Questi sono i posti più costosi in cui lavorare all’estero nel 2022

Hong Kong è stata classificata la città più costosa in cui vivere e lavorare all’estero quest’anno, secondo un nuovo rapporto che evidenzia l’impatto dell’aumento del costo della vita e del deterioramento delle tendenze macroeconomiche sul mercato degli espatriati.

La città è cresciuta di un posto Indice del costo della vita Mercer 2022 Per riconquistare il centro della scena dopo essersi scontrato con lui 2° posto nel 2021 Da Ashgabat, Turkmenistan. È la quarta volta in cinque anni che la piazza finanziaria asiatica è stata classificata come la località più costosa per i lavoratori stranieri.

La rinascita di Hong Kong è stata in parte trainata dalle crescenti pressioni inflazionistiche, che hanno fatto aumentare il costo della vita in tutto il mondo. Nel frattempo, le restrizioni Covid in corso e la maggiore volatilità politica hanno reso più costoso risarcire i dipendenti assegnati lì, ha affermato il partner di Mercer Vince Cordova. CNBC Fallo.

“Parte di esso è il mercato immobiliare”, ha detto Cordova, osservando che l’ambita sistemazione ora è più costosa, facendo aumentare il costo dei pacchetti per espatriati.

“L’altra parte è il costo di beni e servizi e anche l’incertezza politica. Le persone che ci saranno dovranno spendere di più per vivere bene”, ha detto.

era la città Collisione di 13 posti nell’unità di informazione economica Indice di vivibilità globale 2022 La scorsa settimana, in mezzo a quella che l’Economist Intelligence Unit ha descritto come la sua perdita di libertà politica e culturale.

Hong Kong ha classificato l’Asia tra le prime cinque città dominate dalle città svizzere nel Mercer Cost of Living Index 2022: Zurigo, Svizzera è al secondo posto al mondo in termini di costo dei lavoratori stranieri, seguita da Ginevra (terza), Basilea (quarta) e Berna. (Quinto).

READ  ERCOT pubblica un avviso di "condizioni della griglia stretta" quando il clima invernale arriva nel nord del Texas - NBC 5 Dallas-Fort Worth

Cordova ha affermato che ciò è dovuto alla forza del franco svizzero, che fino a poco tempo fa si è mantenuto stabile contro l’apprezzamento del dollaro USA, la valuta di riferimento nel rapporto di Mercer.

Come funziona

L’indice annuale del costo della vita di Mercer, giunto al suo 28° anno, è progettato per aiutare le aziende e i governi a determinare i pacchetti salariali per i dipendenti espatriati misurando i costi di alloggio e i prezzi di beni e servizi all’interno dei mercati locali rispetto al loro costo relativo a New York City.

L’indice di quest’anno ha classificato 227 città e ha preso in considerazione i prezzi di oltre 200 articoli, appartenenti a categorie come cibo, trasporti, alloggio e cura della persona, a partire da marzo 2022.

Cordova ha affermato che, a differenza degli anni precedenti, il rapporto 2022 ha anche evidenziato la crescente prevalenza del lavoro a distanza, con più aziende che lo utilizzano come strumento per decidere le proprie politiche di lavoro flessibile.

“Una delle conseguenze della pandemia è stata il concetto di lavoro da qualsiasi luogo, con sempre più dipendenti che ora chiedono ai datori di lavoro se possono sostenerlo”, ha affermato.

“Le aziende ora vogliono alcune informazioni sull’impatto economico di questo processo di mobilità, ed è così che stiamo assistendo all’espansione della mobilità”, ha aggiunto.

Ecco un riepilogo delle 10 città più costose per gli espatriati, secondo i risultati di Mercer.

Le città più costose per gli espatriati

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply