L’estrema destra guadagna in un voto serrato

Una volta che un partito marginale è stato evitato da altri all’interno dello spettro politico, i risultati preliminari hanno mostrato che i Democratici svedesi hanno ricevuto quasi il 21% dei voti.

Maja Suslin | Afp | Getty Images

Un gruppo di partiti politici di destra è riuscito a fare pochissimi progressi alle elezioni generali svedesi, secondo i risultati preliminari, e sembra essere sulla buona strada per sconfiggere un blocco di sinistra guidato dal primo ministro svedese Magdalena Andersson.

I sondaggi di domenica inizialmente prevedevano una vittoria di misura per i socialdemocratici di centrosinistra al potere ad Anderson e i loro alleati, anche se da allora il conteggio si è spostato a destra politica con risultati parziali annunciati per tutta la serata.

dopo, dopo quasi il 95% Dei voti conteggiati lunedì mattina, il blocco a quattro partiti di destra, guidato dal centro-destra moderato Ulf Christerson, ha ottenuto 175 seggi, con i Democratici svedesi anti-immigrazione destinati a segnare il miglior risultato elettorale di sempre. .

Nel frattempo, i quattro partiti che sostengono Anderson come primo ministro sembravano pronti a conquistare 174 seggi.

Se questi risultati saranno confermati, significa che il gruppo dei partiti di destra si è assicurato una maggioranza parlamentare che potrebbe aprire la strada al blocco per provare a formare un governo.

Un risultato conclusivo non è previsto prima di mercoledì, con il conteggio dei voti per corrispondenza e i voti dei cittadini residenti all’estero che continuano.

Ci sono un totale di otto partiti (quattro a destra, quattro a sinistra) in lizza per i seggi nel parlamento svedese da 349 seggi, o Riksdag.

I risultati preliminari di domenica hanno portato i socialdemocratici al 30,5% dei voti, confermandosi il partito più grande. Tuttavia, Andersen potrebbe lottare per rimanere al potere poiché i Democratici svedesi di estrema destra ottengono guadagni significativi.

READ  Migliaia di russi salutano l'ultimo leader sovietico, Mikhail Gorbaciov

La Svezia, paese scandinavo di circa 10,5 milioni di abitanti, è famosa per essere uno dei paesi più progressisti d’Europa e È costantemente classificato tra i paesi più felici del mondo.

Alzati a destra

Andersen è diventata la prima donna primo ministro svedese l’anno scorso.

Jonathan Nakstrand | Afp | Getty Images

I Democratici svedesi sono emersi dal movimento neonazista alla fine degli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90 e da allora hanno lottato per prendere le distanze dalle accuse di estremismo. Il partito ha ottenuto la rappresentanza in Parlamento per la prima volta nel 2010 con il 5,7% dei voti.

Un graduale aumento del sostegno nazionale ha poi portato il partito moderato di centrodestra ad abbracciare la cooperazione con i Democratici svedesi nel 2018. I moderati guidati da Christerson avevano precedentemente escluso di negoziare con il partito di destra.

Tragedia in molti fatti

I risultati preliminari di domenica hanno visto il partito moderato ricevere il 19,1% dei voti, con il leader Kristerson probabilmente il candidato preferito del blocco di destra alla carica di primo ministro.

“Non sappiamo quale sarà il risultato”, ha detto Christerson ai sostenitori. Lo ha riferito Reuters. “Ma sono disposto a fare tutto ciò che è in mio potere per formare un governo nuovo, stabile e forte per tutta la Svezia e tutti i suoi cittadini”.

Sonny Kapoor, professore di clima e macroeconomia presso l’Istituto universitario europeo, ha dichiarato tramite Twitter che i risultati preliminari indicano che i Democratici svedesi diventeranno il più grande partito di destra politica del Paese e potrebbero essere in grado di scegliere il prossimo primo ministro.

“Questa è una tragedia in molti affari”, ha detto Kapoor.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply