LeBron James sulla lista dei trasferimenti fuori stagione dei LA Lakers: “Non è una mia decisione”

El Secondo, California – LeBron James Dice che sarebbe tutt’altro che invadente quando si tratta del processo decisionale fuori stagione ai Los Angeles Lakers che proviene da una delle stagioni più deludenti nella storia della franchigia.

“Non è una mia decisione”, ha detto James in una conferenza stampa lunedì prima delle interviste di uscita con la squadra. “Non è una mia decisione sedermi qui e dire: ‘Va bene, è quello che dovremmo rimettere in lista’. Questa sarebbe la decisione del front office. Potrebbero ovviamente chiedermi cosa ne penso, ma alla fine della giornata, prenderanno la decisione che ritengono adatta a quel privilegio in futuro. “.

Da quando James è arrivato ai Lakers nell’estate del 2018, il vicepresidente delle operazioni di basket e direttore generale Rob Pelinka ha definito James uno “stakeholder”, consentendo una maggiore influenza dalla star quando si tratta di decisioni individuali rispetto al giocatore medio. Rapporto di gestione.

Tuttavia, dopo James e Antonio DavisL’input ha portato Los Angeles a rivedere la sua quotazione per permuta Russell Westbrook L’estate scorsa, solo per vedere la squadra finita solo 33-49 e non è nemmeno riuscita a qualificarsi per il campionato di gioco, sembra esserci un cambio di strategia.

“Penso che il front office farà tutto il necessario per aiutare questa squadra di calcio a diventare una squadra di calcio migliore da cima a fondo”, ha detto James. “Chiedimi la mia opinione, ti darò la mia opinione. Ma alla fine della giornata, prenderanno la decisione che ritengono sia la migliore per la franchigia”.

James è stato il primo dei 14 giocatori in programma per parlare con i giornalisti lunedì. L’allenatore di Bilinka e Lakers Frank Vogel non è stato incluso nell’elenco delle interviste. I Lakers hanno ufficialmente licenziato Vogel poco dopo che James ha incontrato i giornalisti.

READ  'Vorrei essere un uomo', dice Cheng Qinwen mentre i crampi allo stomaco finiscono con il France Open

Prima dell’annuncio, James ha approvato l’allenatore con cui ha collaborato per vincere il campionato 2020.

“Rispetto Frank come allenatore e come uomo”, ha detto James. “Alla fine della giornata, non so cosa accadrà con Frank qui, ma non ho altro che rispetto per lui”.

James ha anche sostenuto Westbrook, ma ha smesso di dire che vuole riportare lo stesso gruppo principale a Los Angeles la prossima stagione.

“Una cosa che amo di Ross e che lo amerò per sempre è il suo spirito competitivo e ciò che porta in gioco ogni notte”, ha detto James. “E quando sei in una professione in cui accadono molti infortuni e molte cose accadono e hai un ragazzo che è affidabile e può indossare un’uniforme tutte le sere, è qualcosa che rispetto… non ho intenzione di sedermi qui e prendere decisioni di front office e cose del genere, ma amo essere un collega in Ross”.

Dopo aver giocato in sole 56 partite a causa di vari infortuni, James ha detto che ha bisogno di un uso fuori stagione per riprendersi. Ha detto che la risonanza magnetica di venerdì della distorsione alla caviglia sinistra che lo ha costretto a rimanere fermo in sette delle sue ultime otto partite a Los Angeles ha rivelato che non avrebbe avuto bisogno di un intervento chirurgico o di qualsiasi tipo di iniezione per aiutare il processo di recupero. Tuttavia, avrà bisogno di altre quattro o sei settimane di riposo alla caviglia prima di iniziare il suo allenamento fuori stagione.

“Se fossimo stati la squadra che speravo e speravo di esserlo, non avrei giocato la partita di New Orleans dopo l’infortunio”, ha detto James della sua caviglia. “Ha solo peggiorato le cose. Ma volevo vedere se potevamo fare un lotto in ritardo”.

READ  Tyson Fury giura di abbandonare la boxe professionistica e si definisce "The Best"

Con la sua 20esima stagione che si avvicina e compie 38 anni a dicembre, James ha detto che rimane impegnato a fare una spinta in avanti nella sua carriera per aggiungere un altro campionato al suo curriculum. Ha ritrattato una descrizione secondo cui la sua scelta di unirsi ai Lakers è stata tutt’altro che un successo.

“Sono venuto qui per vincere un campionato e voglio vincere di più. Quindi ho realizzato ciò che volevo ottenere, ma sono ancora affamato di più”, ha detto James. “Sono sicuro che questa organizzazione vuole lo stesso. Questo è ciò di cui è sempre stata questa organizzazione. … L’ho fatto. L’abbiamo fatto. Ma voglio farlo di nuovo”.

Mentre James ha detto a febbraio che “questo è un privilegio con cui mi vedo” per il futuro, non ha discusso un’estensione del contratto di due anni da 97,1 milioni di dollari che avrebbe potuto firmare ad agosto con i Lakers.

“Tecnicamente, a causa del contratto collettivo, non può nemmeno essere discusso fino alla fine dell’anno”, ha detto James. “Quindi, arriviamo a questo punto, vedremo”.

James, che ha concluso la stagione con una media di 30,3 punti ma non era idoneo per lo scudetto perché aveva bisogno di giocare almeno altre due partite per qualificarsi, ha detto che non ha intenzione di giocare quelle partite dopo l’uscita di Los Angeles dai playoff.

“Una volta che siamo stati eliminati dalla finale, non c’era niente di cui parlare, niente a cui pensare”, ha detto James. “Non sarò lì solo per giocare partite senza senso cercando di vincere il titolo di marcatori. Ecco cosa c’è sotto di me e dove sono nella mia carriera… Per me, ho 19 anni e inseguo il titolo di marcatori quando non sei nel post-stagione è La cosa più strana di sempre”.

READ  Il clamoroso addio di Duke all'allenatore K, anche in caso di sconfitta

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply