Le labbra sciolte di Joe Biden potrebbero affondare le navi

Joe Biden è pazzo come una volpe o è pazzo?

Questa è la domanda che viene posta in tutto il mondo dopo che il presidente ha detto la scorsa settimana che gli Stati Uniti lo avrebbero fatto rispondere militarmente Se la Cina invade Taiwan.

Le osservazioni scioccanti a Tokyo sono arrivate appena due mesi dopo che Biden, durante una visita in Polonia, aveva insistito su Vladimir Putin. ‘Non posso rimanere al potere’ A causa della brutale invasione russa dell’Ucraina.

Entrambi gli attentatori hanno inviato la Casa Bianca al controllo dei danni DEFCON come assistenti “chiarimenti” urgenti Insistere sul fatto che non vi è alcun cambiamento nelle politiche a lungo termine. Hanno detto che gli Stati Uniti erano ancora impegnati a vendere equipaggiamento militare a Taiwan solo per difendersi e hanno affermato che Biden non stava assolutamente parlando di “cambio di regime” in Russia.

Ad ogni modo, i loro tentativi sono stati la negazione da parte del presidente di ciò che aveva detto così chiaramente. Ciò ha innescato una serie di accuse secondo cui il personale non eletto avrebbe rovesciato il comandante in capo e ha aggiunto nuovo slancio alle domande sul fatto che Biden stesse davvero guidando la Casa Bianca.

Dato molte corsie, Pulizie e chiarimenti Durante il breve mandato di Biden, questi due incidenti saranno abbastanza di routine – e quasi comici – ad eccezione di argomenti seri e dichiarazioni aggiuntive del presidente.

Ad esempio, le osservazioni di Tokyo sono state la terza volta da quando è entrato in carica che Biden ha detto lo stesso sulla difesa militare di Taiwan. O lo intendeva, o l’ha perso.

Il presidente cinese Xi Jinping pronuncia un video discorso alla sessione di apertura della riunione dei ministri degli esteri dei BRICS.
Il presidente cinese Xi Jinping ha tenuto un video discorso alla sessione di apertura della riunione dei ministri degli esteri BRICS il 19 maggio 2022.
Li Xueren / Xinhua / Sipa USA

Per quanto riguarda la Russia, Biden in seguito ha insistito sul fatto che intendesse quello che ha detto su Putin, con questo avvertimento: “Non mi tirerò indietro da nulla … Voglio chiarire che non ero, né lo sto facendo, ad annunciare un cambiamento di politica. Lo ero. Esprimo l’indignazione morale che provo e non mi scuso per i miei sentimenti personali. ”

READ  Il ministro ucraino fornisce aggiornamenti sulle evacuazioni di giovedì da Mariupol e da altre grandi città

Più di una semplice sensazione

I capi hanno certamente il diritto di provare i loro sentimenti, ma si potrebbe presumere che invertirebbero le politiche ufficiali, non in conflitto con esse, come è il caso qui.

Sfortunatamente, anche i nostri principali oppositori sembrano avere sentimenti personali e Putin e il presidente cinese Xi Jinping hanno espresso i loro sentimenti in modo potente. che essi Ha condotto un’esercitazione militare congiunta Bombardieri con capacità nucleari hanno sorvolato il Mar del Giappone mentre Biden era a Tokyo per incontrare i leader di Australia, India e Giappone. Il loro tema: affrontare l’espansione aggressiva della Cina.

Il personale militare prepara l'equipaggiamento per un'esercitazione militare congiunta tra gli eserciti cinese e russo.
Il personale militare prepara l’equipaggiamento per un’esercitazione militare congiunta tra gli eserciti cinese e russo il 5 agosto 2021.
Cina Novell/Ciba/Shutterstock

nel suo libro”L’autore Christopher Clark descrive giustamente The Sleepwalkers Come è iniziata la prima guerra mondiale nonostante il desiderio di guerra o la fede nella guerra da parte di nessun leader europeo. Come suggerisce il titolo, ognuno di loro si è placato in un falso senso di sicurezza che ha prodotto una delle più grandi disgrazie della storia.

Stiamo per entrare nella terza guerra mondiale mentre dormiamo? Nessuno afferma di volerlo, ma un conflitto globale che coinvolge le grandi potenze sembra più vicino di quanto non lo sia stato in qualsiasi momento dalla crisi dei missili cubani nell’ottobre 1962.

Il linguaggio e le minacce da falco sono una routine e paesi dal Giappone all’Europa stanno aumentando rapidamente le loro spese militari.

Il solo pensiero della possibilità è triste, soprattutto intorno alla festa del Memorial Day, ma non c’è scampo dal preoccuparsi ora che l’idea della guerra nucleare è un argomento abbastanza comune nei media e nelle organizzazioni internazionali. Putin ha ripetutamente sollevato le sue armi nucleari, anche mettendo le sue forze in massima allerta, mentre l’Occidente si è affrettato ad aiutare l’Ucraina. È diffusa la speculazione sul fatto che non esiterebbe a usarne uno se si sentisse intrappolato.

READ  L'Europa parla di aderire all'embargo petrolifero russo

Nuovo asse del male

Allo stesso modo, la Cina sta espandendo rapidamente le sue scorte nucleari e ha avvertito che gli Stati Uniti pagheranno un “prezzo insopportabile” se aiuteranno Taiwan militarmente. La scorsa estate, un video del Partito Comunista Cinese è stato ancora più esplicito, avvertendo il Giappone di una “guerra totale” che coinvolge armi nucleari se il Giappone avesse interferito con l’acquisizione di Taiwan da parte della Cina.

Russia e Cina sono chiaramente un nuovo asse del male, ma il ruolo di Biden è sorprendentemente provocatorio. Mentre si rompe l’abitudine dei nuovi presidenti democratici di presentare un volto debole al mondo, c’è una differenza tra garantire la pace attraverso la forza ed errori casuali in una grande lotta con una retorica dissoluta.

I missili balistici intercontinentali cinesi con capacità nucleari sono stati visti durante una parata militare in piazza Tienanmen a Pechino nel 2019.
I missili balistici intercontinentali cinesi con capacità nucleari sono stati visti durante una parata militare in piazza Tienanmen a Pechino nel 2019.
Greg Baker/AFP tramite Getty Images

Alcuni difensori di Biden sostengono che stia deliberatamente creando “ambiguità strategica” sulle sue intenzioni di mantenere la Cina e la Russia congetturate, ma che c’è almeno la stessa possibilità che abbia deviato dal testo per quanto riguarda la prova del deterioramento mentale che vediamo altrove nel suo comportamento.

Altri ancora insistono sul fatto che l’ambiguità è preziosa anche se Biden non intendeva quello che ha detto su Putin e Taiwan. Questa è una sciocchezza perché le parole ostili di Biden potrebbero portare a un Armageddon accidentale se Russia e Cina presumessero che l’America si stia preparando per la guerra quando non lo è.

La recente aggressività di Biden contrasta anche con le posizioni che ha ricoperto di recente. Anche se mesi Rinforzo russo al confine ucrainoNon ha fatto altro che parlare fino all’invasione vera e propria a febbraio. Anche allora si accontentò di infliggere sanzioni con una pacca sul polso, temendo apertamente di provocare Putin.

Dopo che i leader europei, vergognati dall’opinione pubblica europea, hanno iniziato a inviare aiuti militari e umanitari, Biden ha posto il veto a un piano per inviare combattenti MiG in Ucraina, dicendo che sarebbe stato “escalation”.

READ  documento

svolta dura

Di recente, ha voltato la testa e ha fatto di tutto, inviando un flusso infinito di miliardi di dollari e equipaggiamento militare di alta qualità. E anche se ha promesso che non ci sarebbero mai stati stivali americani sulla Terra, ora si parla che avrebbe inviato forze speciali a guardia L’ambasciata ha riaperto a Kiev, Compito solitamente assegnato ai marines.

Se quelle forze venissero prese di mira, le forze statunitensi potrebbero combattere rapidamente le forze russe, la stessa situazione che Biden ha detto dovrebbe essere evitata per mesi.

Il presidente russo Vladimir Putin si congratula con i militari, i civili e i veterani della guardia di frontiera nel giorno della guardia di frontiera
Il 28 maggio il presidente russo Vladimir Putin si congratula con i militari, i civili e i veterani del servizio di guardia di frontiera in occasione della Giornata della guardia di frontiera.
MIKHAIL METZEL / Sputnik / AFP tramite Getty Images

Il presidente sta seguendo uno sviluppo altrettanto da falco sulla Cina. Durante la sua campagna del 2019, ha deriso la posizione dura di Donald Trump, dicendo: “La Cina mangerà il nostro pranzo? Andiamo, amico. Voglio dire, sai, non sono persone cattive”.

Tuttavia, sembra che ora siamo pronti per entrare in guerra contro Taiwan. Dico apparentemente perché il discorso programmatico del Segretario di Stato Anthony Blinken sulla Cina lo scorso giovedì è stato più duro che muscoloso.

Quindi forse la nostra politica nei confronti della Cina è parlare e portare un bastoncino.

Le crescenti tensioni globali e i dubbi sulla capacità del presidente di gestirlo ricordano la famigerata affermazione di Robert Gates secondo cui Biden “ha sbagliato su quasi tutte le principali questioni di politica estera e sicurezza nazionale negli ultimi quattro decenni”.

Gates ha fatto il commento feroce nel suo libro di memorie del 2014 e l’anno scorso ha citato il fallito e caotico Biden. Ritiro dall’Afghanistan come prova attuale.

Questa storia, insieme ai disastri domestici dilaganti che definiscono il mandato di Biden, significa che lo vedremo più avanti nella sua vita in un lavoro più grande fare errori più grandi e più gravi.

Infine, è giusto ma non molto confortante ricordare Barack L’avvertimento di Obama dal suo ex vicepresidente: “Non sottovalutare la capacità di Joe di migliorare le cose.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply