Lula vs Bolsonaro: aggiornamenti in tempo reale sulle elezioni presidenziali in Brasile

debito…Tado Caltieri per il New York Times

RIO DE JANEIRO — Nel 2018, gli elettori brasiliani sono stati bombardati da bugie prima delle elezioni presidenziali, molti dei quali hanno sostenuto l’allora candidato Jair Bolsonaro e lo hanno aiutato a metterlo in carica.

Quest’anno la disinformazione è persistita, ma è meno diffusa, affermano gli esperti. Fa parte degli sforzi delle aziende tecnologiche per reprimere in modo più aggressivo i post intenzionalmente fuorvianti. Azioni aggressive della Corte Suprema del Brasile E i funzionari elettorali dovrebbero obbligare le aziende a rimuovere i contenuti.

Un giudice della Corte Suprema, Alexandre de Moraes, ha ordinato i principali social network Migliaia di post da rimuovere, hanno affermato che stavano diffondendo “notizie false” o che coloro che le hanno postate avevano minacciato il tribunale. Poche grandi democrazie incidono direttamente e spesso su ciò che, se non altro, si può dire online. Ha acceso un dibattito nella società brasiliana Fino a che punto si spinge il governo per frenare la disinformazione?

Finora, risultati contrastanti, dicono gli esperti. “E’ necessario, è positivo, ma non abbastanza”, ha detto Marco Aurelio Rüdiger, direttore della scuola di comunicazione della Fondazione Getulio Vargas di Rio de Janeiro, “perché la quantità di fake news è tanta”.

Per uno, gli algoritmi volti a escludere le informazioni false sono imperfetti. Anche se tale contenuto viene rimosso da un sito, spesso trova un pubblico vincolato su un altro, meno duro. La disinformazione è diventata più sofisticata, spesso supportando fatti contorti o fuorvianti difficili da sfatare.

READ  L'ONU afferma che Shirin Abu Agle è stata uccisa in una sparatoria israeliana

“Queste non sono vere bugie”, ha affermato Tai Nalon, capo del gruppo di ricerca sulla disinformazione Aos Fatos in Brasile. “Ma distorcono un fatto o fanno una domanda o lasciano il contesto”.

La disinformazione diffusa direttamente tra le persone che potrebbero conoscersi in Brasile ha una portata minore, ma ha più peso sui destinatari. “Non è una bugia da inviare a tutti”, dice la signora Nalana. “Stiamo assistendo alla diffusione di disinformazione in gruppi chiave, gruppi di chiese”.

La sinistra brasiliana Mr. La disinformazione più inquietante di quest’anno sono stati i post che suggerivano piani per truccare le elezioni contro Bolsonaro. Lo stesso presidente ha proposto la teoria, scatenando un dibattito su Internet brasiliano.

I video “Stop Stealing” che ripetono le false affermazioni di frode del presidente hanno attirato milioni di visualizzazioni su YouTube e Facebook, secondo SumOfUs, un gruppo di difesa che mira a ritenere le società responsabili. Il gruppo ha rilasciato una dichiarazione la scorsa settimana in cui afferma che Google e Meta, genitori di Facebook e Instagram, hanno consentito a migliaia di annunci, video e post che mettono in dubbio il processo elettorale del Brasile di essere eseguiti sui loro siti.

La società di analisi dei social media Cypra ha analizzato i post di 4.440 account che hanno discusso dei sistemi di voto brasiliani su Twitter, TikTok o Facebook nelle ultime settimane e ha scoperto che il 6% dei post proveniva da account non attendibili, raggiungendo 1,3 milioni di persone.

Alcuni post del Sig. Anche il principale rivale di Bolsonaro, Luiz Inacio Lula da Silva, ha attaccato l’ex presidente di sinistra. Alcuni rapporti affermano falsamente che intende chiudere le chiese e trasformare il paese in uno stato comunista repressivo.

READ  Cosa aspettarsi dal primo evento di prodotto di Apple quest'anno

Sig. Sebbene ci sia materiale fuorviante online a sostegno di da Silva, la signora Nalana dice che la sinistra raramente vede bugie vere o cospirazioni infondate. Invece, i post di sinistra di Mr. Si concentrano sulla riproduzione del pessimo record di Bolsonaro, inclusa la sua gestione della pandemia.

Sig. “Ci sono molte brutte parole” di Bolsonaro, dice la signora Nalana. “Ma questo è il tono della campagna”.

Sig. Il signor Bolsonaro ha tenuto un vantaggio a due cifre per mesi. Da Silva ha respinto i sondaggi di opinione che lo mostravano in coda. A fare eco al presidente è stata una recente clip virale del più grande telegiornale notturno del Brasile Per mostrare il dott L’ospite ha presentato un falso sondaggio e ha detto che il sig. Metti Bolsonaro molto più avanti.

Tuttavia, molti brasiliani hanno imparato lezioni preziose durante la pandemia, che ha visto una raffica costante di disinformazione sul coronavirus e sul vaccino, gran parte della quale il sig. Istituito da Bolsonaro.

“Le persone sono più critiche ora, sono più caute”, ha detto il sig. dice Rudiger. “Non si innamorano di ogni bugia.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply