Le azioni stanno registrando il loro miglior periodo dell’anno con l’allentamento dell’inflazione

Il mercato azionario ha registrato i suoi migliori guadagni dell’anno poiché gli investitori hanno tratto conforto dai primi segnali di flessione dell’inflazione e di ripresa dell’economia.

L’S&P 500 è salito L’aumento dell’1,7% di venerdì ha segnato la sua quarta settimana positiva consecutiva, segnando un aumento settimana su settimana del 3,3%, un’impresa che non raggiungeva da ottobre. Sebbene sia in calo del 10% per l’anno, l’indice è ora superiore del 16% rispetto al suo punto più basso di giugno.

Il rally è stato in netto contrasto con la prima metà dell’anno, quando Wall Street ha sofferto Il peggior inizio in mezzo secoloLa guerra in Ucraina, i costi energetici, l’aumento dei tassi di interesse e la rapida inflazione hanno alimentato i timori degli investitori sulla salute dell’economia.

I funzionari della Federal Reserve hanno suggerito che la campagna per aumentare i tassi di interesse per controllare l’inflazione è tutt’altro che finita. Ma alcuni investitori stanno esaminando gli ultimi dati economici basati sulla banca centrale Muoviti in modo meno aggressivoSmorzare i timori che gli alti costi di finanziamento potrebbero spingere l’economia a una forte recessione.

“Il picco dell’isteria sull’inflazione e sui tassi di interesse è passato e stiamo assistendo a qualcosa di meno drammatico”, ha affermato Michael Purves, fondatore e amministratore delegato di Dalbaken Capital.

L’ultimo rapporto sull’indice dei prezzi al consumo pubblicato mercoledì ha fornito una tregua momentanea per Wall Street a causa dell’allentamento dell’inflazione. È sceso all’8,5%. Luglio da inizio anno, in calo rispetto al ritmo del 9,1% del mese precedente. I dati hanno fornito una prima indicazione che gli sforzi della banca centrale per controllare l’inflazione potrebbero avere un effetto.

E per di più, i dati mostrano che l’economia di luglio Recupera tutti i posti di lavoro persi Nelle epidemie, I tassi più elevati di aumento dei costi per le società, insieme a settimane di rapporti sugli utili delle società migliori del previsto, hanno sollevato alcune preoccupazioni tra gli investitori sul fatto che le società americane potrebbero essere tagliate ancora più in profondità.

“Abbiamo visto la cascata di pressioni inflazionistiche iniziare a rilassarsi”, ha affermato Patrick Palfrey, senior equity strategist statunitense presso Credit Suisse. Ha aggiunto che questo “costringe” gli investitori a rivalutare le loro posizioni di trading.

I banchieri hanno affermato che gli investitori al dettaglio hanno contribuito a guidare il rally. Un forte aumento dei cosiddetti titoli meme e un aumento di alcune criptovalute indicano un enorme contributo da parte dei singoli investitori.

“La pietra angolare di questo è il mercato del lavoro. “Se non hai un lavoro, non compri azioni di meme”.

Gli esperti hanno anche affermato che i mercati azionari sono i primi motori. Gli investitori hanno ridotto le loro scommesse sul mercato a causa dell’incertezza. Anche il volume degli scambi è basso poiché molti grandi investitori sono in vacanza fino ad agosto. Di conseguenza, anche piccole quantità di interessi di acquisto hanno contribuito a spingere il mercato, creando slancio mentre altri investitori inseguivano i rendimenti.

Più di 11 miliardi di dollari sono confluiti in fondi per l’acquisto di azioni statunitensi nella prima settimana di mercoledì, il massimo in otto settimane, secondo EPFR Global.

Ma alcuni banchieri hanno avvertito che non appena i mercati si riprenderanno, potrebbero cadere di nuovo. I guadagni a breve termine durante le perdite sostenute, noti come rally del mercato ribassista, non sono rari.

Il compito della banca centrale di ridurre l’inflazione al suo obiettivo del 2 per cento è come trasformare una petroliera: lenta e irta di rischi, Mr.

“Fondamentalmente, ciò che è integrato nel sistema è più complicato di ciò che possiamo risolvere in sei mesi di un cambiamento nella politica monetaria”, ha affermato, aggiungendo che i problemi del mercato azionario erano tutt’altro che finiti.

Le azioni sono più alte poiché le prospettive di inflazione sono migliorate e il contesto economico è favorevole. Sebbene il tor non sia all’altezza delle aspettative, ci sono dubbi su quanto durerà il rally.

“Sono entusiasta del mercato, ma sono ancora un toro preoccupato e nervoso”, ha detto il sig. disse Purves. “Non siamo ancora fuori pericolo”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply