inizio di maggio, Nadal ha detto ai media dopo la sua drammatica vittoria agli ottavi di finale su David Goffin all’Open di Madrid di aver avuto un “infortunio cronico e incurabile”.

Ha continuato: “Quando gioco, a volte mi fanno male i piedi. Se mi vedi tutti i giorni, non ti preoccuperai. Ho sempre dolore ai piedi, soprattutto dopo aver giocato una partita di tre ore o un lungo allenamento. Ho finito per camminare un po’ male”.

“Ma ho un infortunio cronico che non ha cura. Fa parte della mia vita, ed è lo svantaggio di non riuscire a finire la partita in anticipo. A breve penso di stare bene, fisicamente, ma anche parlando di i miei piedi, devi adattarti alla concorrenza”.

Allenarsi attraverso il “dolore”

Il 35enne ha fatto un’impressionante rimonta dopo una lunga pausa per infortunio l’anno scorso vincendo gli Australian Open a gennaio, ma ha detto che il problema al piede era “duro”.

Ha confermato che avrebbe portato il suo medico all’Open di Francia per gestire al meglio l’infortunio.

READ  Boston Marathon 2022: aggiornamenti e risultati in tempo reale

“La prima cosa che devo fare è non avere difficoltà ad allenarmi”, ha aggiunto Nadal, appena tornato da un infortunio alla costola subito ad Indian Wells a marzo.

“E’ vero che durante l’Open di Francia, Roland Garros, porterò con me il mio medico. A volte aiuta perché si possono fare delle cose”.

“Nei giorni positivi e in quelli negativi, devi rimanere fermo e apprezzare tutte le cose che mi sono successe in modo positivo”.

Il Roland Garros andrà in diretta dal 22 maggio al 5 giugno.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply