Quello che ti sei perso agli US Open mentre eri incollato a Serena Williams

Il Serena Williams Lo spettacolo è finito, è molto probabile che farà bene nel tennis agonistico. Anche se Williams continua a dire “non si sa mai”, l’attuale allenatore Eric Hechtman e l’allenatore di lunga data Rick Mache hanno i loro dubbi.

“Finora, credo che potremmo dire che è finita, ma come dice lei, la porta non è stata chiusa a chiave, vero?” Hechtman ha detto sabato. “Direi che c’è una crepa aperta.”

“Solo la mia intuizione, ma penso che lei e Venus continueranno a giocare in doppio”, ha detto Mackey, la cui accademia in Florida era la vecchia regola per le sorelle in gioventù. “Hanno due dei migliori servizi al mondo e due dei migliori ritorni al mondo, e nel doppio devi solo coprire metà campo. Quando le sorelle Williams giocano insieme, è il più grande spettacolo al mondo. Tutto è possibile. .”

La famiglia Williams è già piena di sorprese e si divertono con il loro pop. Ma ciò che è chiaro al 100% è che sono fuori dagli US Open e così via L’epopea dell’addio di Serena al culmine della prima serata Non sarebbe l’enorme storia che blocca tutta la luce nella sala stampa (o almeno nella sala stampa americana).

“Secondo me è tutto protagonista”, ha detto la testa di serie Daniil Medvedev. Difendere il campione degli US Open maschili.

Ma c’era un grande torneo del Grande Slam in corso per quasi una settimana a New York. Recuperiamo ciò che ti sei perso:

Nel 2021, due adolescenti multiculturali stanno realizzando praticamente tutto ciò che sembra possibile nel tennis (e oltre). Leila Fernandez, una canadese non classificata di 19 anni con radici nelle Filippine e in Ecuador, è stata eliminata dalla favorita dopo la candidatura per raggiungere la finale femminile. Emma Raducano, una diciottenne britannica nata in Canada con radici in Cina e Romania, ha sconfitto Fernandes in quella finale, diventando la prima qualificazione nella lunga storia del gioco a vincere un titolo del Grande Slam in singolo.

Ma la mezzanotte ha suonato all’inizio di quest’anno e il carro si è trasformato in una zucca al primo round per Radocano, che Ha perso contro la francese Alize CornetAl secondo turno, Fernandez ha perso contro la russa Lyudmila Samsonova.

Non c’era vergogna in nessuna delle due sconfitte. Cornet sta giocando il miglior tennis della sua carriera all’età di 32 anni, battendo la prima testa di serie Iga Swiatek a Wimbledon. Samsonova ha vinto due titoli sul cemento che hanno portato agli US Open.

READ  I Cleveland Guardians non hanno nuovi casi di COVID-19; Monumento coach Karl Willis da gestire

Ma i primi risultati sottolineano sicuramente quanto sia stato folle e brutale il World Open dell’anno scorso. veramente.

Mentre Serena si stava infilando le scarpe da ginnastica e parlare di “Evolvendosi lontano dal tennis”, alcuni dei suoi colleghi meno conosciuti non hanno avuto problemi a pronunciare la “R”, tra cui due professionisti americani di lunga data, Christina McHale e Sam Querrey.

McHale, la 30enne del New Jersey, ha annunciato il suo ritiro con discrezione dopo aver perso al primo turno dei playoff. È diventata una professionista all’età di 17 anni ed è arrivata rapidamente al terzo round di tutte e quattro le major, raggiungendo il numero 24 nel mondo nel 2012.

“Sono così grata di aver avuto l’opportunità di realizzare il mio sogno d’infanzia in tutti questi anni”, ha detto sul suo account Instagram.

Querrey, un 34enne californiano con uno stile rilassato e un gioco potente più adatto ai campi veloci, ha vinto 10 titoli in tournée in singolo e ha raggiunto la posizione numero 11 nella classifica dei singoli nel 2018, dopo un anno in cui è stato in testa ai big. Serve in semifinale a Wimbledon. L’All England Club è stato il luogo in cui Querrey ha ottenuto la sua più grande vittoria: sconvolgendo la testa di serie Novak Djokovic, che ha vinto tutti e quattro i principali titoli di singolare, nel terzo round nel 2016.

La tedesca Andrea Petkovic, anche lei 34enne, ha ottenuto alcune grandi vittorie ed è entrata nella top ten nel 2011 dopo aver raggiunto i quarti di finale dell’Australian Open e degli US Open. È tornata da un grave infortunio al ginocchio all’inizio della sua carriera ed è diventata una dura giocatrice titolare. Era una brava giocatrice, ma probabilmente la migliore che crea parole: scrivere articoli E rilasciando interviste piene di saggezza e intelligenza in tedesco e inglese, come ha fatto di nuovo agli US Open dopo aver perso al primo turno contro Belinda Bencic.

“Penso di aver portato tutto per il gioco che dovevo dare”, ha detto. “Ovviamente non tanto quanto Serena, ma nel mio piccolo mondo, mi sento come se gli avessi portato tutto e il mio romanzo è finito”.

Potrebbe giocare una finale europea per dare ai suoi amici e alla sua famiglia europei la possibilità di aiutarla a dire addio, ma sembrava un’ex giocatrice già questa settimana con una birra in mano sulla spiaggia.

“Primo giorno di pensionamento” ha scritto su Instagram. “Goditi il ​​mio pacchetto da sei finché dura.”

E forse, dopo tutto, andare in pensione in America ha dei vantaggi, nonostante la rete di sicurezza sociale più ampia d’Europa.

“Ogni americano che ho incontrato e ho detto loro che stavo per andare in pensione, la loro prima reazione è stata ‘Congratulazioni'”, ha detto Petkowitz. “Ogni europeo che gli ho detto di questo, erano, ‘Oh mio Dio, cosa hai intenzione di fare adesso?” Devo dire che negli ultimi giorni ho abbracciato il modo americano di guardare. È un po’ di più”.

Non ci sarà un titolo in singolo per 24 al Grande Slam per la Williams, ma potrebbe esserci una prima per Jessica Pegula, Coco Guff e Daniel Collins, che sono riusciti tutti ad arrivare sani e salvi al quarto round di un torneo del Grande Slam sul suolo di casa.

Pegula, classificato n. 8, Gauff, classificato n. 12, e Collins, classificato n. 19, sono i tre americani con il punteggio più alto al mondo. Pegula e Gauff sono anche partner di doppio relativamente nuovi che hanno raggiunto insieme la finale degli Open di Francia a giugno. Non sono stati così fortunati a New York, dove sono stati sconvolti al primo turno, ma il 18enne Gauff, che lavora con il nuovo consulente tecnico Diego Moyano, e il 28enne Pegula, che è ancora con l’allenatore David Spirito, prosegui. Avanza in singolare.

Così anche Alison Riske Amritraj, 32 anni, con una personalità vivace e un battitore costante, che è tornata negli ottavi di finale agli US Open per la prima volta dal 2013.

tradizionale per lei Celebrazione ispirata all’aeroplano Armi molto diffuse: sta diventando fin troppo familiare e, nonostante la vittoria di Riske-Amritraj su Garcia sull’erba a Nottingham a giugno, Garcia è in pieno svolgimento ora.

Nell’ultimo grande torneo, Wimbledon Russi e bielorussi non hanno potuto partecipare a causa dell’invasione dell’Ucraina. Gli US Open non hanno seguito l’esempio, con dispiacere di alcuni giocatori ucraini.

Quasi una settimana dopo questo major, non ci sono più ucraini nei singoli, ma russi e bielorussi costituiscono quasi un quarto dei restanti giocatori di singolare.

Ilya Ivashka della Bielorussia, Medvedev, Andrei Rublev e Karen Khachanov, tutte russe, negli ottavi di finale maschili.

La Bielorussia Victoria Azarenka, Arina Sabalenka, Samsonova e la Russia Veronika Kudermtova si sono qualificate per gli ottavi di finale femminili.

Un’altra differenza rispetto a Wimbledon: il campione di singolare maschile Novak Djokovic non poteva giocare a New York.

Nella stessa notte Serena salutò con la mano All’Arthur Ashe Stadium, dopo aver ringraziato la famiglia e i fan, Medvedev e Nick Kyrgios hanno avuto un duello al quarto round domenica sera che di solito era il discorso del torneo.

Medvedev ha battuto Kyrgios agli Australian Open di quest’anno, ma ha perso tre delle altre partite, inclusa la sconfitta ai sedicesimi di finale al National Bank Open di Montreal il mese scorso.

È una partita al botteghino e un contrasto di tattiche: attacco e tiro al volo di Kyrgios, servizio illeggibile contro la difesa di 6 piedi-6 di Medvedev e la sua capacità di evitare falli e assorbire velocità in profondità nel campo (il russo potrebbe anche servire molto lui stesso ).

Ma Kyrgios, che cavalca alto dietro di lui La prima finale di Wimbledon a luglioInterpreta il tennista migliore e più coerente della sua entusiasmante carriera, anche se è stato appena multato di $ 7.500 per aver sputato e imprecato contro la sua squadra di supporto durante la vittoria su Benjamin Ponzi mercoledì. Medvedev ha avuto una stagione difficile, piena di pause forzate (intervento chirurgico all’ernia, squalifica da Wimbledon) e sconfitte, anche sul cemento preferito.

Ma in campo, entrambi rimangono volubili, estroversi e incredibilmente talentuosi. In questo caso, il tribunale è quello di Ash. Deve essere una buona idea. Potrebbe essere meraviglioso.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply