Lo storico lancio di un satellite britannico potrebbe stuzzicare l’appetito militare

(Reuters) – Un sistema missilistico portatile lanciato dall’aria per il primo lancio satellitare domestico della Gran Bretagna potrebbe gettare i semi di una capacità di risposta rapida dispersa a livello globale per mettere occhi in più nello spazio in tempo di guerra, hanno affermato dirigenti e analisti.

Orbita Vergine (VORB.O)Il miliardario Richard Branson, in parte di proprietà del miliardario Richard Branson, ha in programma di lanciare nove satelliti dal suo razzo LauncherOne montato sotto l’ala di un Boeing 747 modificato, che sarà lanciato lunedì da un nuovo spazioporto in Cornovaglia.

Salvo ritardi, questa sarà la prima volta che un satellite partirà dal territorio dell’Europa occidentale.

Per ora, l’attenzione è rivolta ai carichi utili commerciali di aziende come Space Forge, che stanno sviluppando la produzione in orbita.

Ma molti vedono il lancio come un progetto per un lancio più rapido di una capacità limitata di satelliti per scopi militari tattici, in quello che i pianificatori chiamano un “lancio a risposta rapida”.

“L’Ucraina ha svegliato il mondo in molti modi”, ha detto domenica Dan Hart, CEO di Virgin Orbit, in una conferenza stampa nel sud-ovest dell’Inghilterra.

“Ovviamente c’è speranza per la cooperazione tra Europa e Stati Uniti… che abbiamo una risposta così se succede qualcosa nel mondo, possiamo ottenere subito le risorse lì”, ha detto a Lama prima del lancio. Briefing, monitorato online.

Virgin Orbit ha dichiarato lo scorso anno che la RAF stava conducendo esercitazioni per dimostrare il valore del “lancio a risposta rapida”.

La Gran Bretagna ha avuto una breve esperienza con le attività di lancio spaziale alla fine degli anni ’60 e all’inizio degli anni ’70, quando il razzo Black Arrow fu demolito dopo una sola missione riuscita.

READ  Il Nasdaq chiude in rialzo mercoledì mentre le azioni si stabilizzano dopo le pesanti vendite

I quattro lanci di razzi sono avvenuti in Australia in un’epoca in cui i satelliti commerciali esistevano a malapena.

Ora, gruppi di satelliti in miniatura si stanno dirigendo verso un’esplosione di attività commerciale nell’orbita terrestre bassa.

“flessibile e grazioso”

Spingere piccoli satelliti in orbita bassa con breve preavviso non farà altro che colmare le lacune temporanee nella copertura dei grandi satelliti spia, ma gli esperti affermano che la tecnologia ha un duplice potenziale civile e militare e potrebbe allungare i costi.

“Offre maggiore flessibilità, ridondanza o duplicazione dei sistemi, che si tratti di posizione, navigazione, tempi o accesso più rapido… come abbiamo visto in Ucraina”, ha affermato Ian Annette, vicepresidente esecutivo della British Space Agency. la domenica. Istruzioni.

“È una transizione naturale che ci aiuta a sviluppare capacità di sicurezza, ma anche, per il governo, a contenere i costi creando anche opportunità commerciali”.

Lo SpaceX di Elon Musk ha attivato la costellazione Starlink sull’Ucraina dopo l’invasione russa dello scorso febbraio. I suoi collegamenti di comunicazione sono stati utilizzati dai civili e dai militari ucraini.

Il Lussemburgo ha dichiarato in ottobre di aver firmato una lettera di intenti con Virgin Orbit per sviluppare una “risposta rapida e flessibile a varie minacce” alla NATO e ad altri alleati.

Il suo dipartimento della Difesa ha chiesto “procedure e tecnologie nuove, più flessibili e flessibili per i lanci di satelliti dall’Europa”.

La roadmap spaziale del Regno Unito 2022-25 richiede capacità a duplice uso nell’osservazione della Terra e nella consapevolezza dello spazio.

Virgin Orbit sta parlando anche con Giappone e Australia.

Tuttavia, rimangono dubbi sulla velocità con cui il concetto di lancio mobile può farsi strada nei budget effettivi, che sono sminuiti dalla spesa statunitense per lo spazio.

READ  Metaverso: Non puoi camminare su questa terra o costruire una casa, ma appezzamenti di terreno si vendono ancora per migliaia di sterline | notizie di scienza e tecnologia

“Tutti stanno interpretando lo spazio militare come la prossima grande novità”, ha affermato l’analista della difesa con sede nel Regno Unito Frances Tusa. Ma i ministeri della difesa hanno gli occhi più grandi del loro stomaco”.

Anche il sistema di combustibile liquido e l’assemblaggio finale del razzo richiedevano alcune infrastrutture locali e l’affollato spazio aereo europeo creava notevoli ostacoli normativi.

“In questo momento è un po’ più grande in termini di affari, ma stiamo assistendo a una crescita della difesa e della sicurezza nazionale, quindi penso che in questo stato stazionario, probabilmente finirà per essere 50/50”, ha detto Hart a Reuters.

Reportage di Tim Hever. Segnalazione aggiuntiva di Joe Roulette. Montaggio di David Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply