L’erede di Samsung è stato graziato per crimini come suo padre

L’erede di Samsung Lee Jae Young – conosciuto in Occidente come Jae Wai Lee – ha ricevuto la grazia presidenziale dal presidente sudcoreano Yoon Suk Yeol, consentendo al nipote del fondatore di Samsung di riprendere la guida del potente gruppo, Bloomberg rapporti. L’amnistia sarà ufficializzata il 15 agosto.

La grazia presidenziale ci ricorda la grazia presidenziale Il padre di Lee, Lee Kun Heecondannato per corruzione ed evasione fiscale nel 1996 e nel 2008.

“Nel tentativo di superare la crisi economica rivitalizzando l’economia, il vicepresidente di Samsung Electronics, Lee Jae-yong, la cui pena detentiva sospesa è scaduta di recente, sarà reintegrato”, ha affermato il governo sudcoreano in una nota riportata da The Custode. Financial Times.

L’amnistia è l’ultima svolta nello scandalo delle tangenti Risale al 2017Quando Lee fu accusato di aver corrotto l’allora presidente Park Geun-hye. L’erede di Samsung è stato inizialmente condannato a cinque anni di prigione Condannato per corruzioneMa ha scontato meno di un anno della sua pena prima che fosse scontata Rilasciato in appello. fu allora Re-incarcerato nel gennaio 2021 Prima liberalo ripetutamente Nell’agosto di quell’anno a condizione. In totale, ha scontato un anno e mezzo della sua condanna a 30 mesi.

La grazia presidenziale è significativa, in quanto apre le porte a Lee per riconquistare la guida del colosso tecnologico fondato da suo nonno Lee Byung-chul. Secondo la legge coreana, i criminali condannati non possono ricoprire incarichi ufficiali in una società come Samsung per cinque anni dopo essere stati condannati. Bloomberg I rapporti indicano che Lee ha continuato a ricevere rapporti dalla società senza avere un titolo ufficiale.

READ  Il programma New California Homebuyer ti consente di prendere in prestito un acconto con un interesse dello 0%.

Samsung attualmente non ha nessuno che ricopra la carica di presidente dopo Lee Kun-hee Morto nell’ottobre 2020. Ma Bloomberg Sottolinea che l’amnistia apre le porte a Lee per tornare e portare avanti decisioni strategiche chiave che sono probabilmente necessarie mentre la capitale lotta con l’inflazione, l’instabilità causata dalla guerra in Ucraina, i problemi della catena di approvvigionamento creati dai blocchi di Covid in La Cina e le complicazioni che ne derivano. escalation delle relazioni USA-Cina.

Il ritorno ufficiale di Lee in azienda è visto come una potenziale fonte di stabilità, per non parlare di una popolarità potenzialmente politica. Come Agenzia di stampa appuntito L’anno scorso, circa cinque milioni di persone in Corea del Sud possedevano azioni di Samsung, il che ha portato a un ampio sostegno per il rilascio di Lee dalla prigione. Ma i critici affermano che l’amnistia è endemica dell’intima relazione tra uomini d’affari coreani e un’élite politica vicina ai corrotti. Financial Times Appunti.

“Grazie per avermi dato l’opportunità di ricominciare. Mi dispiace disturbare così tante persone”, ha detto Lee in una dichiarazione. “Cercherò più diligentemente di restituire alla comunità e crescere insieme”. sono tutt’altro che finite, dato che deve ancora affrontare accuse di frode Azioni separate in relazione alla fusione di due filiali Samsung.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply