L’FBI sta indagando su 25 dipinti di Jean-Michel Basquiat all’Orlando Museum of Art

Il team dell’FBI Art Crime sta indagando sull’autenticità di 25 dipinti di Jean-Michel Basquiat in mostra all’Orlando Museum of Art, secondo una citazione federale e fonti che hanno parlato con Il Il New York Times. I proprietari dei dipinti, il direttore del museo e CEO, Aaron de Groft, insistono sul fatto che siano autentici. Citano dichiarazioni di esperti d’arte commissionati dai tre proprietari, tutti con precedenti penali. De Groft e l’angelo affermano che Basquiat disegnò le opere su cartone e le vendette a un defunto sceneggiatore, mettendole in un ripostiglio. Quando il contenuto dell’unità è stato confiscato nel 2012, gli attuali proprietari hanno acquistato i dipinti e hanno affermato di aver festeggiato durante il pranzo, con il proprietario originale che ha consegnato loro una poesia stampata che commemora l’acquisto iniziale da Basquiat. indagine di Il Il New York TimesTuttavia, ha messo in dubbio l’attività, con un designer che in precedenza ha lavorato presso FedEx dicendo che il carattere su una singola tela non è stato progettato fino al 1994, sei anni dopo la morte di Basquiat. Gli scettici sostengono che il retroscena dei dipinti sia improbabile, con gli amici del proprietario originale che affermano che non ha mai scritto o mostrato alcun interesse per l’arte contemporanea. Se i dipinti sono originali, valgono circa $ 100 milioni, secondo una stima di Putnam Fine Art and Antique Appraisals. Sebbene l’obiettivo esatto dell’indagine dell’FBI non sia chiaro, la vendita di opere d’arte note per essere fraudolente è un crimine federale.

Leggilo dentro New York Times

READ  Come Yash Chopra credeva nella leggenda di Santoor Shivkumar Sharma, ci ha dato Silsila, Lamhi, Chandni e Dar

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply