Ospite indesiderato meteo: Nasty La Nina continuerà ad apparire

C’è qualcosa di diverso in La Nina, un fenomeno meteorologico naturale ma potente che è associato a più siccità e incendi e più uragani atlantici nell’America occidentale. Sta diventando un ospite meteorologico indesiderato nel paese e i meteorologi affermano che il megadrot occidentale non si muoverà fino all’arrivo di La Nina.

Attuale Double Dip La Nina Ha stabilito un record di forza il mese scorso e prevede un terzo inverno consecutivo raro ma davvero senza precedenti. E questo non è l’unico. Gli scienziati stanno notando che il mondo sta ricevendo più La Ninas di quanti ne abbia usati negli ultimi 25 anni, e questo è in netto contrasto con le loro eccellenti simulazioni di modelli al computer che affermano che ciò deve accadere con il cambiamento climatico causato dall’uomo..

“Loro (La Ninas) non sanno quando partiranno”, ha detto Michel L’Hurex, capo dell’ufficio previsioni dell’Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica per La Nina e il suo più famoso El Niோo.

Le statistiche dell’Associated Press di Winter La Ninas mostrano che si sono verificate il 28% delle volte tra il 1950 e il 1999, ma negli ultimi 25 inverni hanno prodotto birra per quasi la metà del tempo. È probabile che l’effetto sia incoerente, ma L’Heureux ha affermato che se La Nina si manterrà questo inverno, si prevede che spingerà la tendenza lungo una linea di importanza statistica importante nella scienza. La sua stessa analisi mostra che condizioni come La Nina si sono verificate più frequentemente negli ultimi 40 anni. Altri nuovi studi mostrano modelli simili.

Ciò che preoccupa molti scienziati è che i loro modelli di simulazione climatica Co-du tendono a ottenere condizioni in altre parti del mondo e prevedono El Niோos, non La Niஸ்as, e che questo sta causando polemiche su cosa credere nella comunità climatica, ha affermato la Colombia . Lo scienziato del clima universitario Richard Seeker e lo scienziato dell’uragano del MIT Kerry Emanuel.

READ  I colloqui Ucraina-Russia a Istanbul hanno suscitato ottimismo

Secondo Caesar e altri scienziati, l’equatore orientale dell’Atlantico L’equatore occidentale dell’Atlantico o altre parti del mondo non si stanno riscaldando velocemente come il cambiamento climatico. Inoltre non è l’entità del riscaldamento ma la differenza tra l’ovest e l’est. Più differenza, La Nina, minore è la differenza, maggiore è la possibilità di El Nino. Gli scienziati affermano che potrebbe essere correlato a un altro ciclo naturale chiamato Pacific Decadal Wave, o al cambiamento climatico causato dall’uomo o entrambi.

“Non lo sappiamo in questa fase”, ha detto L’Heureux. “Gli scienziati stanno guardando, lo so, studiando seriamente. Ma è molto importante a causa delle condizioni regionali. Dobbiamo farlo bene.

La Nina è il raffreddamento naturale e ciclico della regione del Pacifico dell’equatore, che cambia i modelli meteorologici in tutto il mondo in contrasto con il riscaldamento di El Nino. Spesso causando alti uragani nell’Atlantico, scarse precipitazioni e alti incendi nell’ovest e perdite agricole nel centro del paese, gli studi dimostrano che La Nina è più costosa per gli Stati Uniti di El Niோo. El Niோo, La Nina e lo stato neutrale sono chiamati ENSO, che si riferisce alle oscillazioni meridionali di El Nio, e sono uno dei maggiori effetti naturali sul clima, a volte esacerbando i principali effetti dei cambiamenti climatici causati dall’uomo e in altri volte attenuando. Dalla combustione di carbone, petrolio e gas, hanno detto gli scienziati.

“Hanno davvero un effetto molto forte”, ha affermato Azhar Ehsan, ricercatore presso la Columbia University che guida le previsioni di El Niோo / La Nina. “Quindi la terza La Nina consecutiva non è una cosa gradita”.

Il caldo pericoloso prevale in India, ha detto E il Pakistan è annesso da La Nina questo mese e ad aprile.

L’attuale La Nina 2020 è stata creata a fine estate Quando il record atlantico è stato stabilito nel numero di tempeste nominate. Durante la siccità in Occidente si è rafforzato in inverno Poiché è peggiorato e indebolito all’inizio dell’estate 2021, la NOAA ha affermato che le condizioni erano neutrali. Ma quella sospensione è durata solo pochi mesi ed è tornata a La Nina all’inizio dell’autunno del 2021, provocando un doppio crollo.

READ  Sen. I testi mostrano che Mike Lee (R-Utah) ha lavorato instancabilmente per invertire i risultati delle elezioni del 2020 e mantenere Trump al potere.

Il secondo anno di La Nina è generalmente debole, ma ad aprile La Nina ha sorpreso i meteorologi, che hanno affermato che si basava sulle temperature della superficie del mare ad aprile.

“Questi sono valori davvero impressionanti per aprile”, ha detto L’Heureux. Tuttavia, poiché La Niினாa si indebolisce storicamente in estate, ci sono piccoli segni di un leggero riscaldamento, ma è probabile che La Niினாa si riscaldi ma sia considerata moderata a fine estate.

La Nina ha il suo maggiore impatto in inverno, che è un problema per l’Occidente perché è la stagione delle piogge, che richiede la ricarica dei serbatoi nelle aree. Ma le nazioni occidentali sono nell’alluvione da 22 anni, mentre la frequenza di La Nina aumenterà.

Tre fattori – ENSO, cambiamento climatico e instabilità – sono i maggiori fattori scatenanti quando si parla di siccità, che è il più grande fattore scatenante di massicci incendi, ha affermato lo scienziato del clima dell’UCLA Daniel Swain. Senza il cambiamento climatico, La Nina e la miseria avrebbero causato la peggiore siccità degli ultimi 300 anni, ma sarebbe stata la peggiore in almeno 1.200 anni a causa del cambiamento climatico.Ha detto l’idrologo climatico dell’UCLA Park Williams.

La Nina “è un giocatore abbastanza importante; Potrebbe essere un giocatore dominante “, ha affermato Swine, che possiede un blog sul clima occidentale. “Se è abbastanza pronunciato, potrebbe essere responsabile di un terzo delle condizioni date”.

“Durante La Nina, le possibilità che la parte sud-occidentale si riprenda in qualche modo dalle megalopoli sono molto scarse”, ha detto Swain.

La Nina “aumenta le tempeste atlantiche” ma le riduce nel Pacifico, ha affermato Phil Klotzbach, ricercatore sugli uragani presso la Colorado State University.

READ  Il principe Carlo esegue per la prima volta il discorso della regina

Soffia da 6 a 7 miglia (da 10 a 12 chilometri) sopra la superficie dell’acqua. Uno dei fattori principali nello sviluppo di una tempesta è se c’è un taglio del vento, che è il cambiamento del vento da alto a basso. Le teste del wind shear possono essere tagliate o piegate sugli uragani, rendendole più difficili da rinforzare e talvolta attaccate. Il wind shear può consentire all’aria secca di entrare nell’uragano, causandone il soffocamento.

Quando c’è un El Nino, il wind shear dell’Atlantico è alto e l’uragano è difficile da navigare. Ma La Nina si riferisce al piccolo wind shear attraverso l’Atlantico, rendendo più facile l’intensificazione delle tempeste e rendendole più veloci, ha affermato Kristen Corposiro, ricercatrice sugli uragani presso l’Università di Albany.

“Questo è un fattore importante”, ha detto Carposiro.

“Qualunque sia la ragione, potrebbe esserci una crescente incidenza di La Ninas dietro i crescenti uragani”, ha affermato Emanuel del MIT.

Alcune aree, come l’arida regione del Sahel dell’Australia orientale e dell’Africa, stanno meglio con forti piogge durante La Nina. Ehsan della Colombia ha detto che l’India e il Pakistan stanno ricevendo la tanto necessaria pioggia a La Ninas nonostante il caldo primaverile.

UN Indagine economica 1999 La siccità causata da La Nina costerà all’agricoltura statunitense da $ 2,2 miliardi a $ 6,5 miliardi, più di $ 1,5 miliardi di El Niோo. Un ENSO neutro è l’ideale per l’agricoltura.

Il cercatore colombiano pensa che potrebbero esserci alcune possibilità e alcuni cicli naturali dietro i cambiamenti a La Nina perché potrebbe esserci un fattore di cambiamento climatico.

___

Segui la copertura climatica di AP su https://apnews.com/hub/climate

___

Segui Seth Forenstein su Twitter ர Bournemouth

___

Associated Press La copertura climatica e ambientale riceve il sostegno di numerose fondazioni private. Scopri di più sull’iniziativa sul clima di AP Qui. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply