Polemiche e assurdità segnano il primo giorno della Paris Fashion Week

PARIGI (AP) – La pioniera artista nera Josephine Baker – che ha lasciato gli Stati Uniti per trovare fama internazionale nella Parigi degli anni ’20 – è stata l’ispirazione per la collezione primaverile della vecchia scuola di classici archetipici di Dior.

Con i suoi velluti, le sete, i ricami, le paillettes e i minuscoli bottoni d’argento accarezzanti, la stilista Maria Grazia Chiuri potrebbe non aver reinventato la ruota, ma sicuramente l’ha vestita magnificamente il primo lunedì della settimana della moda di Parigi.

Tuttavia, il primo giorno dell’evento non è stato privo di polemiche dopo che Dior è stato preso di mira per aver invitato un influencer russo appoggiato dall’Ucraina. Inoltre, Schiaparelli è stato oggetto di ira su Internet per l’affascinante caccia ai trofei dopo che è emersa una finta testa di leone.

Ecco alcuni momenti salienti del primo giorno delle sfilate Haute Couture Primavera-Estate:

Dior Baker

Lungo gli interni profumati di un annesso all’interno dei giardini del Musée Rodin c’erano giganteschi ritratti dell’artista afroamericana Micallaine Thomas di Josephine Peck insieme ad altre icone nere americane.

Le immagini crude dei dipinti hanno documentato la vita straordinaria di Baker e i suoi numerosi ruoli: come membro della Resistenza francese, attivista per i diritti civili, umanitaria, ballerina e performer.

Gli invitati sedevano ai loro posti, curiosi ed emozionati.

Secondo Dior, una serie di redingote, che sono stili di accappatoio, raffigurano “l’accogliente e intimo camerino che precede l’ingresso (di Baker) sul palco”. In termini di haute couture, era innegabilmente bella, anche se un po’ sobria. Il primo è venuto in velluto di seta. I suoi risvolti di diamanti neri pendono con grande peso. Era indossato sopra i costumi da bagno in raso negli anni ’50. Altrove, una rete in maglia di perline di seta e acciaio sfoggia uno stile vintage alla moda in un unico ensemble, evocando anche una tranquilla forza femminile. Era indossato sopra un abito da sera di velluto luccicante e schiacciato per indicare intimità.

READ  Michelle Dockery e il fidanzato Jasper Waller-Bridge partecipano a una festa a Downton dopo il loro debutto sul tappeto rosso

Più tardi, Chiuri si è sciolta un po’ i capelli e ha preso una frangia. Il picco di Baker è stato evocato in una gonna a rete con perline ornata da frange luccicanti.

Anche se il tema ha creato l’aspettativa che lo stesso abbigliamento di Dior potesse offrire una forte esplorazione del razzismo o dell’essere nero, la collezione stessa è rimasta molto parigina. Non era altro che un omaggio alla pioniera nera che ha combattuto battaglie contro la razza, il genere e la sessualità per tutta la sua vita.

Tuttavia, è stato impressionante il numero di top model che sono arrivate allo spettacolo, in più della metà delle 60 apparizioni, in particolare a causa del fatto che la settimana della moda di Parigi e l’industria del lusso nel suo insieme sono state alle prese con le continue accuse di essere bianche. Centralizzato.

Maisie Williams interpreta la sorella di Dior

La star di “Game of Thrones” Maisie Williams sembrava proprio la parte in posa davanti a foto di star come Earth Kitt, Nina Simone e Baker con un’acconciatura da folletto e un busto Dior ai lampi delle lenti dei paparazzi.

La Williams ha descritto l’arrivo allo show come “un tale sogno”, in parte perché aveva appena interpretato la sorella di Dior, Catherine Dior, nell’attesissima serie drammatica di Apple TV “The New Look”, incentrata sull’aspra rivalità tra lo stilista e Gabrielle “Coco” Chanel.

“Trovo che la donna Dior sia qualcosa a cui aspiro davvero”, ha detto all’Associated Press la Williams, meglio conosciuta per aver interpretato l’esuberante Arya Stark, definendo gli abiti “potenti” per le donne.

READ  ``Non si è mai offerto di pagare'

“Le donne che amo interpretare hanno qualità compatibili”, ha detto.

Invita l’influencer russo in difficoltà

Dior ha attirato critiche online per aver esteso l’invito a una sfilata di moda parigina a una presentatrice televisiva russa di nome Yana Rudkovskaya, sanzionata dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky il 15 gennaio per i suoi legami con il presidente russo Vladimir Putin. Secondo quanto riferito, altre case si sono rifiutate di consentire a Rudkovskaya, una figura influente, di assistere alle sue esibizioni.

Rudkovskaya ha pubblicato una foto del suo invito Dior Couture su Instagram. Alcuni giornalisti hanno chiesto quanti “russi sanzionati frequentano l’alta moda parigina?”

SCHIAPARELLI realizza colpi di scena surreali

Frivolezza glamour, silhouette esagerate e surreali tengono conto dei classici degli anni ’30 della fondatrice della maison Elsa Schiaparelli.

Tale era l’atmosfera alla prima sfilata couture primavera-estate della stagione – e che inizio! – bande dorate, intricati abbellimenti e pergamene VIP in prima fila all’interno del foyer dorato del Petit Palais.

Lo stilista Daniel Rosebery era al top del suo stile lunedì, prendendo stili classici e dando loro colpi di scena inaspettati. Uno smoking scuro con spalle oversize è stato trasformato in una semplice tuta spaziale.

Un busto in bronzo reinventato come una gigantesca conchiglia che si alzava come un ventaglio oscurava il volto della modella. Gli squisiti abbellimenti di perle sono realizzati in strati organici e cristallizzati che mettono in mostra l’artigianato del laboratorio della casa.

Innumerevoli ornamenti decorati – quasi come perle bagnate – tagliati organicamente da una giacca bolero gonfia tagliano la bella silhouette, e potrebbe essere appartenuta a una principessa sottomarina.

READ  Noah Schnapp si dichiara gay su TIkTok - Rolling Stone

Tuttavia, il gruppo ha anche venerato il fondatore della casa il cui marchio unico di frivolezza ha affascinato il pubblico di tutto il mondo. Piena di zanne e una folta criniera, una gigantesca testa di leone della designer Irina Shayk ha aggiunto un pugno a questo ensemble. Era un cenno creativo al surrealismo, ma anche all’assurdità dell’uso della pelliccia.

Kylie Jenner, che sedeva in prima fila allo Schiaparelli con indosso anche una testa di leone olografica e una borsa di pelle di serpente dorata, è stata successivamente criticata online tra le accuse di aver messo in evidenza la crudeltà sugli animali.

Iris van Herpen passa al digitale

Contro la tendenza della settimana della moda di Parigi, che volta le spalle al digitale, Dutch Wonderkind ha detto della sua ultima sfilata di haute couture di essere “orgogliosa di annunciare che… invece di una sfilata di moda tradizionale, il marchio sta presentando una sfilata digitale che consente una maggiore libertà creativa e narrazione.” .”

Una mostra personale è stata accompagnata dal film di gruppo Carte Blanche in cui ha collaborato con un’artista francese di nome Julie Gautier, esplorando come la bellezza femminile possa essere usata come forma di controllo.

L’abito rosso floscio, con i lacci che espongono centimetri di carne, ricorda una creatura marina velenosa, mentre i cerchi intrecciati evocano coralli appuntiti ma preziosi. Sezioni fluenti blu e argento di tessuto generoso scorrevano sul mantello come un generoso sottomarino, traendo ispirazione organica dal pluripremiato designer che ha disegnato per artisti come Bjork.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply