Owamni in Mpl. Premiato come miglior nuovo ristorante ai James Beard Awards

CHICAGO — Owamni, il principale ristorante indigeno affacciato sul fiume Mississippi a Minneapolis, ha vinto l’onorificenza nazionale altamente competitiva per il miglior nuovo ristorante ai James Beard Awards lunedì sera a Chicago.

Quando i telefoni della Lyric Opera di Chicago hanno emesso avvisi sulla possibilità di un tornado e almeno una parte dell’edificio è stata evacuata all’avvicinarsi di una possibile tempesta, lo chef e co-proprietario di Owamni Sean Sherman ha riconosciuto i venti di cambiamento che hanno portato a questo risultato storico in una notte dominata dagli immigrati, i vincitori sono le minoranze.

“La supremazia bianca non ama essere distrutta, ma possiamo farlo insieme”, ha detto Sherman sul palco.

“Questo è molto più grande di noi”, ha detto il comproprietario Dana Thompson. “Awamni è più simile a uno spirito di comunità che a qualsiasi altra cosa.”

Questo premio rappresenta la prima vittoria competitiva in una categoria nazionale per un ristorante del Minnesota. Precedentemente riconosciuto come autore di libri di cucina, Sherman ha ricevuto il James Beard Leadership Award nel 2019, ma questo è il primo riconoscimento per il suo ristorante, situato in un luogo sacro al popolo Dakota e Anishinabe.

Owamni ha aperto nel 2021 con successo nazionale e ha ricevuto Ristorante dell’anno Star Tribune. È il fulcro del parco Water Works di nuova concezione, di proprietà del Minneapolis Park and Recreation Board. Nel suo discorso di accettazione, Thompson ha riconosciuto il sostegno del consiglio del parco, che ha “creato uno spazio per i popoli indigeni a Minneapolis”, ha detto, singhiozzando, “e vogliamo che sia lo stesso in tutta questa nazione”.

Presentando il premio, la chef di New York Millie Petrie ha descritto 11 candidati, che hanno aperto i loro ristoranti durante la pandemia, come un “gruppo coraggioso e stimolante”.

READ  Annalyn McCord pubblica una vivace poesia su Putin, affronta contraccolpi

Successivamente, Thompson e Sherman hanno riflettuto sull’omaggio storico.

“Siamo molto orgogliosi di riconoscere tutto ciò che facciamo e cerchiamo di fare per la Sovranità, il benessere spirituale e altri chef nativi in ​​tutto il paese”, ha affermato Thompson.

“Il cibo aborigeno ha un posto nell’ospitalità moderna”, ha aggiunto Sherman.

Altri chef del Minnesota si sono presentati a mani vuote in una lezione regionale.

Tre chef di Twin Cities: Sherman, Piccola LioneJorge Guzman e Union Kitchen HmongYia Vang – Nominato come miglior chef: Midwest, ma ha perso contro Dane Baldwin del Diplomat a Milwaukee.

Il premio celebra le “capacità culinarie e capacità di leadership” degli chef in Minnesota, Wisconsin, Iowa, Missouri, North Dakota, South Dakota, Nebraska e Kansas. La classe aveva sei candidati, equamente distribuiti tra Minneapolis e Milwaukee.

Baldwin, che ha detto di aver visitato una volta le Twin Cities, ha detto allo Star Tribune che gli piacerebbe vedere una collaborazione tra le Twin Cities e Milwaukee.

Andrew Zimmern, un personaggio televisivo con sede nel Minnesota, ha introdotto la categoria Midwest, citando Prince. “Ho raggiunto la maggiore età e conosco questa cosa chiamata vita”, ha detto Zimmern, “nelle parole del mio grande Minneapolitano preferito”, dove posso dire, per quanto enormi e spaventosi possano essere i nostri problemi e, sì, abbiamo ancora alcuni punti deboli che devono essere risolti: è così importante ricordare le buone storie del nostro settore. “

Sebbene gli chef del Minnesota non abbiano ricevuto la più alta onorificenza regionale nel 2022, sei chef delle Twin Cities sono stati riconosciuti in questa categoria dal 2009. Sono: Tim McKee (ex La Belle Vie) nel 2009, Alex Roberts (Ristorante Alma) Nel 2010, Isaac Becker (112 ristoranti) nel 2011, Paul Berglund (ex Laurea in agricoltura(Nel 2016, Gavin Casen)cucchiaio e stabile) nel 2018 e Ann Kim (Il giovane Johnny) nel 2019. Kaisen ha anche ricevuto il titolo di Rising Star Chef del 2008 durante il suo incarico presso Caffè Boulud a New York.

READ  Disney Backlash - Marvel Studios condanna la legislazione anti-LGBTQ

Star culinarie e talenti emergenti da tutto il paese si sono riuniti a Chicago per il Black Tie Party, condotto dallo chef Kwame Onwachi. I premi di alto profilo, spesso descritti come gli Oscar per il cibo, onorano e celebrano l’eccellenza nei ristoranti, nei libri di cucina e nel giornalismo durante un lungo weekend di eventi.

Alla cerimonia di premiazione dei media di sabato, un residente del Minnesota ha ricevuto un premio. TStava cercando lo chef Alain Bergo Lanciata una serie di video durante la pandemia”Vendemmia Selvatica con Alain Bergo. Ha vinto un James Beard Award per la sua serie di video educativi.

La James Beard Foundation con sede a New York City, dal nome dell’influente autore di libri di cucina e libri di cucina, ha istituito il proprio programma di premi nel 1990.

I premi sono tornati dopo una pausa di due anni a causa della pandemia e un apprezzamento interno per la diversità è essenzialmente prima facie. Durante questo periodo, l’organizzazione ha rivisto le sue politiche e procedure con l’obiettivo di aumentare la trasparenza, evitare pregiudizi e riflettere meglio la diversità del settore dell’ospitalità. Intervenendo all’evento, l’amministratore delegato della Fondazione Claire Reichenbach l’ha definita una “revisione e revisione fondamentale del nostro programma di premi e altro ancora”.

In precedenza, sul tappeto rosso, Zimmern ha parlato della spinta a diversificare i premiati come un’opportunità per “conoscere le persone che se lo sono meritato per così tanto tempo: intere valutazioni e segmenti di persone che lavorano duramente nel nostro settore, che sono non più riconoscibili a meno che non durino tre generazioni e non fossero “America’s Classic”. (L’America’s Classics Award premia i ristoranti che sono pilastri delle loro comunità. I ​​vincitori del passato del Minnesota hanno incluso Al’s Breakfast e Kramarczuk’s.)

READ  Secondo quanto riferito, le lotte di Scott Hall contro la dipendenza sono continuate fino alla sua morte

L’evento di quest’anno ha celebrato calorosamente due anni di difficoltà per il settore dell’ospitalità. Diversi vincitori hanno rappresentato i contributi degli immigrati al settore, tra cui Edgar Rico di Nixta Taqueria ad Austin come chef in erba e il pasticcere di Detroit Warda Bouquet di Warda Sweets come illustre pasticcere.

L’autrice di libri di cucina Grace Young è stata premiata come umanitaria dell’anno per il suo lavoro nel preservare e proteggere Chinatown durante la pandemia e il principale conduttore televisivo Martin Yan ha ricevuto il premio alla carriera 2022.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply