L’ospite del G20 chiede la fine della guerra in Ucraina mentre la Russia respinge le critiche

  • Il ministro degli Esteri russo respinge le critiche “rabbiose” alla guerra
  • Lavrov è uscito durante un discorso virtuale del ministro ucraino
  • L’Indonesia ha avvertito che i prezzi dei generi alimentari colpiranno duramente i paesi a basso reddito
  • Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss interrompe il viaggio a Bali

NUSA DUA, Indonesia, 8 luglio (Reuters) – L’Indonesia, ospite del G20, venerdì ha esortato i ministri degli esteri del gruppo a porre fine alla guerra in Ucraina, poiché il massimo diplomatico russo ha accusato l’Occidente di sperperare un’opportunità per affrontare i problemi economici globali con “frenesia”. Critica al conflitto.

Un incontro dei ministri del G20 a Bali è stato oscurato dalla guerra e dal suo impatto sull’economia globale, con alti funzionari dell’Occidente e del Giappone che hanno insistito sul fatto che non sarà un evento “business as usual”.

Quando il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov è arrivato per un incontro con il ministro degli Esteri indonesiano Retno Marsudi, si sono sentiti canti di “quando fermerai la guerra” e “perché non fermare la guerra”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Lavrov ha detto che i ministri dell’Occidente “si sono smarriti quasi immediatamente non appena hanno iniziato a criticare fanaticamente la Federazione Russa per la situazione in Ucraina”.

“Aggressori”, “aggressori”, “aggressori” – oggi abbiamo sentito molte cose”, ha detto Lavrov ai giornalisti dopo la prima sessione dei colloqui, mentre sedeva tra i rappresentanti del Messico e dell’Arabia Saudita.

La Russia ha lanciato una “operazione militare speciale” per disarmare l’esercito ucraino e sradicare quelli che definisce pericolosi nazionalisti.

L’Ucraina ei suoi sostenitori occidentali affermano che la Russia è impegnata in un accaparramento di terre in stile imperialista. Dicono che non c’è giustificazione per l’invasione della Russia.

READ  USFL Playoffs 2022: risultati delle semifinali, annunci dal vivo, momenti salienti per Stars-Generals e Breakers-Stallions

Retno ha invitato il G20 a “trovare una via da seguire” per affrontare le sfide globali e ha affermato che gli effetti della guerra, compreso l’aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari, colpiranno duramente i paesi a basso reddito.

“È nostra responsabilità porre fine alla guerra rapidamente e risolvere le nostre divergenze al tavolo dei negoziati, non sul campo di battaglia”, ha detto Rednow all’inizio dei colloqui.

Le sfide legate all’aumento dei costi alimentari ed energetici sono state “drasticamente esacerbate dall’aggressione russa contro l’Ucraina”, ha affermato il segretario di Stato americano Anthony Blinken a margine dell’incontro.

Durante la riunione plenaria, Blinken ha affrontato la Russia per aver bloccato le esportazioni di grano ucraine e rubarlo, ha detto un funzionario occidentale.

“Si è rivolto direttamente alla Russia: ai nostri colleghi russi: l’Ucraina non è il tuo paese. Il suo grano non è il tuo grano. Perché stai bloccando i porti? Devi far uscire il grano”, ha detto il funzionario.

Lavrov non era nella stanza in quel momento, ha detto il funzionario.

L’Ucraina sta lottando per esportare merci, con molti dei suoi porti bloccati dalla guerra sulla costa meridionale. È il quarto esportatore di grano al mondo.

Lavrov in seguito ha detto ai giornalisti che la Russia era pronta a tenere colloqui con Ucraina e Turchia sul grano, ma non era chiaro quando tali colloqui avrebbero avuto luogo.

“Nuova Guerra Fredda”

Il ministro degli Esteri ucraino si è rivolto all’incontro e Lavrov ha lasciato la stanza durante il suo discorso, ha detto l’ambasciatore dell’Ucraina in Indonesia.

Sottolineando le tensioni prima della riunione, Rednow ha detto che i suoi colleghi del G7 gli hanno detto che non avrebbe potuto partecipare alla cena di benvenuto di giovedì dove si trovava Lavrov.

READ  L'ASEAN esclude il leader del regime del Myanmar dal vertice in un'azione rara

Un alto funzionario del ministero degli Esteri indonesiano ha detto a Reuters che non ci si aspettava alcuna dichiarazione dall’incontro di venerdì.

Rednow aveva affermato che era importante “creare un’atmosfera confortevole per tutti”, sottolineando che era la prima volta che tutti i principali attori si sedevano nella stessa stanza dall’invasione dell’Ucraina del 24 febbraio.

A margine dell’incontro, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha affermato che il campo di Pechino si è opposto a qualsiasi azione che incoraggi il conflitto e crei una “nuova Guerra Fredda”.

L’agenda di venerdì prevede un incontro a porte chiuse e colloqui bilaterali con i migliori diplomatici dei paesi del G20 tra cui Cina, India, Stati Uniti, Brasile, Canada, Giappone e Sud Africa.

Per la prima volta in tre anni, i ministri degli Esteri cinese e australiano terranno colloqui venerdì, segnando un disgelo nelle relazioni sulle affermazioni di interferenze straniere e sanzioni commerciali di ritorsione. leggi di più

Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss non ha partecipato agli eventi di venerdì, essendo rappresentato da Tim Barrow, il secondo sottosegretario permanente al Ministero degli Esteri. I media suggeriscono che Truss abbia interrotto il suo viaggio a Bali in seguito alle dimissioni del primo ministro britannico Boris Johnson.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Ryan Wu a Pechino, Kirsty Needham a Sydney e UT Kahya Budiman a Nusa Dua; Scritto da Kate Lamb; Montaggio di Martin Petty, Ed Davies e Raju Gopalakrishnan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply