L’epidemia di coli associata ai ristoranti di Wendy’s ha infettato 97 persone in 6 stati

I ristoranti di Wendy’s sono stati collegati a focolai di E. coli che ora sono stati segnalati in sei stati, con 97 persone infette, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Una corsia carrabile al ristorante fast food Wendy’s a Shelbyville, Kentucky, 5 novembre 2017 (Luke Sharrett/Bloomberg/Getty Images)

Tempo di lettura stimato: 2-3 minuti

ATLANTA – I ristoranti di Wendy’s sono stati collegati a focolai di E. coli ora segnalati in sei stati, con 97 persone contagiate, Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie Ha detto in un aggiornamento giovedì.

Delle 67 persone con funzionari della sanità pubblica locale con una storia alimentare dettagliata, l’81% ha riferito di aver mangiato da Wendy’s nella settimana prima dell’inizio della malattia, secondo il CDC.

Gli stati in cui vivono i pazienti includono Indiana, Kentucky, Michigan, New York, Ohio e Pennsylvania.

Non sono stati segnalati decessi, ma secondo i Centers for Disease Control and Prevention, 43 persone sono state ricoverate in ospedale e 10 si sono sviluppate sindrome emolitico-uremicaÈ una condizione grave che può causare insufficienza renale.

“È possibile che il numero reale di pazienti in questo focolaio sia superiore al numero riportato e l’epidemia potrebbe non essere limitata agli stati con malattie note”, afferma l’aggiornamento. “Inoltre, alcune persone guariscono senza cure mediche e non vengono testate per E. coli”.

Finora, secondo il CDC, nessun alimento specifico è stato confermato come fonte dell’epidemia. Tardi agostoTuttavia, Wendy’s ha rimosso la lattuga romana che veniva utilizzata nei panini nei suoi ristoranti in Indiana, Michigan, Ohio e Pennsylvania, secondo il CDC.

Il CDC non consiglia alle persone di evitare Wendy’s e l’agenzia osserva che non ci sono prove che la lattuga romana venduta nei negozi di alimentari o servita in altri ristoranti sia collegata all’attuale focolaio.

Coloro che hanno sintomi di E. coli, come diarrea, febbre superiore a 102 gradi, vomito grave o segni di disidratazione, dovrebbero contattare immediatamente il proprio medico, secondo il CDC. Sono inoltre invitati a scrivere ciò che hanno mangiato la settimana precedente e a denunciare la loro malattia Ministero della salute locale o statale.

ogni anno, Circa 1 americano su 6 sviluppa una malattia di origine alimentare di almeno 31 agenti patogeni noti e altri agenti non specificati, secondo il CDC, e circa 3.000 hanno perso la vita.

Ultime storie di affari e tecnologia

Altre storie che potrebbero interessarti

READ  Le azioni globali rimbalzano nonostante le preoccupazioni per l'economia; guadagni in dollari

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply