Mahsa Amini: Cinque persone sono state uccise in Iran durante le proteste per l’uccisione di una donna, secondo un gruppo per i diritti umani

Hingau Human Rights, un’organizzazione norvegese registrata che monitora le violazioni dei diritti umani in Iran, ha affermato che cinque persone sono state uccise a colpi d’arma da fuoco durante le manifestazioni nella regione curda dell’Iran lunedì. Ha aggiunto che altri 75 sono rimasti feriti in altre città durante il fine settimana.

La CNN non è stata in grado di verificare in modo indipendente i rapporti di morti e feriti.

Le proteste sono scoppiate dopo la morte di Amenuna donna iraniana di 22 anni morta a Teheran dopo essere stata arrestata dalla polizia iraniana per la moralità la scorsa settimana.

Funzionari iraniani hanno affermato che Amini è morta venerdì dopo aver subito un “infarto” ed è caduta in coma dopo il suo arresto lo scorso martedì. Tuttavia, la sua famiglia ha detto che non soffriva di problemi cardiaci, ha riferito “Extension News”, un media iraniano pro-riforma che ha affermato di aver parlato con il padre di Amini.

Il filmato modificato della telecamera di sicurezza rilasciato dai media statali iraniani mostrava Amini che crollava in un centro di “rieducazione” dove è stata portata a ricevere “istruzioni” sui suoi vestiti.

La polizia morale iraniana fa parte delle forze dell’ordine del paese e ha il compito di far rispettare le rigide regole sociali della Repubblica islamica, incluso un codice di abbigliamento che obbliga le donne a indossare il velo in pubblico.

La polizia iraniana ha affermato che la morte di Amini è stato uno “sfortunato incidente” e ha negato di essere stata danneggiata fisicamente durante la custodia, ha riferito lunedì l’agenzia semi-ufficiale iraniana Fars News.

READ  Il ministro ucraino fornisce aggiornamenti sulle evacuazioni di giovedì da Mariupol e da altre grandi città

Funzionari iraniani hanno detto di aver condotto un’autopsia sul corpo di Amini. Parlando sabato alla TV di stato, il direttore dell’Organizzazione di medicina legale iraniana, Mahdi Foruzesh, ha affermato che i risultati saranno annunciati dopo un ulteriore esame da parte di esperti medici.

Il capo della polizia della Grande Teheran, Hossein Rahimi, ha dichiarato lunedì in una conferenza stampa che la polizia “ha fatto di tutto” per tenerla in vita.

Ma i manifestanti scesi in piazza a Teheran e in altre città lunedì non hanno accettato le spiegazioni fornite dalla polizia, chiedendo giustizia e responsabilità.

Amini, 22 anni, è stato arrestato dalla polizia iraniana della moralità ed è morto venerdì.

L’agenzia semi-ufficiale Fars News ha riferito che i manifestanti “non erano convinti” della giustificazione della polizia della morte di Amini e ha affermato che è morta “sotto tortura”.

Dopo la cerimonia funebre di Amini sabato, le forze di sicurezza hanno sparato gas lacrimogeni contro i manifestanti nella sua città natale di Saqqaz, nella regione del Kurdistan iraniano, secondo l’agenzia iraniana Fars, mentre l’agenzia di stampa semi-ufficiale iraniana Mehr ha affermato che i manifestanti chiedevano risposte dalla polizia e avrebbero lanciato pietre presso i manifestanti. Ufficio del governatore.

Il leader supremo iraniano appare all'evento tra le notizie di deterioramento della salute

L’agenzia Fars ha anche pubblicato un video clip che mostra i manifestanti che manifestano nella capitale della regione del Kurdistan, Sanandaj, domenica sera tardi, cantando slogan contro i funzionari.

Un videoclip condiviso dalla Free Union of Iran Workers mostrava i manifestanti a Sanandaj che cantavano “Morte al dittatore”. Un altro video mostrava donne che si toglievano il velo e le salutavano in segno di protesta a Teheran.

Separatamente, il watchdog di Internet NetBlocks ha dichiarato lunedì che i suoi dati in tempo reale mostrano “un’interruzione quasi totale della connettività Internet a Sanandaj”.

READ  Blocco Sanya Covid: migliaia di turisti bloccati alle Hawaii in Cina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply