Negli Stati Uniti, ci si affretta a confondere i fatti mentre la guerra Russia-Ucraina si riversa nel territorio della NATO


Washington
Cnn

Il presidente Joe Biden stava dormendo dall’altra parte del mondo quando gli assistenti lo hanno svegliato nel cuore della notte con le ultime notizie: Un missile ha colpito la Polonia Due persone sono state uccise.

Alle 5:30 ora locale a Bali, dove era capo Partecipare al vertice del G20Biden, ancora in camicia elegante e pantaloni cachi, era al telefono con il suo omologo polacco Andrzej Duda chiedendo chiarimenti sulla provenienza effettiva del missile, un fatto cruciale a causa delle implicazioni potenzialmente pericolose di un attacco missilistico russo per la NATO. alleato.

Un funzionario statunitense ha detto che il segretario di Stato Antony Blinken, che viaggiava con Biden, è stato svegliato dal suo morto intorno alle 4 del mattino ora locale con la notizia dell’esplosione, notizia che la maggior parte dei funzionari statunitensi ha appreso solo da rapporti pubblici e conversazioni con funzionari polacchi. .

Blinken e il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan hanno parlato con le loro controparti polacche e si sono uniti a Biden per la chiamata con Duda.

I funzionari polacchi hanno iniziato a sentire di una possibile esplosione nel villaggio di confine orientale di Przedo intorno alle 10:00 ET di martedì, o alle 23:00 ora di Bali, hanno detto le fonti, e le informazioni hanno iniziato a fluire pubblicamente e sono state informate agli alleati intorno alle 13:00 ET. , o 2:00 nella mia mente.

Con l’avvicinarsi del mattino e l’arrivo di ulteriori informazioni, è diventato chiaro ai funzionari americani che esaminavano i sistemi di intelligence basati su satellite e parlavano con le loro controparti polacche che il missile, atterrato su una fattoria polacca nell’estremo oriente del paese, sembrava essere stato lanciato dall’Ucraina Come parte dei sistemi di difesa aerea.

Dopo diverse ore di ansia, Biden è stato il primo ad allentare un po’ la tensione, dicendo ai giornalisti che le informazioni preliminari indicavano che il missile non era stato lanciato dalla Russia.

Il sollievo tra i funzionari americani era palpabile. Contrariamente ai loro peggiori timori, ha affermato un funzionario, l’intelligence iniziale indicava che la Russia non aveva attaccato intenzionalmente la Polonia. Ma per Biden e i suoi consiglieri, questo incidente rappresenta ancora una situazione che temevano da tempo: un attacco involontario sul territorio della NATO, le cui ramificazioni e conseguenze rimangono oscure.

Con la situazione così grave, i consiglieri di Biden hanno esortato alla calma e alla pazienza, compresi i funzionari ucraini.

READ  La diffusione del virus Corona sconcerta i residenti di Shanghai

Circa un’ora dopo la diffusione della notizia dell’incidente, Volodymyr Zelensky ha dichiarato nel suo discorso serale che “i missili russi hanno colpito la Polonia”, definendola una “grande escalation” che richiedeva una risposta.

Fonti che hanno familiarità con la chiamata hanno detto che Sullivan ha chiamato rapidamente l’ufficio di Zelensky dopo quelle osservazioni, esortando i funzionari a stare più attenti a come parlano dell’incidente. Una fonte a conoscenza della questione ha affermato che Biden e Zelensky non si sono parlati martedì sera, nonostante le richieste del leader ucraino di organizzare una chiamata.

Gli Stati Uniti e la Polonia hanno rapidamente concordato di lavorare a stretto contatto nelle indagini sull’attacco, ha detto un funzionario statunitense.Il direttore della CIA Bill Burns ha incontrato Duda a Varsavia mercoledì sera. Solo poche ore prima, Burns si era rintanato nell’ambasciata americana a Kiev mentre i missili russi colpivano la città.

Ma l’incidente ha anche creato alcune crepe nell’alleanza dell’Occidente con l’Ucraina.

Sia Biden che Duda hanno affermato pubblicamente che il missile sembra provenire da un sistema di difesa aerea ucraino, un’affermazione che Zelensky ha continuato a negare con veemenza, con frustrazione dei funzionari polacchi, hanno affermato le fonti.

Il presidente polacco Andrzej Duda parla durante una conferenza stampa a Varsavia, Polonia, 16 novembre 2022.

E sebbene Biden abbia parlato con Duda e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg all’indomani dell’attacco e abbia tenuto colloqui di emergenza con i leader mondiali del G20, il presidente non aveva parlato direttamente con Zelensky mercoledì a mezzogiorno, hanno detto alla CNN fonti vicine alla questione. .

Invece, Sullivan ha parlato con il capo dello staff di Zelensky nelle ore successive all’esplosione, secondo le fonti, e Blinken ha parlato con il suo omologo ucraino, Dmytro Kuleba.

Zelensky ha detto mercoledì che anche l’Ucraina ha chiesto di unirsi alla squadra investigativa, composta da funzionari statunitensi e polacchi, per ispezionare il sito dell’attacco missilistico. “Dobbiamo partecipare alle indagini”, ha detto ai giornalisti. Ma questa richiesta non è stata ancora approvata.

Tornato a Washington martedì, il segretario alla Difesa Lloyd Austin era in riunione con il vice segretario alla Difesa Kathleen Hicks e il presidente del Joint Chiefs of Staff Mark Milley quando un aiutante ha interrotto la notizia dell’esplosione, chiamando tutti e tre i funzionari polacchi. le loro controparti subito dopo.

Poco dopo, intorno alle 14, si è tenuta una conferenza stampa con il portavoce del Pentagono Brig. Il generale Bat Rider era a pochi minuti di distanza. Ma alcuni funzionari del Pentagono hanno appena sentito parlare di un missile che ha colpito la Polonia dai media, e il Pentagono non ha avuto alcuna conferma che un missile russo abbia colpito il territorio della NATO.

READ  Il leader scozzese chiede un nuovo voto di indipendenza nell'ottobre 2023

I funzionari del Pentagono hanno dovuto decidere se andare fino in fondo, sapendo di non avere quasi nessuna informazione da offrire su quello che è diventato immediatamente l’elemento più importante della giornata.

Alla fine, ha detto un funzionario alla CNN, l’ufficio stampa è andato avanti, sostenendo che l’annullamento della conferenza stampa all’ultimo minuto avrebbe segnalato il tipo esatto di panico che i funzionari erano ansiosi di evitare.

Mentre Ryder si trovava sul banco dei testimoni, ha risposto alle domande più frequenti sul missile per le quali non aveva ancora risposte.

Nel frattempo, Milley era nel suo ufficio nell’anello esterno del Pentagono, istruendo il suo staff a mettere in fila le telefonate, hanno detto i funzionari. Prima è stata la sua controparte polacca, seguita presto dalla sua controparte ucraina. Milley passava da una chiamata all’altra, parlando con altri capi della difesa, oltre che con il generale Chris Cavoli, capo del comando europeo, che stava anche lavorando ai telefoni.

Il presidente del Joint Chiefs of Staff, il generale Mark Milley, parla durante una conferenza stampa al Pentagono il 16 novembre 2022

Lo staff di Milley ha lavorato per spingere in linea la sua controparte russa, il capo di stato maggiore Valery Gerasimov. Gli ultimi due si sono parlati alla fine di ottobre, una delle uniche volte in cui hanno tenuto colloqui dall’inizio dell’invasione russa. Questa volta, però, non c’è stata nessuna telefonata, e martedì sera i due non si sono parlati.

Quella sera, Mellie e Austin aggiornano Biden su ciò che hanno appreso sull’incidente.

Mercoledì, diversi alti funzionari statunitensi hanno dichiarato pubblicamente che l’intelligence ha indicato che l’esplosione è stata causata da un missile di difesa aerea ucraino caduto per errore in Polonia. Il funzionario ha affermato che gli Stati Uniti hanno condiviso le informazioni riservate con gli alleati in vista della riunione del Consiglio Nord Atlantico mercoledì mattina presso il quartier generale della NATO.

La portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Adrienne Watson ha dichiarato in una dichiarazione: “Non abbiamo visto nulla che contraddicesse la valutazione iniziale del presidente Duda secondo cui questa esplosione era molto probabilmente il risultato di un missile di difesa aerea ucraino che purtroppo è caduto in Polonia”.

READ  La Cina brucia più carbone, una sfida climatica crescente

Fonti che hanno familiarità con l’intelligence hanno affermato che nelle prime ispezioni del sito dell’esplosione sono stati trovati detriti che sembravano provenire da un missile S-300 di epoca sovietica. Diversi funzionari degli Stati Uniti e della NATO hanno affermato che la valutazione iniziale era che un missile di difesa aerea ucraino ha tentato di intercettare un missile russo ma ha mancato ed è atterrato in Polonia.

“Dalle informazioni che noi e i nostri alleati abbiamo, si tratta di un missile S-300 fabbricato in Unione Sovietica, che è un vecchio missile, e non ci sono prove che sia stato lanciato dalla parte russa”, ha detto Duda in una conferenza stampa su Mercoledì. . È molto probabile che sia stato lanciato dalla difesa antiaerea ucraina”.

Uno dei funzionari ha affermato che gli Stati Uniti hanno anche stabilito che il missile russo probabilmente ha continuato la sua traiettoria e ha colpito o è caduto vicino al bersaglio previsto.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky parla al G20 dal suo ufficio a Kiev, in Ucraina, il 15 novembre.

Zelensky ha insistito mercoledì pomeriggio sul fatto che il missile non è stato lanciato dalle forze ucraine. “Non ho dubbi che non fosse il nostro missile”, ha detto ai giornalisti a Kiev, citando i rapporti che ha ricevuto dalla leadership delle forze armate ucraine e dell’aeronautica militare.

Zelensky ha anche espresso frustrazione per il fatto che ai funzionari ucraini non sia stato permesso di partecipare all’indagine congiunta polacco-americana sul sito e ha detto di voler vedere “il numero sul missile, perché tutti i missili hanno numeri”.

“Abbiamo il diritto di far parte della squadra investigativa?” Zelenskij ha detto. “naturalmente.”

Giovedì, Zelensky ha confermato che agli investigatori ucraini sarebbe stato consentito l’accesso al luogo dell’attacco e ha riconosciuto che l’Ucraina aveva lanciato un missile di difesa aerea. “Non so cosa sia successo. Non lo sappiamo per certo. Il mondo non lo sa. Ma sono sicuro che sia un missile russo, e sono sicuro che l’abbiamo lanciato dai sistemi di difesa aerea”, ha detto Zelensky. .

Ha aggiunto che solo dopo le indagini sarà possibile trarre conclusioni su eventuali missili caduti sul territorio della Polonia.

Questa storia è stata aggiornata con i commenti fatti da Zelensky giovedì

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply