Ombrelli colorati ad Agueda

| Una città portoghese diventa centro d'arte |

0
3603

di Tecla Bolognini

pubblicato il

arte in portogallo

24 luglio 2017 19:44:11

Una miriade di ombrelli colorati che ricoprono il cielo, inondati dalla sovrastante luce solare, che ne intensifica le tonalità. Questa è l’immagine della cittadina di Agueda, in Portogallo, nei mesi estivi, partendo in luglio, dall’appuntamento ”Agitagueda art festival”, con mostre d’arte, spettacoli musicali e sportivi, animazione.

Un arcobaleno di ombrelli colorati, sospesi in aria, tra le strade pedonali, che fanno da curiosa cornice al festival, per poi essere ammirati nel corso dell l’intera stagione, da turisti ed abitanti. Basta semplicemente guardare in alto, mentre si passeggia, tra negozi, parchi e musei.

L’istallazione ha attirato numerosi turisti da vari paesi europei, e rappresenta un esempio di arte urbana contemporanea, inusitato, ed in grado di ingenerare spontaneo benessere nell’osservatore. Una passeggiata per le vie di Agueda, in estate, per ripararsi dall’immancabile afa, e staccare, per fare un gioco di parole, dal “grigiore” della quotidianità, immergendosi nel colore, in un atmosfera quasi onirica.

Questo a maggior ragione nei giorni dell’ “art festival”, in cui migliaia di persone partecipano agli appuntamenti in programma, acquistando artigianato tipico locale, ed in particolare gli azulejos, ceramiche decorate in azzurro. Non mancano poi tipici vini rossi scuri, dagli aromi di ribes nero e paprica.

L’allestimento di ombrelli sospesi, è iniziato a partire dal 2012, in maniera occasionale, venendo poi immortalato dalla fotografa Patricia Almeida.

Un esperimento particolare quello di Agueda, situata a circa 40 km dall’oceano Atlantico, nella parte centro-settentrionale del paese, con circa 49000 abitanti, nel distretto di Aveiro.

La cittadina lusitana non è comunque l’unica, anche se si tratta sicuramente del caso più noto, in cui si è registrata la presenza di questa tipologia di allestimento urbano. La cosidetta ‘”umbrella art” ha conquistato, per alcuni appuntamenti, anche città italiane quasi Sciacca, Caserta, Ferrara ed Iglesias. Anche poi a Gerusalemme, nel 2016, per attirare maggiori presenti turistiche, 1000 ombrelli colorati sono stati posti a fluttuare in diverse vie pedonali.