Meta AKA Facebook Hyped VR Headset trapelato da un ragazzo in un hotel

Il Meta Quest Pro, rivelato in una stanza d'albergo da un lavoratore dell'hotel.

immagine dello schermo: Zactarius Gaming / Ramiro Cardenas / Kotaku

Vale sempre la pena rovistare sotto il comodino o nei cassetti quando soggiorni in una stanza d’albergo. Chissà quali oggetti eccitanti l’ospite precedente potrebbe aver dimenticato? Come, per esempio, il super-segreto visore Oculus VR. Questo è quello che è successo al lavoratore dell’hotel Ramiro Cardenas, che afferma di aver scoperto e rivelato al mondo che il progetto Cambria sarà probabilmente chiamato Meta Quest Pro. Poi ha fatto un video dell’apertura della lattina. Modernizzazione: Abbiamo parlato con Cardenas di come è successo tutto questo – vedi sotto.

Era la cuffia Inizialmente ho scherzato lo scorso ottobre, con il titolo di Project Cambria, quando Mark Zuckerberg disse che sarebbe stato venduto “alla fascia alta della fascia di prezzo”. in tempo, abbiamo imparato Avranno telecamere che inviano video ad alta definizione ea colori sui loro schermi, insieme al rilevamento del viso e degli occhi e ogni tipo di eccitante algoritmo.

Ora, un mese intero prima della data prevista per l’annuncio, il nuovo dispositivo è disponibile sotto gli occhi di tutti grazie a un ospite dell’hotel particolarmente memorabile. Ramiro Cardenas è molto emozionato, Chi ha pubblicato il video come Zectariuz Gamingtira fuori dalla scatola le nuove cuffie e le console portatili, mentre sussurra con gioia.

Questa nuova cuffia Meta Quest Pro sembra qualcosa che il pazzo inventore indosserebbe nel film live-action Disney degli anni ’80 su un uomo che inventa accidentalmente il viaggio nel tempo. Nel frattempo, le console sembrano aver abbandonato il design a cerchio vuoto di Meta Quest 2 e optato per un fattore di forma più semplice e ordinato.

Coprendo i dettagli identificativi, le immagini che accompagnano il video includono un’immagine che rivela la legenda, “Non per la rivendita – Campione di ingegneria”. È in una confezione molto elegante con questo in mente! Ma indica che il prodotto potrebbe essere prossimo al rilascio.

il bordo Rapporti Che Cardenas abbia detto loro di essere stato in grado di riunire l’auricolare con la persona che era rimasta nella stanza d’albergo, ma non prima – si sa – di aver caricato foto e un video del dispositivo su Facebook per far esplodere il piano di Meta di rivelarlo durante il Meta Connect di ottobre.

It’s quite the coincidence that Cardenas, and his Zectariuz Gaming page, had already taken a keen interest in the various forms of the Oculus. We have reached out to him to ask how this serendipitous event occurred.

We have of course also reached out to Meta to ask if they’ll bring forward the Pro’s announcement now, and indeed whether they’ll be mounting the engineer’s head on a pike outside their HQ. (We might not have phrased it exactly like that.)

Updated: 09/12/22, 16.28 p.m. ET: Ramiro Cardenas got back to us, to tell us more about how the whole thing happened.

It turns out, despite previous reporting, the bag in which the device was found was in the hallway, outside the hotel room. “It was mistaken as trash,” Cardenas told Kotaku, “since [it was] Una grande valigia nera, sola nel corridoio per ore, finché gli ospiti non si sono lamentati che era d’intralcio”.

“Il processo normale è smaltirlo nella spazzatura”, continua Cardenas, ma ha detto che durante il controllo per vedere se conteneva liquidi, ha notato i contenitori di Oculus. Pensò tra sé e sé: “Ottimo, qualcuno ha comprato un Oculus Quest e ha buttato via le scatole”, ma poi ha notato che le scatole erano nere. Si è ricordato: “Quelli non sono ancora stati sul mercato”, quindi li ha portati nell’ufficio sul retro dell’hotel per assicurarsi che le scatole non fossero vuote. Questo, dice, è il video.

“Poi l’ho restituito e ho registrato che era stato trovato [and] Ho chiesto a qualcuno che finge di fornire un’identificazione e identifica gli oggetti all’interno della borsa”, ci ha detto Cardenas. “Non c’era modo di indovinarlo”.

Più tardi, il proprietario li ha prescritti, e con “No Anche un grazie”, ha lasciato l’hotel.

Cardenas aggiunge che non ha eseguito Meta Quest Pro, non l’ha provato e ha aperto la scatola solo per confermare che non era spazzatura. Ma aggiunge: “Avresti voluto che l’avessi tenuto? Sì. Fa male riportarlo indietro? Sì”.

Una dannata onestà lì. Perché chi non sarebbe incline a tirare fuori quello che, dopo tutto, giaceva nel corridoio come spazzatura? Speriamo che Meta faccia qualcosa di decente e si assicuri che Cardenas ottenga il proprio Meta Quest Pro al momento del lancio.

READ  Ora tutte le videocamere Google Nest possono trasmettere video in streaming alla tua TV

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply