L’Europa si prepara a inviare carri armati occidentali in Ucraina



Cnn

Risposta della coalizione occidentale a Invasione russa dell’Ucraina Ha preso un colpo al braccio questa settimana mentre diversi paesi europei per la prima volta hanno risposto alla chiamata di lunga data del presidente Volodymyr Zelensky di fornire moderni carri armati a Kiev.

FranciaE Polonia Il Regno Unito si è impegnato a inviare presto carri armati all’esercito ucraino da utilizzare nei suoi sforzi per proteggersi dalla Russia. Finlandia Studiare per fare lo stesso.

Downing Street ha affermato che la Gran Bretagna prevede di inviare dozzine di carri armati e sistemi di artiglieria Challenger 2 aggiuntivi come parte degli sforzi per “rafforzare” il sostegno all’Ucraina. Zelensky ha ringraziato il primo ministro Rishi Sunak per “le decisioni che non solo ci rafforzeranno sul campo di battaglia, ma invieranno anche il segnale giusto ad altri partner” dopo che i due leader hanno parlato sabato al telefono.

Parlando al fianco di Zelensky nella città ucraina di Lviv mercoledì, il presidente polacco Andrzej Duda ha detto che spera che i carri armati di una serie di alleati occidentali navigheranno presto per varie rotte verso l’Ucraina e saranno in grado di rafforzare la difesa dell’Ucraina.

Le mosse hanno aumentato la pressione sulla Germania, che la scorsa settimana ha dichiarato che avrebbe spostato i veicoli da combattimento della fanteria a Kiev, ma deve ancora impegnarsi a inviare i carri armati. Il cancelliere Olaf Scholz ha insistito sul fatto che qualsiasi piano del genere deve essere pienamente coordinato con l’intera coalizione occidentale, compresi gli Stati Uniti.

Funzionari occidentali hanno detto alla CNN che la decisione di alcuni paesi, ma non di altri, di inviare altri carri armati faceva parte di una valutazione più ampia di ciò che stava accadendo sul campo in Ucraina. Gli alleati della NATO hanno passato le ultime settimane a parlare in dettaglio di quali paesi sono più adatti a fornire determinati tipi di assistenza, che si tratti di equipaggiamento militare o denaro.

Un alto diplomatico occidentale ha suggerito che più paesi potrebbero aumentare i livelli di supporto militare nelle prossime settimane mentre la guerra entra in una nuova fase e una nuova offensiva russa potrebbe essere dietro l’angolo con l’avvicinarsi dell’anniversario dell’invasione.

Ma il sostegno tedesco è visto come cruciale. Tredici paesi europei, tra cui Polonia e Finlandia, possiedono moderni carri armati tedeschi Leopard 2, che sono stati introdotti nel 1979 e da allora sono stati aggiornati più volte, secondo il think tank del Consiglio europeo per le relazioni estere.

Sebbene qualsiasi riesportazione di carri armati da parte di questi paesi avrebbe normalmente bisogno dell’approvazione del governo tedesco, Berlino ha suggerito che non avrebbero impedito il loro trasferimento a Kiev.

Il vice cancelliere Robert Habeck ha dichiarato giovedì che Berlino non ostacolerà la riesportazione di carri armati Leopard da parte di altri paesi.

“La Germania non dovrebbe ostacolare gli altri paesi che prendono decisioni per sostenere l’Ucraina, indipendentemente dalle decisioni prese dalla Germania”, ha detto giovedì il vice cancelliere Robert Habeck a margine di una riunione del Partito dei Verdi a Berlino.

La vice portavoce del governo tedesco Christiane Hoffmann ha dichiarato venerdì di non aver ricevuto una richiesta ufficiale dalla Polonia o dalla Finlandia.

“Non c’è dubbio a cui dobbiamo dire di no. Ma in questo momento stiamo dicendo che siamo in uno scambio continuo sulla cosa giusta da fare in questo momento e su come possiamo supportare al meglio l’Ucraina”, ha detto Hoffman ai giornalisti.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha finora resistito alle pressioni per inviare carri armati tedeschi in Ucraina.

Generale Valery Zaluzhny, comandante militare supremo dell’Ucraina, ha detto all’Economist Lo scorso dicembre, l’esercito aveva bisogno di circa 300 carri armati per respingere i russi. Consiglio europeo per le relazioni estere stime Circa 2.000 carri armati Leopard sono sparsi in tutta Europa.

Giovedì Oleksey Danilov, segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell’Ucraina, si è detto fiducioso che i carri armati promessi dai partner europei sarebbero stati consegnati “molto, molto rapidamente” e che le forze armate ucraine avrebbero “dominato” l’uso dei carri armati . Carri armati “in poche settimane”.

La decisione dei membri della NATO di inviare carri armati in Ucraina non è una mossa incontrovertibile. I diplomatici tedeschi sono privatamente consapevoli dei loro timori che ciò segni un’escalation nella risposta dell’Occidente alla Russia e sarà visto a Mosca come una provocazione.

Altri funzionari europei sostengono che l’Occidente abbia già trasferito molte altre armi avanzate che sono state utilizzate per uccidere i russi, oltre a fornire informazioni ampiamente utilizzate per l’Ucraina. In particolare, gli Stati Uniti hanno fornito all’Ucraina i suoi avanzati sistemi missilistici HIMARS a lungo raggio, che l’hanno aiutata a cambiare le sorti della guerra negli ultimi mesi. Alla luce di ciò, i funzionari sottolineano che l’invio di carri armati aggiuntivi non è una grande escalation, qualunque cosa possa dire Mosca.

Mentre gli alleati europei rimangono in gran parte uniti nel loro sostegno all’Ucraina, i diplomatici che hanno parlato con la CNN hanno affermato che c’era disaccordo sul fatto che l’invio di carri armati e più armi fosse il modo più rapido ed efficace per porre fine al conflitto.

secondo Inseguitore dell’istituto della chiglia Circa l’importo delle donazioni statali all’Ucraina, Regno Unito, Francia e Polonia hanno dato rispettivamente $ 7,5 miliardi, $ 1,5 miliardi e $ 3, miliardi. Questo denaro consisteva in un misto di assistenza militare, finanziaria e umanitaria con la Polonia In precedenza aveva schierato più di 200 carri armati in stile sovietico.

I cittadini europei restano fortemente favorevoli agli aiuti all’Ucraina, secondo un recente sondaggio dell’Eurobarometro, che ha rilevato che il 74% pensa che i paesi europei dovrebbero continuare a fornire aiuti. Ciò significa che se la Germania decide di muoversi in linea con Francia, Regno Unito e Polonia, probabilmente scoprirà di avere la copertura politica per farlo.

Il Regno Unito e la Francia dovrebbero continuare a fare pressioni sulla Germania affinché si unisca a loro in questo sforzo nei prossimi giorni. Se ci riusciranno, significherebbe che le tre maggiori potenze europee sono in piena attività mentre la guerra si avvicina al suo primo anniversario.

READ  Berlino sta preparando un "enorme lupino" per aiutare a riscaldare le case questo inverno

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply