Novembre 27, 2021

Umbrialibera

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Umbrialibera

Lo sciopero a Kaiser Permanente è stato annullato due giorni prima della scadenza

Il personale ospedaliero e la direzione della Kaiser Permanente, una delle più grandi organizzazioni sanitarie del paese, hanno raggiunto un accordo di lavoro sabato, due giorni prima che quasi 32.000 lavoratori scioperassero contro un sistema retributivo proposto per un’occupazione futura.

Lo sciopero sarebbe stato uno dei più grandi nel settore sanitario degli Stati Uniti – e ancora più diffuso in California – negli ultimi anni, colpendo più di 350 strutture nel sud della California e altrove nel nord della California, nell’Oregon, a Washington e nelle Hawaii.

Il fulcro del disaccordo tra lavoro e management si è ridotto a due questioni: la promozione e il proposto sistema retributivo a due livelli, in cui i dipendenti assunti dopo il 2023 saranno pagati a salari inferiori rispetto agli attuali dipendenti che svolgono gli stessi lavori.

La direzione di Kaiser Permanente si attiene a tale proposta da mesi, chiedendo che i nuovi dipendenti vengano pagati dal 26% al 39% in meno rispetto agli attuali dipendenti, sostenendo che la mossa è necessaria per ridurre i costi del lavoro e prevenire costi più elevati per i membri Kaiser.

Secondo i rappresentanti sindacali, il nuovo piano pensionistico è rivolto ai dipendenti meno retribuiti, lasciando ai dipendenti più retribuiti gli stessi benefici di prima.

Mentre il Kaiser ha affrontato uno sciopero che avrebbe interrotto in modo significativo le operazioni – più della metà del suo personale non medico nella California meridionale era pronto a unirsi allo sciopero – il sistema sanitario si è ritirato.

L’accordo provvisorio raggiunto tra Alliance of Healthcare Unions e Kaiser Permanent rimuove la proposta a due livelli, afferma una nota. Se approvato, l’accordo coprirebbe un contratto di quattro anni per quasi 50.000 lavoratori.

READ  Il pilota del Boeing 737 Max accusato di aver imbrogliato i regolatori statunitensi

“L’accordo garantirà che i pazienti continuino a ricevere cure migliori e che i membri della coalizione ricevano posti di lavoro migliori”, ha affermato Hall Rudick, direttore esecutivo della Coalition of Healthcare Unions. “Questo accordo protegge i nostri pazienti, fornisce personale sicuro e garantisce una paga equa e benefici a ciascun membro della Coalizione”.

L’accordo include anche un accordo sugli aumenti, ma i rappresentanti sindacali non condivideranno i dettagli dell’aumento finale. Christian Meisner, vicepresidente senior e direttore delle risorse umane di Kaiser Permanente, ha dichiarato in una dichiarazione che “questo sottolinea il nostro impegno nei confronti dei nostri dipendenti mantenendo salari e benefici di primo piano nel settore”.

I tesi colloqui sono arrivati ​​in un momento in cui il settore sanitario sta affrontando la carenza di personale poiché i lavoratori si esauriscono dopo quasi due gravi epidemie e l’invecchiamento della popolazione degli Stati Uniti è molto richiesto. Trovare un numero sufficiente di infermieri è stata una grande sfida, con l’80% dei dirigenti sanitari del settore privato che hanno risposto Sondaggio McKinsey In agosto; Anche il 64% del personale di supporto medico ha affermato che si trattava di un problema. Quasi un terzo degli intervistati ha affermato che aumenterebbe i salari e assumerebbe bonus per assumere più dipendenti.

L’insoddisfazione dei lavoratori per il sistema salariale a due livelli è stata al centro degli scioperi in John Deere e Kellogg’s da ottobre. Quando tali modelli sono stati installati in passato, erano spesso l’ultimo tentativo di prevenire il fallimento dei datori di lavoro. Quando i lavoratori di United Auto e General Motors hanno deciso di istituire un sistema a due livelli nel 2007 (questa strategia è stata abbandonata in seguito allo sciopero del 2019). Nel caso di Kaiser, il sindacato ha sostenuto che misure come 2,2 miliardi di dollari di reddito netto e 44 miliardi di dollari di riserve di liquidità entro il 2020 non erano necessarie.

READ  "Indignazione contro la democrazia": i nipoti di JVPK esortano Pita a pubblicare i record di omicidi

Kaiser Permanente è una delle più grandi aziende sanitarie del paese, o HMO, che integra assicurazioni sanitarie, studi medici, ospedali e altre strutture di assistenza sotto un unico ombrello aziendale ed è una delle più grandi organizzazioni senza scopo di lucro del paese.

Oggi, l’adesione di Kaiser è salita a 12,5 milioni a livello nazionale, con 9,5 milioni di membri in California e 23.597 medici e 216.801 altro personale. Sito web aziendale. Se lo sciopero fosse andato avanti e fosse continuato fino a giovedì, più della metà dei suoi lavoratori totali sarebbe in sciopero se migliaia di altri lavoratori avessero pianificato di unirsi allo sciopero di simpatia di 24 ore.