Le vendite di case esistenti sono scese al minimo di 10 anni a settembre

Mercoledì 21 ottobre 2020, l’agenzia immobiliare Rebecca Van Camp mette un cartello “Venduto” su un cartello davanti a una casa a Meridian, Idaho.

Darren Oswald | Servizio di notizie della tribuna | Getty Images

Le case esistenti stanno vendendo al ritmo più lento da settembre 2012, fatta eccezione per un breve calo all’inizio pandemia di covid19.

Le vendite di case precedentemente possedute sono diminuite dell’1,5% a settembre da agosto a un tasso annuo destagionalizzato di 4,71 milioni di unità, secondo un sondaggio mensile della National Association of Realtors.

Questo segna l’ottavo mese consecutivo di calo delle vendite. Le vendite sono diminuite del 23,8% anno su anno.

I tassi sui mutui sono nettamente più alti Causa un improvviso rallentamento del mercato immobiliare. Il tasso medio di mutuo per la casa a tasso fisso a 30 anni è ora di poco superiore al 7%, avendo iniziato quest’anno intorno al 3%. Questo rende il già costoso mercato immobiliare ancora meno costoso.

Nonostante il rallentamento delle vendite, le scorte continuano a diminuire. Alla fine di settembre c’erano 1,25 milioni di case in vendita, in calo dello 0,8% rispetto a settembre 2021. Al ritmo attuale delle vendite, si tratta di 3,2 mesi di fornitura. Sei mesi è un’offerta equilibrata.

“Nonostante le scarse vendite, ci sono ancora più offerte con più di un quarto delle case che vendono al di sopra del prezzo di listino a causa delle scorte limitate”, ha affermato Lawrence Yun, capo economista di NAR. “L’attuale carenza di offerta sottolinea il netto contrasto con la precedente grave flessione del mercato dal 2008 al 2010, quando i livelli delle scorte erano quattro volte superiori a quelli attuali”.

READ  Le azioni in calo metteranno fine all'era dei profitti "porno" realizzati dalle grandi aziende tecnologiche? | tecnologia

La mancanza di offerta continua a mettere sotto pressione i prezzi delle case. Il prezzo medio per una casa esistente venduta a settembre è stato di $ 384.800, con un aumento dell’8,4% rispetto a settembre 2021. I prezzi sono aumentati in tutte le fasce di prezzo. Questo fa 127 mesi consecutivi di aumenti annuali.

I prezzi stanno diventando freddi. Settembre segna il terzo calo consecutivo dei prezzi da un mese all’altro, che di solito cade in questo periodo quest’anno.

Tuttavia, quest’anno stanno scendendo più difficili, specialmente nella fascia più bassa del mercato, dove le azioni sono molto più piccole. Le case con un prezzo compreso tra $ 100.000 e $ 250.000 sono diminuite del 28,4% rispetto a un anno fa, mentre le vendite di case tra $ 750.000 e $ 1 milione sono diminuite del 9,5%.

Le case sul mercato sono rimaste leggermente più a lungo a settembre, con una media di 19 giorni, rispetto ai 16 giorni di agosto e ai 17 giorni di settembre 2021.

I tassi ipotecari elevati non spaventano solo i potenziali acquirenti. Mantengono anche i venditori in disparte, aumentando la crisi dell’inventario.

“I proprietari di case amano il tasso di mutuo del 3% e non vogliono rinunciare a questo”, ha detto Yoon.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply