Principali profitti petroliferi della BP per il secondo trimestre del 2022

Distributore di benzina BP a Madrid, Spagna.

soba immagini | Razzo leggero | Getty Images

Londra – la gigantesca compagnia petrolifera britannica BP Martedì ha alzato il dividendo e rafforzato i riacquisti di azioni dopo aver triplicato gli utili del secondo trimestre grazie a forti margini di raffinazione e trading.

La principale compagnia energetica britannica ha riportato un profitto sui costi di sostituzione di base del secondo trimestre, utilizzato come indicatore dell’utile netto, di 8,5 miliardi di dollari.

Rispetto al profitto $ 6,2 miliardi Nei primi tre mesi dell’anno e $ 2,8 miliardi per il secondo trimestre del 2021. Secondo Refinitiv, gli analisti si aspettavano che BP riporterà un utile del primo trimestre di 6,3 miliardi di dollari.

BP ha anche annunciato un aumento del 10% del suo dividendo trimestrale agli azionisti, portandolo a 6.006 centesimi per azione ordinaria.

Le azioni BP sono aumentate del 4% durante gli scambi mattutini a Londra, scambiati vicino al vertice paneuropeo Stoke 600. Il prezzo delle azioni è aumentato di oltre il 23% dall’inizio dell’anno.

I risultati di BP sottolineano ancora una volta il netto contrasto tra i guadagni di profitto delle major petrolifere e quelli alle prese con una crisi sempre più profonda del costo della vita.

Le più grandi compagnie petrolifere e del gas del mondo hanno infranto i loro record di utili negli ultimi mesi, dopo l’impennata dei prezzi delle materie prime provocata dall’invasione russa dell’Ucraina. Per molte società di combustibili fossili, la priorità immediata sembra essere la restituzione di fondi agli azionisti tramite programmi di riacquisto.

La scorsa settimana, il concorrente di BP nel Regno Unito coincidenza menzionato I risultati del secondo trimestre hanno registrato $ 11,5 miliardi e hanno annunciato un programma di riacquisto di azioni da $ 6 miliardi, mentre British Jazz era il proprietario. Centrica Ha ripristinato il dividendo dopo un massiccio aumento degli utili del primo semestre.

READ  Aggiornamenti di notizie in tempo reale: la recessione tedesca incombe mentre la fiducia delle imprese raggiunge il minimo di due anni

Crisi del costo della vita

Attivisti ambientali e gruppi sindacali hanno condannato l’aumento dei profitti delle major petrolifere e hanno chiesto al governo del Regno Unito di imporre misure significative per ridurre il costo dell’aumento delle bollette energetiche.

Frances O’Grady, segretario generale del CTU, ha dichiarato in una dichiarazione: “Ogni famiglia dovrebbe ottenere un prezzo equo per l’energia di cui ha bisogno. Ma con le bollette energetiche che aumentano molto più velocemente dei salari, guadagni più alti sono un insulto alle famiglie che lottano per sbarcare il lunario .”. .

“Per un approccio equo alla crisi del costo della vita, l’aumento dei prezzi e dei profitti deve essere frenato. I ministri devono fare di più per aumentare i salari in tutta l’economia. Dobbiamo portare le società di vendita al dettaglio di energia nella proprietà pubblica in modo da poter ridurre le bollette di base “, ha detto O’Grady. L’energia ha bisogno.”

Il mese scorso, un gruppo trasversale di legislatori britannici chiamato il governo Aumentare il livello di sostegno per aiutare le famiglie a pagare le bollette energetiche in aumento e definire un piano nazionale per isolare le case.

Si prevede che il tetto massimo alle tariffe per l’energia di consumo più utilizzata aumenterà di oltre il 60% in ottobre a causa dell’aumento dei prezzi del gas, portando la doppia bolletta media annua del carburante per le case a oltre 3.200 sterline ($ 3.845).

Organizzazione nazionale di azione per l’energia di beneficenza per combattere la povertà di carburante messo in guardia Che se ciò accadesse, 8,2 milioni di case – o una su tre case britanniche – porterebbero alla povertà energetica. Una mancanza di carburante o di energia indica che una famiglia non può permettersi di riscaldare la propria casa a una temperatura adeguata.

Sana Youssef, un’attivista energetica per Friends of Earth, in reazione ai guadagni di BP.

“È sorprendente che all’efficienza energetica venga data una priorità così bassa. Un programma di sequestro a livello nazionale che abbasserà le bollette, ridurrà il consumo di energia e ridurrà le emissioni climalteranti”, ha affermato Yousef.

La combustione di combustibili fossili, come petrolio e gas, è il principale motore della crisi climatica e i ricercatori hanno trovato i resti della produzione di combustibili fossili “Pericolosamente fuori sincronia” con gli obiettivi climatici globali.

Parlando a giugno, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha chiesto l’abbandono del finanziamento dei combustibili fossili, descrivendo i nuovi finanziamenti per l’esplorazione dei combustibili fossili come “fantasma. “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply