Le criptovalute andranno bene, annuncia un fondo per la ripresa del settore

Il CEO del più grande scambio di criptovalute online, Binance, ha affermato che sta istituendo un fondo di recupero per aiutare le persone del settore, affermando che il settore “andrà bene”.

Ben McShane / Collaboratore / Getty Images

Il CEO del più grande scambio di criptovalute online ha dichiarato mercoledì che sta istituendo un fondo di recupero per aiutare le persone del settore, affermando che il settore “andrà bene”.

“Vogliamo che i giocatori forti oggi proteggano i buoni giocatori del settore che potrebbero essere danneggiati a breve termine”, ha detto il CEO di Binance Changpeng Zhao durante un’intervista con Dan Murphy della CNBC all’Abu Dhabi Financial Week.

“Non significa che possiamo salvare tutti. Se un progetto è gestito male su più fronti, non saremo comunque in grado di aiutarli”.

La criptovaluta ha “mostrato un’estrema resilienza”, ha affermato Zhao, indicando che non si aspetta che la recente interruzione del settore causi danni a lungo termine. Non ha specificato un numero esatto per l’entità del recovery fund.

I suoi commenti arrivano solo una settimana dopo Binance Annullare l’affare Per salvare lo scambio FTX concorrente, quale Ha dichiarato bancarotta venerdì.

prezzo bitcoin È sceso sotto i 17.000 dollari per la prima volta dal 2020 e si teme una cosiddetta “infezione crittografica” Potrebbe portare alla caduta di altri grandi nomi del settore, come Crypto.com. amministratore delegato della società Ha negato le accuse Ha detto che la piattaforma era “business as usual”.

READ  La vendita di SoftBank su Alibaba potrebbe porre fine alla disintegrazione del tabù

“A breve termine, è molto doloroso, ma a lungo termine accelera i nostri sforzi per rendere questo settore più sano”, ha affermato Zhao.

Lunedì, il CEO ha affermato che Binance ha registrato un “lieve aumento dei prelievi” nell’ultima settimana, ma ha dichiarato: Questo è stato in linea con altri cali Nel mercato.

“Quando i prezzi scendono, vediamo salire i prelievi”, ha detto Zhao. “Questo è molto normale.”

I regolamenti aiuteranno, ma non risolveranno tutto

Zhao ha affermato di voler formare un’organizzazione in grado di “creare le migliori pratiche” in tutto il settore, ad es Noto per mancanza di organizzazione.

“I regolamenti devono essere adattati al settore”, ha detto Zhao. Ha aggiunto: “Il regolamento non risolverà tutto questo, lo ridurrà. È importante, ma dobbiamo avere le giuste aspettative”.

Zhao ha riflettuto su come potrebbero esserci elementi della finanza tradizionale che potrebbero aiutare il mercato delle criptovalute a diventare più regolamentato e affidabile, ma le pratiche dovrebbero essere adattate per essere adatte allo scopo.

Gli aspetti di “trasparenza” e “audit” della finanza tradizionale possono avvantaggiare l’industria delle criptovalute, ma ci sono differenze “sottili ma molto importanti” che devono essere fatte, secondo il CEO.

“Molti regolatori hanno una mentalità più tradizionale”, ha detto, “hanno bisogno di una mentalità crittografica”.

Il CEO di Ripple afferma che le criptovalute non sono mai state solo rose e fiori, l'industria ha bisogno di maturità

I commenti fanno eco a quelli di Brad Garlinghouse, CEO di Ripple, che ha affermato che l’idea che la criptovaluta sia “non regolamentata” è sopravvalutata, ma che “la trasparenza crea fiducia”.

“La criptovaluta non è stata solo rose e fiori, e come industria, deve maturare”, ha detto mercoledì Garlinghouse allo “Squawk Box Europe” della CNBC.

L’economista Nouriel Roubini ha preso una posizione diversa nella sua intervista all’Abu Dhabi Financial Week e Ho descritto la crittografia e alcuni dei suoi attori principali come un “ecosistema completamente marcio”.

Il professore della NYU ha detto che ci sono “sette CC di criptovaluta”: “nascosti, corrotti, truffatori, criminali, truffatori, imbonitori di carnevale” e, infine, lo stesso Changpeng Zhao.

— Jenny Reed e Ryan Brown della CNBC hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply