Notizie di guerra Russia-Ucraina: restrizioni a livello nazionale sull’elettricità dopo il blackout

a lui attribuito…Jim Hoylebrook per il New York Times

Le autorità insediate dalla Russia nella regione di Kherson, nell’Ucraina meridionale occupata, hanno dichiarato giovedì di aver trasferito migliaia di civili dalla capitale regionale strategicamente importante, mentre l’Ucraina riguadagna costantemente il territorio controllato da Mosca.

Le autorità, che il governo ucraino denuncia come traditrici, hanno affermato che stavano evacuando i civili per motivi umanitari, ma alcuni analisti militari hanno affermato che l’operazione potrebbe essere un preludio al ritiro delle forze militari russe dalla città di Kherson.

Kiev ha definito gli sforzi di reinsediamento uno “spettacolo di propaganda” volto a intimidire i civili con l’affermazione che l’Ucraina avrebbe bombardato la città, che è stata catturata a marzo, all’inizio dell’invasione russa, quando è diventata l’unica capitale regionale caduta in mano ai russi.

Circa 5.000 persone hanno già lasciato la città di Kherson, ha detto Kirill Strimosov, vice governatore ad interim della regione, sull’app di messaggistica Telegram. Questo numero non può essere verificato in modo indipendente, ma i funzionari sostenuti dalla Russia hanno affermato che intendono spostare fino a 60.000 civili sul lato orientale del fiume Dnipro.

Un video pubblicato dalle autorità locali su Telegram mostrava decine di persone con le valigie in fila su un traghetto, apparentemente per attraversare il Dnipro.

Le autorità cittadine di Alishki, un’area in cui le persone vengono trasportate attraverso il fiume da Kherson, hanno affermato su Telegram che le persone devono imballare documenti di identità, cibo per un massimo di tre giorni, kit igienici e vestiti.

READ  Gli Stati Uniti e l'Unione Europea annunciano una nuova partnership per indebolire l'energia russa

L’Ucraina afferma di aver protetto i civili durante il suo contrattacco. Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che i residenti dei territori occupati nel sud e nell’est del Paese dovrebbero “cercare di andarsene”.

“Gli occupanti cercheranno di reclutare uomini nel loro esercito”, ha detto Zelensky in un discorso durante la notte. “Per favore, evitalo il più possibile.”

Ha detto che sono in corso sforzi di reclutamento paralleli a Donetsk e Luhansk, due province nell’est del paese che anche Mosca ha annesso.

Kherson è uno dei principali obiettivi del contrattacco ucraino. La regione è una delle quattro province ucraine che collegano la Russia via terra alla Crimea, che Mosca controlla dal 2014. Il presidente russo Vladimir Putin mercoledì ha dichiarato la legge marziale nelle quattro province, tra cui Kherson, Donetsk e Luhansk, dopo averle annesse illegalmente questo mese.

Kherson, dove sono di stanza migliaia di truppe russe, consente alle truppe russe di operare sul lato occidentale del fiume Dnipro, che divide in due il paese. Quasi tutto il territorio detenuto dalla Russia in Ucraina si trova sul lato orientale, il che lo rende vulnerabile sulla sponda occidentale, ei ponti vicino alla città sono stati ripetutamente bombardati dalle forze ucraine.

Molti ucraini sono già fuggiti da Kherson, dirigendosi spesso nel territorio controllato dalle forze del Paese. Le autorità ucraine sono state riluttanti a rivelare i dettagli del loro contrattacco, ma il comando militare meridionale del Paese ha dichiarato di aver abbattuto un drone spia nella provincia mercoledì.

In una dichiarazione su Facebook giovedì, ha affermato che la situazione militare in generale è rimasta “difficile ma controllata”.

READ  Gli incendi infuriano in Francia e Spagna in mezzo a un'ondata di caldo, mentre il Regno Unito affronta la sua giornata più calda di sempre

Giovedì, il portavoce del ministero della Difesa russo, il tenente generale Igor Konashenkov, ha affermato che le forze ucraine hanno tentato senza successo di sfondare le linee russe nella regione. È stato citato dall’agenzia di stampa statale russa TASS.

Le autorità russe sembrano preparare il pubblico a un possibile ritiro da parti della regione di Kherson e ad altre perdite territoriali, secondo l’Institute for the Study of War, un gruppo di ricerca con sede a Washington. Ha citato l’apparizione di un alto comandante militare alla televisione russa, che ha parlato della necessità di prendere “decisioni difficili” nella provincia.

Giovedì, un rapporto dell’intelligence britannica ha affermato che ci sono prove che le autorità russe stiano considerando un ritiro dalla sponda occidentale del fiume Dnipro. Ha detto che sarebbe stato difficile portare truppe ed equipaggiamento dall’altra parte del fiume.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply