L’Ucraina fatica a riconquistare il potere mentre milioni di persone affrontano interruzioni di corrente | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

L’Ucraina sta lottando per ripristinare i servizi di acqua ed elettricità a milioni di persone dopo che mercoledì missili e droni russi hanno colpito la sua infrastruttura energetica, lasciando all’oscuro circa l’80% del paese.

Giovedì sera, più di 24 ore dopo che gli attacchi russi hanno devastato le aree di Kiev, il sindaco della città, Vitali Klitschko, ha dichiarato che il 60% delle case presentava ancora blackout di emergenza. Con le temperature che scendono sotto lo zero, le autorità di Kiev hanno dichiarato di essere in grado di ripristinare i servizi idrici, ma stanno ancora lavorando per ripristinare l’illuminazione e il riscaldamento.

“L’impressione molto forte è che i russi stiano combattendo una guerra per le infrastrutture civili”, ha dichiarato giovedì Jan Egeland, segretario generale del Consiglio norvegese per i rifugiati.

“La popolazione civile non può sopportare un intero inverno senza elettricità, riscaldamento e acqua corrente. E ora è il punto di rottura”, ha detto, riferendosi ai continui attacchi alla rete elettrica da parte di Mosca.

Il sistema energetico ucraino è sull’orlo del collasso e milioni di persone sono state colpite da blackout di emergenza nelle ultime settimane mentre la Russia ha attaccato le centrali elettriche in un apparente tentativo di forzare la resa dopo nove mesi di guerra che hanno in gran parte deluso le sue forze. Obiettivi regionali dichiarati.

Le immagini satellitari pubblicate dalla NASA hanno mostrato che, vista dallo spazio, l’Ucraina è diventata una macchia scura sul globo di notte.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito di conseguenze “pericolose per la vita” e ha stimato che milioni di persone potrebbero lasciare le loro case, mentre l’ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite Linda Thomas Greenfield ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin “usa chiaramente l’inverno come arma”. infliggere enormi sofferenze al popolo ucraino.

READ  Le forze ucraine continuano la loro controffensiva a Kharkiv

Mercoledì ha affermato che il presidente russo “cercherà di congelare e soggiogare il Paese”.

La Russia nega gli attacchi

Gli attacchi di mercoledì hanno tagliato tre centrali nucleari ucraine dalla rete nazionale e causato interruzioni di corrente nella vicina Moldavia, dove la rete elettrica è collegata a quella ucraina. era la forza Quasi completamente nell’ex Moldavia sovietica giovedì.

Il ministero dell’Energia ucraino ha dichiarato che i tre impianti nucleari sono stati ricollegati giovedì mattina.

Ihor Terekov, il sindaco di Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, vicino al confine con la Russia, ha detto che l’acqua sta tornando nelle case.

“Abbiamo ripristinato l’alimentazione. Credetemi, è stato molto difficile”, ha detto.

Kateryna Lushkina, una lavoratrice di 31 anni del Ministero della Salute di Kiev, se ne va dopo aver raccolto l’acqua piovana da un tubo di drenaggio a Kiev. [John Leicester/AP Photo]

Ma c’erano ancora disordini in tutto il paese e la banca centrale ha avvertito che le interruzioni di corrente potrebbero ostacolare le operazioni delle banche.

Un nuovo round di attacchi giovedì ha ucciso almeno quattro persone nella città meridionale di Kherson, che l’Ucraina ha recentemente riconquistato, ha detto un alto funzionario locale.

L’Ucraina ha accusato le forze russe di aver inviato circa 70 missili da crociera e droni in attacchi che hanno provocato la morte di 10 persone e il ferimento di circa 50 mercoledì.

Ma il ministero della Difesa russo ha negato che ci fossero stati bombardamenti ovunque all’interno di Kiev e ha insistito sul fatto che i sistemi di difesa aerea ucraini e stranieri avevano causato il danno.

“Nessun attacco è stato diretto contro obiettivi all’interno della città di Kiev”, ha affermato.

“Crimine contro l’umanità”

Il Cremlino ha affermato che l’Ucraina è stata in ultima analisi responsabile delle conseguenze degli attacchi e potrebbe porvi fine cedendo alle richieste di Mosca.

READ  Nazanin e Ashouri arrivano in Gran Bretagna dopo il calvario della prigione iraniana

Il portavoce Dmitry Peskov ha affermato che l’Ucraina “ha tutte le possibilità per risolvere la situazione, soddisfare le richieste della Russia e, di conseguenza, porre fine a tutte le possibili sofferenze della popolazione civile”.

Ma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che la strategia della Russia per distruggere le infrastrutture energetiche non indebolirà la determinazione del suo paese a riconquistare i territori occupati da Mosca.

“Dobbiamo restituire tutto il territorio… perché penso che il campo di battaglia sia la via quando non c’è diplomazia”, ​​ha detto Zelensky al Financial Times.

Mercoledì, Zelensky ha definito gli attacchi russi un “crimine contro l’umanità” in un discorso video al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Un residente di Kiev ha parlato con Rory Chalands di Al Jazeera e ha fatto eco ai sentimenti di Zelensky.

“Non conosco nessuno che sia pronto ad andare ai negoziati con i russi solo a causa di questi attacchi”, ha detto Alyona Peskon.

Le forze russe hanno subito una serie di sconfitte sul campo di battaglia. Questo mese si sono ritirati da Kherson, l’unico capoluogo di provincia che avevano catturato, distruggendo le principali infrastrutture mentre si ritiravano.

Nel frattempo, giovedì i pubblici ministeri ucraini hanno dichiarato che le autorità hanno scoperto nove luoghi di tortura utilizzati dai russi a Kherson, nonché “i corpi di 432 civili morti”.

La gente si siede in un bar a lume di candela durante un'interruzione di corrente a Lviv.
La gente si siede in un bar a lume di candela durante un’interruzione di corrente a Lviv [Roman Baluk/Reuters]

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply