Le immagini satellitari mostrano la devastazione della base aerea russa in Crimea

  • L’Ucraina tace su come portare a termine lo sciopero
  • Le immagini satellitari mostrano tre crateri e otto aerei distrutti
  • “È molto buono”, dice l’ex capo della CIA.
  • Riferito bombardamento russo lungo la linea del fronte

Kiev (Reuters) – Le immagini satellitari rilasciate giovedì hanno mostrato che la devastata base aerea russa in Crimea è stata colpita giorni prima in un attacco, suggerendo che Kiev potrebbe aver acquisito una capacità offensiva a lungo raggio con il potenziale per cambiare il corso della guerra. .

Le immagini rilasciate dalla società satellitare indipendente Planet Labs hanno mostrato tre crateri quasi identici che hanno colpito gli edifici della base aerea russa di Saki. La base, situata sulla costa sud-occidentale della Crimea, ha subito ingenti danni da fuoco con croste carbonizzate di almeno otto aerei da guerra visibilmente distrutti.

La Russia ha negato di aver colpito gli aerei e ha affermato che le esplosioni viste martedì alla base sono state accidentali.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

L’Ucraina non ha rivendicato pubblicamente la responsabilità dell’attacco né ha spiegato esattamente come è stato effettuato.

“Ufficialmente, non confermiamo né neghiamo nulla”, ha detto a Reuters il consigliere presidenziale ucraino Mikhailo Podolyak. .

Esperti militari occidentali hanno affermato che l’entità del danno e l’apparente precisione dell’attacco indicavano una nuova potente capacità con implicazioni potenzialmente importanti.

La Russia, che ha annesso la Crimea nel 2014, utilizza la penisola come base per la sua flotta del Mar Nero e come principale via di rifornimento per le forze di invasione che occupano l’Ucraina meridionale, con Kiev che pianifica un contrattacco nelle prossime settimane.

“Non sono un analista dell’intelligence, ma non sembra buono”, ha scritto su Twitter Mark Hertling, ex comandante delle forze di terra statunitensi in Europa, indicando una foto della distruzione della base russa.

READ  Gli Stati Uniti vietano le importazioni di petrolio russo e Biden avverte dei "costi"

Il suo collega generale statunitense in pensione Michael Hayden, ex capo della CIA e della National Security Agency, ha risposto: “Lo sono. È molto bravo”.

Come esattamente sia stato effettuato l’attacco rimane un mistero. Alcuni funzionari ucraini hanno affermato che l’ordine potrebbe essere stato sabotato da hacker. Ma crateri simili ed eruzioni simultanee sembrano indicare che è stato colpito da una raffica di nuove armi a lungo raggio, in grado di eludere le difese russe.

La base è ben oltre la portata dei missili avanzati che i paesi occidentali ammettono di inviare in Ucraina finora, ma entro la portata delle versioni più potenti che Kiev ha cercato. L’Ucraina ha anche i suoi missili terra-superficie che potrebbero teoricamente essere utilizzati per colpire obiettivi a terra.

nuova fase

La guerra in Ucraina dovrebbe entrare in una nuova fase nelle prossime settimane. L’Ucraina ha espulso le forze russe dalla capitale, Kiev, a marzo, e dalla periferia di Kharkiv, la seconda città più grande, a maggio. La Russia ha conquistato più territorio a est in aspre battaglie che hanno ucciso migliaia di soldati da entrambe le parti a giugno.

Da allora, le linee del fronte sono state in gran parte statiche, ma Kiev afferma che è una grande spinta a riconquistare le regioni meridionali di Kherson e Zaporizhzhya, la parte principale del territorio conquistato dall’invasione occupata da Mosca il 24 febbraio.

La Russia ha fortificato quelle aree, ma la sua difesa dipende dalla capacità di controllare le linee di rifornimento per rifornire le sue forze con migliaia di proiettili il giorno in cui la sua artiglieria pesante li ha sparati.

Kiev spera che l’arrivo il mese scorso di sistemi missilistici statunitensi in grado di colpire obiettivi russi dietro la prima linea possa far pendere la bilancia a suo favore. Ma l’Occidente ha finora smesso di fornire missili a lungo raggio che potrebbero colpire in profondità la stessa Russia o colpire le numerose basi di Mosca nella Crimea annessa.

La Russia afferma che la sua “operazione militare speciale” prevede di proteggere i russofoni nel sud e nell’est, dove riconosce i separatisti come indipendenti. L’Ucraina ei suoi alleati occidentali affermano che l’invasione è fallita nel tentativo iniziale di rovesciare il governo di Kiev e Mosca ora mira a rafforzare la sua presa su più territorio possibile con l’obiettivo finale di eliminare l’Ucraina come stato indipendente.

Decine di migliaia sono state uccise, milioni sono fuggite e le città sono state distrutte dall’invasione russa del 24 febbraio.

Bombardamento

Sebbene nelle ultime settimane siano stati compiuti pochi progressi significativi da entrambe le parti, sono ancora in corso intense scaramucce.

L’Ucraina ha riferito di bombardamenti russi lungo l’intera linea del fronte, dall’area intorno a Kharkov nel nord-est, attraverso la provincia orientale di Donetsk e sulle rive dell’ampio fiume Dnipro a Zaporizhia, Kherson e nelle province adiacenti.

Tre persone sono state uccise e altre sette ferite nei bombardamenti a Nikopol, sulla riva destra del fiume Dnipro, che è stato colpito da 120 missili Grad, ha affermato Valentin Reznichenko, governatore della regione di Dnipropetrovsk.

“Il nemico sta concentrando i suoi sforzi sull’imposizione del controllo completo sulle terre delle regioni di Luhansk e Donetsk”, ha affermato lo stato maggiore ucraino in un rapporto pubblicato all’inizio di giovedì, citando più di 60 insediamenti e obiettivi militari.

READ  Segretario alla Difesa Usa: la Cina è diventata più "coercitiva e aggressiva"

I separatisti sostenuti dalla Russia hanno affermato di aver catturato Pesky, una cittadina alla periferia della città di Donetsk, controllata dai separatisti, che ha visto combattimenti negli ultimi giorni.

“Fa caldo a Biske. La città è nostra, ma ci sono ancora sacche sparse di resistenza nel nord e nell’ovest”, ha detto Daniel Bessonov, un funzionario separatista su Telegram.

Funzionari ucraini hanno negato la caduta della città. La Reuters non è stata in grado di verificare gli account sul campo di battaglia.

Oleksiy Aristovich, un consigliere presidenziale ucraino, ha dichiarato in un’intervista pubblicata su YouTube che il “movimento russo a Pesky” è stato “senza successo”.

L’Ucraina ha accusato la Russia, mercoledì, di aver ucciso almeno 13 persone e di ferirne 10 con missili lanciati dalle vicinanze della più grande centrale nucleare d’Europa, sapendo che la risposta delle forze ucraine con il fuoco sarebbe stata pericolosa.

“I russi codardi non possono fare altro, quindi stanno colpendo le città nascoste nella centrale atomica di Zaporizhzhya”, ha detto sui social media Andrei Yermak, capo di stato maggiore del presidente Volodymyr Zelensky.

L’Ucraina afferma che circa 500 soldati russi sono nello stabilimento, dove continuano a lavorare i tecnici ucraini. Il Gruppo dei Sette principali nazioni industrializzate mercoledì ha chiesto alla Russia di consegnare l’impianto all’Ucraina, dopo che l’agenzia per l’energia atomica delle Nazioni Unite ha lanciato l’allarme sulla possibilità di un disastro nucleare.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Peter Graf. Montaggio di Hugh Lawson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply