Mar-a-Lago: consulente speciale nominato per sovrintendere alla revisione dei documenti classificati poiché il giudice respinge la richiesta del Dipartimento di giustizia di riaprire le indagini penali



CNN

Federale con sede a Brooklyn Il giudice è stato eletto Giovedì l’ex presidente Donald Trump è stato arbitro indipendente per esaminare gli oggetti sequestrati durante il raid dell’FBI nella sua casa in Florida.

Lo Special Master sarà il Senior Judge Raymond Caro, che è stato presentato da Trump come possibile candidato per il ruolo di maestro speciale, ha citato in giudizio la corte per chiedere un riesame. La magistratura ha anche approvato la nomina di Deary.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Aileen Cannon ha anche respinto l’offerta del Dipartimento di Giustizia di riaprire un’indagine penale su documenti riservati sequestrati a Mar-a-Lago il mese scorso. La smentita pone le basi per la controversia del dipartimento con Trump nella sua ricerca di passare rapidamente a una corte d’appello e potenzialmente alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Una revisione dei documenti della Intelligence Community è stata sospesa la scorsa settimana dopo che Cannon ha ordinato la sospensione temporanea delle indagini penali. Il Dipartimento di Giustizia afferma che le due revisioni sono inseparabili e prevede di presentare ricorso.

Negazione del governo La richiesta è l’ultimo esempio di Cannon, suggerito da Trump nel 2020, di tenere i registri del Dipartimento di Giustizia nelle mani del governo.

Cannon ha dato al maestro speciale una scadenza del 30 novembre per rivedere i documenti privilegiati.

Il calendario ritarda il completamento della revisione È garantito che l’indagine su Mar-a-Lago procederà lentamente per i prossimi due mesi, dopo le elezioni del Congresso di medio termine. Ciò significa che la lotta per i documenti del processo d’appello proseguirà nel ciclo delle elezioni presidenziali del 2024.

Deary siede presso il tribunale distrettuale del distretto orientale di Brooklyn, dove ha lo status di anzianità, il che significa che il suo carico di lavoro è stato notevolmente ridotto mentre si avvicina al suo tempo sulla panchina federale.

È stato nominato in panchina da Ronald Reagan nel 1986 e ha servito come presidente del tribunale distrettuale di Brooklyn. Ha servito sette anni, finendo nel 2019 presso la Corte di sorveglianza dell’intelligence straniera degli Stati Uniti.

Nel suo ruolo di giudice della FISA, Deary è stato uno dei giudici che ha approvato una delle richieste del Dipartimento di Giustizia di monitorare l’ex consigliere per la politica estera della campagna Trump, Carter Page, nell’ambito dell’indagine federale sull’ingerenza elettorale russa del 2016.

Il processo del dipartimento per garantire i mandati FISA per Page è stato crivellato di errori e lassità, ha scoperto in seguito una revisione generale dell’ispettore del DOJ. La revisione dell’IG ha evidenziato difetti e imprecisioni negli atti giudiziari dell’FBI a sostegno delle domande FISA.

Trump condannato è finita Il modo in cui i mandati FISA sono stati ottenuti contro Page ha reso significativa la raccomandazione di Deary di rivedere la ricerca di Mar-a-Lago. Osservatori legali di tutto lo spettro ideologico, compresi i critici di Trump, hanno sostenuto la scelta.

Cannon giovedì ha anche respinto diverse richieste del Dipartimento di Giustizia su come dovrebbe procedere la revisione primaria speciale. Ha respinto l’argomento del Dipartimento di Giustizia sui rischi per la sicurezza nazionale posti dalla sospensione delle indagini penali su documenti riservati, in una pausa dal modo in cui i giudici normalmente vedono tali affermazioni da parte del governo.

Tuttavia, sembrava creare una scappatoia vaga e mal definita affinché la magistratura intraprendesse alcuni passi nell’indagine penale.

A parte il potenziale margine di manovra, il suo ordine, se lasciato intatto dai tribunali superiori, rallenterà le indagini penali per almeno diverse settimane.

Cannon ha affermato nella sua sentenza che la sospensione della revisione dei documenti dalle indagini penali causerebbe un danno irreparabile.

Il dipartimento ha affermato che la valutazione dei rischi per la sicurezza nazionale da parte della comunità dell’intelligence – che in precedenza Cannon aveva affermato che potrebbe andare avanti – è stata ostacolata dalla sua sospensione dell’uso di documenti provenienti da indagini penali.

“In primo luogo, non vi è alcun suggerimento reale da parte del governo di una divulgazione immediata di informazioni riservate derivanti da un’emergenza conoscibile o dal possesso da parte dell’attore di proprietà sequestrate illegalmente. Invece, sfortunatamente, divulgazioni non necessarie restano in secondo piano e sono trapelate ai media dopo il sequestro di base”, ha scritto.

Ha anche respinto l’argomento del dipartimento secondo cui la valutazione della comunità dell’intelligence non può essere separata dall’indagine penale.

Mentre Cannon ha affermato che “farebbe più facile” per le indagini penali del governo “lavorare insieme alle valutazioni della sicurezza”, il Dipartimento di Giustizia non le crede che ostacoli la valutazione della comunità dell’intelligence.

Indicando esempi forniti dai pubblici ministeri di come la valutazione della sicurezza nazionale potrebbe fare affidamento sul lavoro di un’indagine penale, Cannon ha osservato che i pubblici ministeri “non hanno affermato che i processi descritti sono inestricabilmente intrecciati, ma si basano invece pesantemente su scenari ipotetici e spiegazioni generali. non causare lesioni irreparabili.

Tuttavia, mentre ha respinto le affermazioni del dipartimento secondo cui le due revisioni sono inseparabili, ha riconosciuto che ci sono situazioni in cui una valutazione sociale investigativa può fare affidamento su attività investigative che si verificano in un’indagine penale e non sembrava influenzare la magistratura. Spazio per fare quei passi.

“Nella misura in cui le valutazioni di sicurezza sono veramente inseparabili dall’uso investigativo criminale del materiale sequestrato, la Corte è chiara sul fatto che non dovrebbe ordinare al governo di prendere le misure necessarie per una valutazione di sicurezza”, ha scritto Cannon.

Non ha specificato quale tipo di attività investigativa criminale sarebbe stata accettata a tale scopo, affermando solo in una nota a piè di pagina che il governo avrebbe determinato se i compiti di revisione dell’intelligence e indagine penale fossero davvero “inseparabili”.

Rifiutando la richiesta del Dipartimento di Giustizia di completare la vista principale speciale entro la metà di ottobre, Cannon ha fissato una scadenza per il 30 novembre per il processo, avvicinandosi alla sequenza temporale di 90 giorni che il team di Trump ha proposto di fornire per la revisione.

Canon consente agli avvocati di Trump di rivedere i documenti contrassegnati come classificati, in un ambiente altamente limitato. Il Dipartimento di Giustizia ha voluto che quei documenti fossero esclusi del tutto dal processo primario speciale. In un’altra confutazione al DOJ, il giudice ordina al comandante speciale di esaminare tutti i documenti sequestrati.

Tuttavia, il giudice si è schierato con il Dipartimento di Giustizia su come viene risarcito il maestro speciale, ordinando a Trump di pagare le spese, piuttosto che dividere 50-50 con il Dipartimento di Giustizia, come aveva proposto Trump.

Trump ha intentato causa alla ricerca di un maestro speciale due settimane dopo che il Dipartimento di Giustizia ha fatto irruzione nella sua casa e resort in Florida. I pubblici ministeri stanno indagando su almeno tre potenziali reati: violazioni dell’Espionage Act, manipolazione illegale dei documenti del governo e ostruzione alla giustizia.

Durante la perquisizione, secondo i documenti del tribunale, gli investigatori hanno sequestrato più di 100 documenti contrassegnati come classificati, ottenuti dopo che i rappresentanti di Trump sono stati citati in giudizio a maggio per richiedere la restituzione di tutti i documenti al governo. Quando l’FBI si è recata a Mar-a-Lago a giugno per raccogliere i documenti, uno dei suoi avvocati ha firmato una dichiarazione giurata in cui confermava che la citazione era stata notificata.

Trump, in un deposito di un caso speciale di un maestro, ha sostenuto che la perquisizione dell’8 agosto ha calpestato i diritti costituzionali dell’adolescente, ma Cannon in precedenza aveva affermato di non essere d’accordo sul fatto che la perquisizione autorizzata dal tribunale fosse “gravemente negligente”. Diritti dell’ex presidente.

Secondo il suo ordine del 5 settembre, che inizialmente ha accolto la richiesta di Trump di una revisione primaria speciale, Cannon ha concluso che era necessario rafforzare la fiducia del pubblico nella ricerca e che Trump, in quanto ex presidente, Di fronte a rischi reputazionali In caso di falsa accusa contro di lui.

ha detto Trump Giovedì, nel programma radiofonico di Hugh Hewitt, ha declassificato i documenti del governo che ha portato a Mar-a-Lago, ma non è stato un argomento che ha avanzato in alcun contesto legale.

L’ordine di Cannon di giovedì ha sollevato dubbi sul fatto che tutti i documenti con segni di classificazione fossero effettivamente classificati.

“Non è appropriato che il tribunale accetti le decisioni del governo su queste questioni importanti e controverse senza una revisione tempestiva e ordinata da parte di una terza parte neutrale”, ha affermato, riferendosi alle affermazioni del Dipartimento di Giustizia secondo cui i documenti erano stati implicitamente classificati. E Trump non può avere una scelta propria in nessuno di essi.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori dettagli.

READ  Target oggi include un remake di PlayStation 5 e Xbox Series X

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply