Nonostante i guadagni dell’Ucraina contro la Russia, gli Stati Uniti si aspettano più combattimenti

Nonostante gli straordinari guadagni delle forze ucraine nella guerra contro la Russia, l’amministrazione Biden prevede mesi di intensi combattimenti con vittorie e sconfitte per ciascuna parte, galvanizzando i piani statunitensi per una campagna aperta senza alcuna prospettiva di una fine negoziata in vista.

L’improvviso successo delle forze ucraine nelle aree occupate dalle forze russe nel fine settimana ha portato all’euforia tra gli ucraini stremati da mesi di combattimenti. Ha anche suscitato speranze tra i numerosi sostenitori stranieri di Kiev che il suo esercito in declino potesse essere in grado di scacciare una forza russa più grande e meglio armata.

Il presidente Volodymyr Zelensky, facendo crescere il suo paese Una bandiera blu e gialla mercoledì sulla città liberata di Izyumha promesso che sarebbe “decisamente impossibile occupare il nostro popolo, il popolo ucraino”.

Funzionari di Kiev hanno detto che le forze hanno riconquistato circa 3.000 chilometri quadrati nelle regioni di Kherson e Kharkiv. Nel frattempo, il ministero della Difesa russo ha descritto il ritiro disordinato delle sue forze come un “raggruppamento” tattico.

Fornendo un tranquillo esame dell’abbondanza ucraina, i funzionari statunitensi hanno affermato che mentre le forze ucraine si sono comportate meglio nelle operazioni offensive di quanto anche i loro sostenitori americani si aspettassero, quelle forze avrebbero affrontato un periodo di pesanti combattimenti in vista dell’inverno come parte di ciò che era previsto . Si aspettano che sia un percorso “non lineare” verso la guerra.

Un alto funzionario del Dipartimento di Stato, che ha parlato come altri a condizione di anonimato per discutere la pianificazione interna, ha affermato giovedì che mentre le forze ucraine hanno dimostrato di poter invertire i progressi della Russia dopo l’invasione del presidente Vladimir Putin il 24 febbraio, la Russia ha mantenuto una forza forte. .

“Hanno grandi equipaggiamenti, armi e munizioni di stanza nei territori occupati, per non parlare di quello che hanno in Russia”, ha detto il funzionario. “E quindi non è ancora finita, nonostante lo slancio”.

Queste aspettative supportano la strategia statunitense di cercare di accumulare sostegno internazionale e di espandere gradualmente l’assistenza militare statunitense senza l’iniezione immediata di armi più pesanti che potrebbero portare a una guerra più ampia.

I progressi a Izyum e in altre aree – che hanno permesso ai locali scioccati di uscire dalle loro case e condividere storie di occupazione e abusi – sono stati ancora più drammatici sulla scia delle battute d’arresto ucraine, incluso il ritiro dalla città di Lyschansk a luglio. Dopo i progressi del fine settimana intorno a Kherson, in Russia Colpire centrali elettriche e altre infrastruttureCiò indica la sua volontà di colpire obiettivi civili nel tentativo di indebolire la determinazione ucraina.

I funzionari statunitensi prevedono pesanti combattimenti per il resto dell’autunno, poiché entrambe le parti cercano di posizionarsi nella migliore posizione possibile prima dell’inizio dell’inverno, rendendo il trasporto e il combattimento ancora più difficili.

READ  Il disastro di Biden in Afghanistan è iniziato con la caduta di Kabul un anno fa e gli americani meritano risposte

Le forze russe controllano ancora gran parte dell’Ucraina – comprese le città di Kherson, Melitopol, Mariupol e Crimea, che la Russia ha annesso illegalmente nel 2014 – e funzionari statunitensi ipotizzano che Putin possa usare i mesi più freddi per ringiovanirlo. militari esauriti e frustrati Prima di lanciare una rinnovata campagna in primavera.

Putin è rimasto provocatorio, minacciando persino di tagliare le forniture di gas all’Europa Suggerimenti per l’opposizione pubblica Solleva interrogativi su quanto tempo potrà mantenere la Russia dietro quella che il Cremlino ha chiamato la sua “operazione militare speciale”.

Funzionari del Pentagono hanno affermato che stanno cercando modi per assistere l’evoluzione delle esigenze di difesa dell’Ucraina, concentrandosi su aree tra cui la difesa aerea, la sorveglianza e la capacità di combattimento. Ad oggi, l’assistenza alla sicurezza degli Stati Uniti all’Ucraina è stata di circa 15 miliardi di dollari dall’invasione russa.

Nonostante le continue chiamate dell’Ucraina Per ottenere equipaggiamento militare nuovo e più avanzatoI funzionari statunitensi non hanno in programma di espandere immediatamente la gamma di armi che offrono, che include sistemi missilistici di artiglieria altamente mobili armati con sistemi missilistici a lancio multiplo a medio raggio. Finora, i funzionari non hanno rilasciato sistemi con gittate molto più lunghe, compresi i sistemi missilistici tattici dell’esercito.

Giovedì, il ministero degli Esteri russo ha chiarito i rischi di tali decisioni quando ha messo in guardia contro la fornitura all’Ucraina di missili a lungo raggio Attraverserà la linea rossa per la Russia e rendere i paesi che forniscono loro una “parte in conflitto”, rafforzando i precedenti suggerimenti secondo cui la Russia potrebbe colpire i paesi della NATO se avesse consentito spedizioni di armi più potenti.

La battuta d’arresto della Russia a Kharkiv ha alimentato la speculazione sul fatto che Putin dovrà ricorrere alla mobilitazione generale per alimentare la sua guerra – una possibilità Il Cremlino ora è stato saccheggiato O anche l’uso di un ordigno nucleare mentre la Russia cerca di compensare la sua sconfitta.

Samuel Sharab, esperto di Russia presso Rand Corp. Il successo del contrattacco ha plasmato le dinamiche attorno al conflitto, in parte dimostrando la capacità dell’Ucraina di condurre con successo operazioni offensive complete.

“Non avevamo prove di ciò prima”, ha detto Sharap. “Questo stesso fatto rischia di scoraggiarli dal cercare un compromesso perché pensano di poter fare di più”.

Finora, la strategia statunitense è stata in parte informata di ciò che i funzionari statunitensi considerano a seguito di eventuali negoziati per fermare i combattimenti. raffica di tentativi Per accendere conversazioni sostanziali all’inizio del combattimento È svanito quando ciascuna parte ha adottato una linea più dura.

Al momento, gli ucraini non hanno una mappa praticabile attraverso la quale negoziare. Il venti per cento della loro terra era scomparso. “Il 30 per cento del loro potenziale industriale e agricolo è andato perso”, ha detto la scorsa settimana un alto funzionario del Dipartimento di Stato. “Ecco perché sosteniamo questo contrattacco”.

READ  Putin ordina sanzioni di ritorsione contro l'Occidente, il Cremlino

Funzionari statunitensi prevedono che sarebbe difficile per Zelensky negoziare un accordo anche volendo, dopo che gli abusi russi hanno indurito l’opinione pubblica contro potenziali concessioni agli obiettivi di guerra di Mosca. Inoltre, affermano i funzionari, la Russia rimane un partner negoziale inaffidabile e gli obiettivi di guerra di Putin sono cambiati ripetutamente con l’evoluzione della situazione tattica.

L’obiettivo degli Stati Uniti resta quello di aiutare l’Ucraina a compiere progressi sul campo di battaglia che rafforzerebbero la sua posizione negoziale in caso di negoziati con la Russia.

Il momento attuale sta attirando l’attenzione sulla tensione alla base della strategia di guerra americana, poiché i funzionari dirigono un massiccio sostegno militare all’Ucraina, alimentando una guerra con conseguenze globali, mentre cercano di rimanere neutrali su quando e come Kiev potrebbe concludere un accordo per porvi fine.

Il presidente Biden si è impegnato a sostenere l’Ucraina nell’affermare la sua indipendenza e sovranità, promettendo In un articolo di opinione Questa primavera per farlo senza pressioni su Kiev affinché faccia concessioni territoriali. Tuttavia, non ha sostenuto esplicitamente l’obiettivo di ripristinare tutti i territori occupati dalla Russia, compresi quelli catturati o contesi dal 2014.

Il primo alto funzionario del Dipartimento di Stato ha affermato che un’altra parte fondamentale del piano dell’amministrazione Biden per far avanzare il conflitto verso una soluzione sono i suoi sforzi per indebolire il vantaggio economico e tecnologico della Russia attraverso sanzioni e altri mezzi.

“Ma dire a un paese sovrano che aspetto ha il successo per loro, o come appare una soluzione negoziata, non è lì che vogliamo essere”, ha detto il funzionario.

Finora, i funzionari statunitensi sembrano aver mantenuto tale impegno, adottando un approccio laissez-faire che è in netto contrasto con le azioni statunitensi in luoghi in cui i funzionari hanno talvolta adottato un approccio più espansivo nel trattare con i leader stranieri sostenuti dagli aiuti statunitensi.

“Per ragioni sia politiche che strategiche, non sono stati interessati a tracciare le linee sulla mappa e penso che siano pienamente giustificati in questa riluttanza”, ha detto questa settimana Daniel Fried, un diplomatico veterano che ha servito come ambasciatore degli Stati Uniti in Polonia.

Biden cercherà di rafforzare il sostegno internazionale per l’autodifesa dell’Ucraina alle Nazioni Unite la prossima settimana, utilizzando le riunioni annuali dell’Assemblea Generale come un’opportunità per mitigare l’attrito causato dall’inflazione globale e dall’insicurezza alimentare legata alla guerra. Il design dei paesi europei in particolare, che sono stati tra i maggiori sostenitori dell’Ucraina, sarà testato questo inverno a causa dei prezzi più elevati dell’energia.

Ma gli esperti, tra cui Alexander Vershbow, che ha servito come ambasciatore degli Stati Uniti in Russia e vice segretario generale della NATO, affermano che la tensione potrebbe eventualmente arrivare al culmine, ad esempio se l’Ucraina dovesse scegliere tra stabilirsi nei territori che controllava prima del 24 febbraio , abbracciando un conflitto più lungo con l’obiettivo di riconquistare tutte le aree sotto il controllo russo dal 2014.

READ  Esporre i video che la Russia ha usato come pretesto per inviare truppe nell'Ucraina orientale

“Gli ucraini ora insistono sul fatto che diranno che non ci arrenderemo di un centimetro, ma a un certo punto saranno necessarie scelte difficili”, ha detto giovedì Vershbow. Ma per ora “la dirigenza non vuole prendere posizione”.

Fried ha affermato che l’amministrazione Biden aveva ragione a trattare i prossimi mesi con cautela, ma ha affermato che l’Ucraina è diversa da altri recenti conflitti statunitensi.

Siamo stati profondamente addolorati per i nostri fallimenti in Afghanistan e, in parte, in Iraq. “Questa è una situazione in cui il successo effettivo è possibile – non inevitabile – e non irraggiungibile”, ha detto Fried. “La tendenza a questa possibilità è nel nostro interesse nazionale”.

Dan Lamothe e Alex Horton hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply