Putin afferma che la Russia “non ha nulla da perdere” per le azioni in Ucraina, poiché il paese guarda a est in cerca di aiuti economici

Parlando in un forum economico nella città dell’estremo oriente di Vladivostok, Putin ha cercato di difendere i costi di quella che ha definito “operazione militare speciale” del suo paese in Ucraina, nonostante i recenti rapporti dell’intelligence occidentale indicassero che la Russia sta affrontando Carenza acuta di personale ed equipaggiamento militare.

“Non abbiamo perso nulla e non perderemo nulla. Il nostro principale vantaggio è il rafforzamento della nostra sovranità. Non abbiamo iniziato nulla per quanto riguarda l’azione militare, ma stiamo solo cercando di portarla a termine”, ha detto Putin al pubblico.

Lunedì il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha dichiarato in una dichiarazione che più di 25.000 soldati russi sono stati uccisi dall’inizio dell’invasione di Putin nel febbraio di quest’anno.

Anche la Russia ha pagato un prezzo economico per la sua aggressione. Un’ondata di sanzioni punitive da parte dei paesi occidentali che prendono di mira le esportazioni di energia vitale della Russia e il suo sistema finanziario ha lasciato il paese alle prese con la recessione e potrebbe dover affrontare Lungo periodo di stagnazione.
L’Eastern Economic Forum di mercoledì, incentrato sulla costruzione di relazioni di investimento tra la regione orientale della Russia e gli investitori globali, arriva sulla scia di Pubblicità Il gigante russo dell’energia Gazprom ha dichiarato martedì di aver firmato un accordo per iniziare a convertire i pagamenti per le forniture di gas alla Cina in yuan e rubli invece che in dollari, uno sviluppo osservato da Putin nel suo discorso di mercoledì.

Il forum ha visto anche il terzo leader cinese, Li Zhanshu, membro del Comitato permanente del Politburo del Partito Comunista Cinese e il massimo legislatore del paese, incontrarsi di persona con Putin mercoledì, a quello che era il più alto livello, faccia a faccia. L’incontro tra i due Paesi dall’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. I due sono stati fotografati insieme in una sessione plenaria del Forum.

READ  La Russia attacca di nuovo Kiev settimane dopo, Putin mette in guardia l'Occidente sulle forniture di missili

Al forum hanno partecipato anche il leader della giunta, il generale Min Aung Hlaing, e il primo ministro armeno Nikol Pashinyan, secondo i media statali russi.

Aprire la strada

L’incontro tra Li e Putin potrebbe aprire la strada al leader supremo della Cina Il faccia a faccia di Xi Jinping con Putin In Uzbekistan la prossima settimana.

L’inviato russo a Pechino, Andrei Denisov, ha detto ai giornalisti mercoledì che Xi incontrerà Putin al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai in programma dal 15 al 16 settembre, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa statale russa TASS.

Questo sarà il primo incontro personale tra i due leader, che hanno stretto una stretta relazione, dall’invasione russa dell’Ucraina all’inizio di quest’anno. Questo sarà anche il primo viaggio all’estero di Xi dai primi giorni della pandemia di coronavirus.

Li è arrivato mercoledì a Vladivostok per il forum, diventando il funzionario cinese più anziano a lasciare la Cina dall’inizio dell’epidemia, che ha portato il Paese a chiudere i confini e limitare la diplomazia personale. I media statali cinesi hanno riferito questa settimana che la stazione fa parte di un tour all’estero di 10 giorni, che vedrà Li visitare la Russia, la Corea del Sud, la Mongolia e il Nepal da mercoledì.

La visita diplomatica sottolinea l’importanza delle relazioni russe per la Cina, anche di fronte al colpo internazionale contro Mosca dopo l’invasione non provocata dell’Ucraina all’inizio di quest’anno.

Arriva anche settimane prima di un importante incontro politico ogni cinque anni a Pechino, dove Xi dovrebbe rompere la tradizione e inaugurare un terzo mandato al potere, consolidando il suo ruolo di leader più potente della Cina da decenni.

Mosca e Pechino sono emerse come partner più stretti negli ultimi anni poiché entrambi affrontano tensioni con l’Occidente, con Xi e Putin che hanno dichiarato che i due paesi hanno una partnership “senza confini” settimane prima che la Russia invadesse l’Ucraina. Da allora Pechino Rifiuto di condanna L’aggressività, invece, ha ripetutamente imputato il conflitto alla NATO e agli Stati Uniti.

I due paesi hanno notato che la loro partnership rimane forte, con il ministero degli Esteri cinese che ha affermato il mese scorso che le due parti hanno concordato di “approfondire la cooperazione pratica” durante un incontro tra il ministro degli Esteri cinese Wang Yi e il suo omologo russo Sergey Lavrov a margine di un incontro regionale . piscina a Phnom Penh.

READ  La pianta più grande del mondo è un'alga auto-riproducente in Australia

Prima della sua prevista visita in Russia, Li ha fatto osservazioni simili durante il suo incontro della scorsa settimana con l’ambasciatore russo Denisov a Pechino. Lì, Li, che è anche presidente del Comitato permanente cinese dell’Assemblea nazionale del popolo, ha sottolineato che i due paesi “stanno andando nella giusta direzione sotto la guida strategica dei due leader, con un forte sostegno reciproco e una ferma fiducia politica”. secondo la Cina. mezzi di governo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply