Nuovo audio: McCarthy afferma che Trump ha accettato “certe responsabilità” per il 6 gennaio

Il leader repubblicano della Camera Rep. Kevin McCarthy, gen. 6, 2021, nei giorni successivi all’attacco alla capitale statunitense, da parte dei legislatori del GOP, l’ex presidente Donald J. Trump ha ammesso di aver accettato “una certa responsabilità” per quello che è successo quel giorno, il nuovo audio ha rivelato venerdì.

Audio dal New York Times: leader repubblicani Fa parte di una serie di rivelazioni personali su Trump.

Sig. Secondo McCarthy, il signor McCarthy è stato accusato di reato penale. Questa sarebbe un’indicazione più chiara che Trump potrebbe essere d’accordo. In un tentativo fallito dei suoi sostenitori di bloccare la certificazione ufficiale della sua sconfitta alle elezioni del 2020, Mr. La rivelazione arriva mentre gli investigatori del Congresso stanno cercando prove del coinvolgimento di Trump.

“Voglio essere molto chiaro con tutti voi. Sono molto chiaro con il presidente: ha la responsabilità delle sue parole e delle sue azioni”, ha detto. McCarthy ha detto ai repubblicani della Camera alla teleconferenza dell’11 gennaio. “Se no, e o ma.”

“Gli ho chiesto personalmente oggi: è lui il responsabile di quello che è successo?” Sig. disse McCarthy. “Si pente di quello che è successo? Mi ha detto che aveva delle responsabilità per quello che è successo e che doveva ammetterlo.

Per una richiesta di commento, il sig. Trump non ha risposto, Ma in un’intervista al Wall Street Journal Venerdì ha detto di aver accettato alcune responsabilità per l’attacco. L’affermazione di McCarthy era “falsa”.

L’incontro è stato registrato nel rapporto per il prossimo libro “Non passerà: Trump, Biden e la guerra per il futuro dell’America”. Il libro, che racconta diverse conversazioni personali tra repubblicani che hanno ridicolizzato l’ex presidente, è stato pubblicato da Mr. È diventato un imbarazzo e un possibile problema politico per McCarthy.

Giovedì, ha riferito il Times Sig. McCarthy al suo gruppo dirigente, ha detto a Mr. Ha chiamato Trump e lo ha esortato a dimettersi. Sig. McCarthy parlerà a Trump dell’imminente risoluzione del licenziamento: “Penso che ciò sarà realizzato. La mia raccomandazione sarebbe che ti dimetta”.

READ  Storia di copertina: come il mercato immobiliare cinese è atterrato nel gelo profondo

Giovedì il sig. McCarthy ha definito l’affermazione “completamente falsa e fuorviante”, ma l’affermazione è stata rapidamente respinta quando il Times ha pubblicato una registrazione della chiamata poche ore dopo. Venerdì, ha detto ai giornalisti a Ridgecrest, in California, “Non credo che dovrebbe dimettersi”.

Sig. L’esposizione disonesta di McCarthy arriva in un momento cruciale nel ritorno al potere del leader repubblicano di 57 anni, a lungo pianificato. Dopo le elezioni di medio termine, è ampiamente previsto che se i repubblicani prenderanno il controllo della stanza, diventerà il prossimo presidente della Camera dei rappresentanti della California, cosa considerata molto probabile dagli strateghi di entrambi i partiti. Ma ha affrontato a lungo domande sulla sua capacità di gestire il branco di legislatori indisciplinati e ideologicamente diviso che compongono la Convenzione repubblicana della Camera.

Quei legislatori hanno detto venerdì che il sig. Sig. Trump e il sig. McCarthy ha parlato giovedì sera, Una conversazione Pubblicato per la prima volta dal Washington Post.

Personalmente, il sig. Signor Trump. Divertito dalla sfortuna di McCarthy, chiese a quattro persone che gli avevano parlato dell’episodio e senza nome di discutere conversazioni personali. A suo avviso, il sig. Il fatto che McCarthy non gli abbia mai chiesto di dimettersi e invece abbia riaffermato la sua devozione non fa che evidenziare la presa dell’ex presidente sul suo partito.

“Penso che sia un grande complimento, francamente”, Mr. Trump ha detto al Wall Street Journal.

C’era una volta, forse in futuro, il portabandiera del Partito Repubblicano spesso il sig. McCarthy è stato personalmente respinto. Sig. Se McCarthy continuerà ad essere il leader repubblicano della Camera, sarà Mr. Potrebbe servire agli scopi di Trump, ma da uomo debole Mr. Dipenderà più da vicino dall’approvazione di Trump.

Sig. McCarthy è già una figura debole alla convention repubblicana della Camera, essendo accettato da varie sezioni del partito per comodità piuttosto che per stretta fedeltà. Tuttavia, venerdì alcuni legislatori hanno colto l’occasione per criticarlo.

READ  Tre punti chiave della partita

Patrick McHenry, un rappresentante della Carolina del Nord ed ex membro della leadership del GOP della Camera, ha affermato di “avere un ampio sostegno dalla conferenza”.

Tuttavia, molti legislatori, attivisti e aiutanti a Washington, DC Rimasero stupiti dalla disattenzione di McCarthy.

READ  Ultima guerra Russia-Ucraina: cosa sappiamo il giorno 186 dell'invasione | Ucraina

Anche i suoi alleati, Mr. A McCarthy non importava quanto palesemente ignorasse la verità.

“Dici di non ricordare la conversazione o di non discutere di conversazioni personali e rimarrai deluso da coloro che le hanno divulgate”, ha affermato Tom Cole, un rappresentante in Oklahoma. Ha notato che non pensava che McCarthy fosse in pericolo.

Sig. McCarthy ha detto che i commenti sono stati registrati nei giorni turbolenti dopo l’attacco, mentre pianificava la strada da seguire con il gruppo e cercava di calmare i repubblicani.

“So che non è divertente, so che non è grande. Non voglio affrettare le cose, voglio solo che tutti abbiano tutte le informazioni di cui hanno bisogno”, ha detto McCarthy in una clip audio di un incontro del 10 gennaio con un piccolo gruppo dei legislatori. Ero con questo ragazzo. Quello che ha fatto era inaccettabile. Nessuno può proteggerlo, nessuno dovrebbe proteggerlo.

Il giorno successivo, parlando a un folto gruppo, il sig. Sembrava che McCarthy stesse cercando di convincere i repubblicani a capire la gravità del momento e ad uscire con un compromesso. Sig. Signor Trump. È difficile misurare l’accuratezza dell’affermazione di McCarthy.

Quindici mesi dopo l’attacco, il sig. Trump ha cercato di deviare le critiche quando gli è stato chiesto pubblicamente del suo ruolo. All’inizio di questo mese, ha detto Washington Post La presidente della Camera Nancy Pelosi e il sindaco di Washington Muriel Bowser sono da biasimare per non aver difeso il Campidoglio.

In quell’intervista il sig. Trump ha detto che vorrebbe marciare in Campidoglio il 6 gennaio.

“I servizi segreti hanno detto che non potevo andare”, ha detto. “Sarei stato lì in un minuto.”

Sig. Questa non è la prima volta questa settimana che McCarthy non è stato completamente sincero sulle sue opinioni personali.

All’inizio di quest’anno, lui Interrogato in conferenza stampa Sulla telefonata con i repubblicani della Camera dopo l’attacco. Ha messo da parte la domanda: “Non so di quale chiamata stai parlando.”

Maggie Heberman Rapporto contribuito.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply